UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Sneijder pronto per il secondo tempo

L'olandese crede che la corsa dell'Inter in UEFA Champions League non sia ancora finita alla vigilia della sfida con il Bayern: "In Champions League hai 180 minuti per vincere e noi ne abbiamo altri 90 per provarci".

Sneijder pronto per il secondo tempo
Sneijder pronto per il secondo tempo ©Getty Images

Wesley Sneijder crede che la corsa dell'FC Internazionale Milano in UEFA Champions League non sia ancora finita con i nerazzurri che cercheranno di recuperare un gol di svantaggio in casa dell'FC Bayern München.

Il nazionale olandese ha chiesto ai compagni di reagire dopo la sconfitta dell'andata: "Dobbiamo credere nella qualificazione. In Champions League hai 180 minuti per vincere e noi ne abbiamo altri 90 per provarci. Siamo qui per centrare la qualificazione".

Il Bayern ha ritrovato morale rifilando un 6-0 all'Hamburger SV in campionato sabato, e Sneijder prevede una gara "intensa, interessante" dopo la sconfitta arrivata per il gol di Mario Gomez nel finale a San Siro. "Il Bayern ha battuto l'Amburgo e lo ha fatto in grande stile, ma io non penso troppo a loro – penso all'Inter, e posso dire che siamo in ottima salute".

Le due squadre si conoscono bene essendosi affrontate anche nell'ultima finale di UEFA Champions League a Madrid, quando l'Inter si è imposta per 2-0. "Queste sono partite di grandissimo livello - ha detto Sneijder, che ritrova così i connazionali Louis van Gaal e Arjen Robben, quest'ultimo suo vecchio compagno di squadra al Real Madrid CF. "Ovviamente io e Robben ci siamo ritrovati in nazionale ma al momento le relazioni personali non contano. L'unica cosa che conta è la partita di domani".

Il 26enne Sneijder ha anche ammesso che la squadra è rimasta molto toccata dalle immagini provenienti da un Giappone stravolto da terremoti e tsunami. A gennaio l'Inter ha ingaggiato il terzino giapponese Yuto Nagatomo, che potrebbe anche debuttare in UEFA Champions League contro il Bayern, in caso di forfait di Lúcio. "Cosa è successo in Giappone ci ha davvero toccati, e ovviamente ha toccato in modo particolare il nostro compagno di squadra giapponese: cercheremo di aiutarlo il più possibile in questa situazione davvero triste".

Contenuti attinenti