Fermo immagine: la magia di Gazza illumina EURO '96

Continua la nostra serie di approfondimenti sui momenti storici EURO e sui protagonisti della fase finale del 1996, quando la magia di Paul Gascoigne ha illuminato la competizione.

Fermo immagine: la magia di Gazza illumina EURO '96
©Bongarts

L'imprevedibilità ha causato anche numerosi problemi al di fuori del campo a Paul Gascoigne, ma questa sua caratteristica è stata fondamentale in tutto quello che è riuscito a fare in carriera con la palla al piede. L'Inghilterra aveva pareggiato la prima partita contro la Svizzera e stava faticando contro la Scozia nella seconda gara della fase a gironi di EURO '96, quando Gascoigne raccoglie un lancio da centrocampo, salta Colin Hendry con un pallonetto di sinistro e tira al volo di desto superando con un preciso destro Andy Goram. Quel gol entra nella leggenda e l'Inghilterra conquista il passaggio del turno.

1 Paul Gascoigne
Centrocampista estroso, 'Gazza' era entrato nell'immaginario collettivo dopo la Coppa del Mondo del 1990, quando in semifinale contro la Germania era scoppiato in lacrime dopo il giallo che gli avrebbe impedito di disputare l'eventuale finale. L'attaccante inglese si infortunia gravemente il ginocchio nella vittoria del Tottenham in finale di FA Cup del 1991, ritardando così il suo trasferimento alla Lazio. La sua stella comincia a brillare a intermittenza, ma la sua classe gli basta per portare la sua Inghilterra sino alla semifinale di EURO '96. A livello di club vince due titoli col Rangers prima di arrendersi agli infortuni e all'alcol. "Ho realizzato i miei sogni, ma non ho mai espresso tutto il mio potenziale", ha detto una volta.

2 Alan Shearer
Uno dei più grandi attaccanti moderni dell'Inghilterra, Shearer è ancora oggi il miglior marcatore della Premier League con 260 gol realizzati con le maglie di Southampton, Blackburn Rovers e col suo amato Newcastle United. Ha siglato 34 reti nella trionfante stagione 1994/95, che ha visto il Blackburn vincere la Premier League, mentre il suo gol contro la Scozia è stato uno dei cinque realizzati durante EURO '96, che gli hanno permesso di vincere la classifica cannonieri della fase finale. In nazionale ha segnato 30 gol in 62 partite, mentre nei dieci anni trascorsi al Newcastle è diventato il secondo miglior marcatore nella storia del club. Oggi è un opinionista televisivo.

3 Jamie Redknapp
Cugino di Frank Lampard, Redknapp ha cominciato la sua carriera sotto la guida del padre Harry al Bournemouth, ma si è imposto nel panorama internazionale durante le 11 stagioni al Liverpool. Il centrocampista inglese ha vinto la Coppa di Lega nel 1995 e la Supercoppa UEFA nel 2001 prima di lasciare Anfield nel 2002 per tornare nel suo primo club, il Tottenham Hotspur. Oggi è un opinista televisivo.

4 Steve McManaman
Originario del Merseyside, McManaman ha trascorso nove anni al Liverpool, ma è stato nella capitale spagnola che ha vissuto il suo periodo migliore. In gol nella finale di UEFA Champions League del 2000 vinta dal Real Madrid, due anni dopo è salito nuovamente sul tetto d'Europa con le Merengues. Ha vinto anche due Liga spagnole prima di chiudere la carriera al Manchester City. McManaman ha ricoperto una serie di ruoli come ambasciatore dopo il suo ritiro, tra cui quello con la UEFA, si è dato al cinema, all'imprenditoria, ha allenato formazioni giovanili e ha fatto l'opinionista televisivo.

Gazza supera Goram
Gazza supera Goram©Getty Images

5 Colin Hendry
Hendry, detto 'Braveheart', è stato un difensore centrale molto generoso in campo e che faceva del gioco aereo il suo punto di forza. Compagno di squadra di Shearer nella trionfale stagione del Blackburn, aveva 27 anni prima del suo debutto contro la Scozia e in totale ha vestito 51 volte la maglia della nazionale. Ha disputato oltre 500 partite a livello di club in una carriera lunga 20 anni e ha giocato anche col Manchester City e Rangers. Dopo il suo ritiro nel 2003 ha iniziato la carriera di allenatore.

6 Andy Goram
Conosciuto semplicemente come 'The Goalie' (il portiere) ai tempi del Rangers, con gli scozzesi ha vinto sei titoli in sette stagioni ed è ancora oggi considerato il miglior portiere della storia del club. Originario della contea di Manchester e alto appena 1,81m, è stato probabilmente sottovalutato dagli inglesi per la sua stazza, tanto che ha sfruttato le origini scozzesi del padre per vestire la maglia della nazionale della Scozia. Goram è stato convocato 43 volte in nazionale e ha condiviso il ruolo da titolare con Jim Leighton. Ha anche giocato quattro partite con la squadra scozzese di cricket quando era giovane, tra cui una gara contro l'Australia.

In alto