EURO 2004: Henry suona la carica per la Francia contro la Svizzera

Svizzera - Francia 1-3
L'attaccante dell'Arsenal si sveglia allo scadere e realizza due reti, la Grecia prossimo avversario dei francesi.

Henry suona la carica
Henry suona la carica ©Getty Images

Non è ancora arrivato il tempo di abdicare per la Francia. I campioni d’Europa superano 3-1 la Svizzera e si qualificano per i quarti di finale di UEFA EURO 2004, dove affronteranno la Grecia. Allo stadio Cidade de Coimbra decide una doppietta di Thierry Henry, dopo che il primo tempo si era chiuso sull’1-1 grazie ai gol di Zinédine Zidane e Johann Vonlanthen.

Il tecnico Köbi Kuhn rivoluziona la formazione svizzera. Con Stéphane Chapuisat  in panchina e Alexander Frei è squalificato sono Daniel Gygax e il giovane Vonlanthen a formare il nuovo tandem offensivo. Johann Vogel e Ricardo Cabanas sostituiscono a centrocampo Benjamin Huggel e Fabio Celestini, mentre Stéphane Henchoz rileva l'appiedato Bernt Haas. Nella Francia il capitano Marcel Desailly si accomoda in panchina e Zidane ne eredita i gradi. Jacques Santini dà un turno di riposo anche a William Gallas e promuove titolari Bixente Lizarazu e Willy Sagnol. Claude Makelele rientra a centrocampo per Olivier Dacourt, mentre Robert Pirès rileva Sylvain Wiltord.

EURO 2004: guida completa

La Francia è pericolosa in avvio con un destro al volo di David Trezeguet, servito da Henry, respinto da Christoph Spycher. Due minuti dopo Robert Pires, dopo un grandissimo numero, serve Zidane in posizione favorevole: il giocatore del Real Madrid CF sbuccia però il pallone.

Gli elvetici prendono con il passare dei minuti le misure agli avversari e iniziano a farsi vedere in attacco, soprattutto con Hakan Yakin. Al 9’ il fantasista anticipa sottomisura Lilian Thuram, ma la sua deviazione termina a lato. Al 15’ Fabien Barthez si salva in tuffo sulla punizione del numero 10, che al 19’ si fa invece togliere il pallone da Lizarazu prima di tirare.

I gol più belli di EURO 2004
I gol più belli di EURO 2004

Al 20’, i Bleus passano in vantaggio. Pires batte un calcio d’angolo su cui Jörg Stiel sbaglia clamorosamente il tempo dell’uscita: Zidane lo anticipa di testa e mette l’1-0.

Henry al 25’ sbaglia un goal di testa da pochi passi su cross di Sagnol, un minuto dopo i rossocrociati pareggiano. Mikaël Silvestre sbaglia un appoggio e serve Gygax, che gira subito per Cabanas. La verticalizzazione per Vonlanthen è perfetta, l’attaccante mette alle spalle di Barthez con un preciso diagonale. Il giocatore del PSV Eindhoven ruba a Wayne Rooney il «record di precocità » e diventa il giocatore più giovane a segnare nella fase finale degli Europei.

La Francia ha difficoltà a imbastire azioni pericolose, perchè il centrocampo svizzero riesce a bolccarne bene le fonti di gioco. Hakan Yakin è ammonito per un fallo tattico su Pires, poi Henry sciupa un’occasione incredibile. Il cross di Zidane è millimetrico e l’attaccante dell’Arsenal FC è completamente libero sul secondo palo, ma il suo colpo di testa non è preciso.

In avvio di ripresa Gallas sostituisce l’infortunato Sagnol. Un minuto dopo Henry viene ammonito dall’arbitro slovacco Luboš Michel per simulazione. L’intervallo non sembra aver portato consiglio alla Francia, che non riesce a trovare sbocchi alla sua manovra. Stiel para senza problemi un tentativo velleitario di Zidane, poi Trezeguet controlla male in area un bel passaggio di Henry. Kuhn sostiuisce Hakan Yakin con Murat Yakin.

Pirès, uno dei più positivi nella squadra di Santini, prova a rendersi pericoloso al 62’, ma il suo tiro a giro non inquadra lo specchio della porta. Anche Raphaël Wicky finisce sul taccuino dell’arbitro per un brutto fallo su Gallas. L’eccesso di agonismo costa agli elvetici un altro cartellino giallo, stavolta per Huggel. Poi Santini decide di giocarsi la carta Louis Saha, che prende il posto di Trezeguet: una mossa decisiva.

Sulla prima palla giocata dall’attaccante del Manchester United FC, la Francia torna in vantaggio. Il nuovo entrato prolunga di testa una punizione battuta dalla tre quarti, Henry controlla il pallone e di sinistro batte Stiel per il nuovo vantaggio francese. Il bomber dell’Arsenal concede il bis dopo otto minuti, al culmine di una bella azione personale avviata dalla sinistra.

C’è tempo per l’ingresso in campo di Ludovic Magnin e Milaim Rama, al posto di Gygax ed Henchoz, e per quello di Jean-Alain Boumsong per Gallas. Dopo due minuti di recupero, Michel fischia la fine dell’incontro. L’avventura dei campioni in carica continua, quella degli svizzeri si conclude.

EURO 2004: squadra del torneo


Formazioni

La formazione della Francia
La formazione della FranciaGetty Images

Svizzera: Stiel (c); Spycher, Müller, Murat Yakin, Henchoz (Rama 85'); Wicky, Hakan Yakin (Huggel 60'), Vogel, Gygax (Magnin 85'), Cabanas; Vonlanthen
A disposizione: Zuberbühler, Roth, Berner, Chapuisat, Zwyssig, Celestini, Barnetta
Ct: Jakob Kuhn

Francia: Barthez; Lizarazu, Silvestre, Thuram, Sagnol (Gallas 46', Boumsong 90+2'); Pirès, Makelele, Vieira, Zidane (c); Henry, Trezeguet (Saha 75')
A disposizione: Landreau, Coupet, Desailly, Wiltord, Rothen, Dacourt, Pedretti, Marlet, Govou
Ct: Jacques Santini

Arbitro: Ľuboš Micheľ (Slovacchia)

Man of the match: Zinédine Zidane (Francia)

Contenuti attinenti