Metti fuorigioco il COVID-19 seguendo i cinque punti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e della FIFA per aiutare a fermare la diffusione della malattia.

1. Lavarsi le mani 2. Tossire sul gomito piegato 3. Non toccarsi il viso 4. Mantenere la distanza fisica 5. Stare a casa in caso di malessere.
Maggiori informazioni >

Inter fermata sul pari, Roma corsara

A Lecce la squadra di Conte segna per prima con Bastoni - al primo gol in Nerazzurro - ma è subito raggiunta da Mancosu: il gap con la Juventus ora è di 4 punti, il vantaggio sulla Lazio scende a 2. I Giallorossi passano 3-1 a Genova.

Inter fermata sul pari, Roma corsara
Inter fermata sul pari, Roma corsara ©Getty Images

Lecce-Inter 1-1 (Mancosu 77'; Bastoni 72')
L'Inter non riesce a gestire il vantaggio al Via del Mare e deve accontentarsi di un pareggio in casa del Lecce. Nella prima giornata di ritorno, la squadra di Antonio Conte non va oltre l’1-1 in casa dei Giallorossi salentini, con il vantaggio sulla Lazio che scende a due punti e il gap dalla Juventus che sale a 4 dopo il posticipo. Al primo gol in Nerazzurro di Alessandro Bastoni, realizzato al 72’, risponde dopo cinque minuti il capitano Marco Mancosu.

L’inizio in Puglia è scoppiettante e Andrea Rispoli, per anticipare Stefano Sensi, costringe subito Gabriel a un non semplice intervento. La risposta dell’Inter è affidata a Romelu Lukaku, che sulla sponda del compagno di reparto Lautaro Martínez manda fuori di pochissimo.

Mancosu sciupa una colossale chance per portare in vantaggio la squadra di Fabio Liverani, dalla parte opposta è annullato un gol a Lukaku per lo scontro con il portiere avversario Gabriel. Le occasioni fioccano, Marcelo Brozović centra un clamoroso palo dopo uno scambio con Lukaku dal limite dell’area, mentre l’arbitro Giacomelli prima assegna il rigore ai padroni di casa per un tocco di mano in area di Stefano Sensi, poi torna sui suoi passi dopo aver rivisto l’azione al VAR.

Nella ripresa Khouma Babacar manda fuori di poco dopo essersi coordinato alla grande dal limite dell’area, poi Samir Handanović blocca a terra la conclusione di Rispoli. Per Gabriel ci sono gli straordinari sui tentativi di Lautaro Martínez e Sensi, ma al 72’ il portiere del Lecce deve capitolare.

Sul cross dalla sinistra di Cristiano Biraghi, Bastoni - in campo da pochi minuti al posto di Diego Godín - anticipa Alessandro Deiola e di testa mette il pallone dove il portiere avversario non può arrivare. Il vantaggio dell’Inter regge però cinque minuti.

Cross di un altro nuovo entrato, Žan Majer, e Mancosu anticipa secco proprio Bastoni: il piatto destro del numero 8 dei salentini non dà scampo ad Handanović. Il Lecce colpisce anche un incrocio dei pali sulla punizione di Filippo Falco, ma la sfida termina 1-1. L’Inter di Conte resta seconda, ma ora ha un ritardo di quattro punti dalla Juventus.


Genoa-Roma 1-3 (Pandev 45'; Cengiz Ünder 6’, aut. Biraschi 44', Džeko 74')
Dopo due sconfitte consecutive, la Roma ritrova la vittoria in campionato e si conferma quarta forza della Serie A, in attesa del Monday Night tra Atalanta e SPAL. A Marassi, contro il Genoa penultimo in classifica, la squadra di Paulo Fonseca passa 3-1 grazie ai gol di Cengiz Ünder ed Edin Džeko, oltre all’autorete di Davide Biraschi.

I Giallorossi partono subito forte e dopo cinque minuti sono già avanti. Cross a giro di Cengiz Ünder, Lorenzo Pellegrini prova a intervenire ma non riesce a impattare il pallone, la cui traiettoria inganna Mattia Perin: 1-0 per la Roma. Džeko avrebbe l’occasione per raddoppiare, ma sul cross di Leonardo Spinazzola non riesce ad angolare il pallone e il suo colpo di testa termina tra le braccia del portiere avversario.

La squadra di Davide Nicola potrebbe pareggiare al 35’, quando Pau López prima smanaccia il tiro-cross al volo di Goran Pandev, poi si ritrova il pallone tra le mani dopo il colpo di testa di Paolo Ghiglione. Pellegrini va vicino al raddoppio con una bella punizione, poi i Giallorossi trovano il 2-0.

Spinazzola, che sembrava destinato al trasferimento all’Inter, affonda sulla sinistra e crossa: la deviazione di Biraschi inganna Perin e termina la sua corsa in fondo al sacco. Prima dell’intervallo la Roma ha un’incertezza e i padroni di casa tornano in partita: il lancio lungo di Lasse Schöne pesca Pandev, Pau López abbozza l’uscita e l’attaccante macedone lo “buca” di sinistro.

A inizio ripresa il portiere spagnolo si riscatta con gli interessi: il suo colpo di reni sul colpo di testa di Edoardo Goldaniga, pescato dal cross di Schöne, è impressionante. Pau López si ripete sulla bordata di Antonio Barreca, poi Džeko non riesce a fare tris dopo la risposta di Perin sul bolide di Jordan Veretout.

Al 75’ la squadra di Fonseca chiude comunque la gara. Perin scivola e ha un rinvio difettoso, Pellegrini verticalizza per Džeko che da due passi insacca l’ottava rete personale in campionato. C’è tempo per il ritorno di Bruno Peres e per un’altra super parata di Pau López su Pandev: finisce 3-1, la Roma riprende la sua marcia e può iniziare a pensare alla Coppa Italia e al derby.

In alto