UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Van Gaal 'frena', Leonardo missione possibile

Il tecnico del Bayern getta acqua sul fuoco dopo il successo dell'andata e il recente 6-0 all'Amburgo: "Inter molto forte". Quello dell'Inter non si arrende: "Tutti i risultati sono ancora possibili".

Van Gaal 'frena', Leonardo missione possibile
Van Gaal 'frena', Leonardo missione possibile ©UEFA.com

Il tecnico dell'FC Bayern München, Louis van Gaal, ha detto che la sua squadra affronterà il ritorno degli ottavi contro l'FC Internazionale Milano con rinnovata fiducia ma senza abbassare il livello di concentrazione nonostante il successo per 1-0 in trasferta dell'andata. Per Leonardo tutto è possibile: i detentori possono ancora difendere il loro titolo.

Louis van Gaal, allenatore Bayern 
Un calciatore professionista deve sempre pensare alla partita successiva e questa non è una cosa facile da fare, perché basta poco per togliere concentrazione a un calciatore. Abbiamo disputato un'ottima gara contro l'Amburgo [successo 6-0], ottenendo una vittoria molto importante, e ora abbiamo riacquistato fiducia in noi stessi. Dovremo comunque stare attenti, perché l'Inter è una grande squadra.

A San Siro, l'Inter ha adottato la stessa tattica utilizzata nella finale dello scorso anno. Per quanto mi riguarda, credo che il Bayern abbia giocato meglio in entrambe le partite, ma una l'abbiamo vinta e l'altra l'abbiamo persa. Nel calcio ha sempre ragione chi segna i gol. I miei giocatori dovranno essere molto concentrati, soprattutto in avvio di gara, per capire che tipo di partita vorrà fare l'Inter e comportarsi di conseguenza.

Il Bayern è un grande club, forse il più organizzato al mondo. Qualsiasi allenatore vorrebbe lavorare qui e dal momento che il mio rapporto con la squadra è eccellente, sono dispiaciuto per l'addio a fine stagione. Anche se vincessimo la Champions League le cose non cambierebbero; le nostre strade si divideranno perchè [io e la dirigenza] abbiamo filosofie troppo differenti. Ora però dobbiamo concentrarci sul presente, perché la squadra e i suoi tifosi sono la cosa più importante e contano molto di più di Louis van Gaal e di qualsiasi dirigente.

Leonardo, allenatore Inter 
Ovviamente a loro basta lo 0-0 ma non credo finirà così. All'andata poteva essere diverso il risultato, quindi non ci sarebbe nulla di sorprendente se vincesse l'Inter. Domani sera partiremo alla pari e io sono ottimista perché conosco la forza e lo spirito di questo gruppo.

Samuel Eto'o è un giocatore speciale. Ha già vinto la Champions League con due squadre ed è sempre molto costante da anni. E' sicuramente uno dei migliori giocatori al mondo. Anche Mario Gomez è in gran forma. E' ancora giovane ma ha già raggiunto ottimi livelli e può ancora crescere molto.

Non credo che nessuna delle due squadre abbia vantaggi particolari domani, la nostra strategia è già chiara. Non prometto nulla, ma di sicuro giocheremo con fiducia, passione e voglia di vincere. Sappiamo di dover fare una grande partita, ma le motivazioni di certo non mancano.

Spogliatoi
Bayern
Il Bayern ha tutti i giocatori a disposizione tranne il lungodegente Ivica Olić (cartilagine). Danijel Pranjić, Mario Gomez e Toni Kroos sono diffidati.

Inter
Lúcio (stiramento gluteo) è stato convocato ma resta in dubbio. Esteban Cambiasso (coscia) non ha più giocato dopo la gara di andata; Diego Milito (coscia) è fuori da febbraio e Walter Samuel (ginocchio) potrebbe non tornare a giocare fino alla prossima stagione. Lucio e Cristian Chivu sono diffidati.

Risultati del finesettimana
Sabato: Bayern - Hamburger SV 6-0
(Robben 40' 47' 55', Ribéry 64', Müller 79', Westermann aut. 85')
Arjen Robben, tre gol in 15 minuti, contribuisce alla più sonora vittoria del Bayern dal 17 aprile 2010 (7-0 sull’Hannover 96), data in cui l’attaccante olandese ha messo a segno l’unica altra tripletta con la maglia dei campioni di Germania.

Venerdì: Brescia Calcio - Inter 1-1
(Caracciolo 84'; Eto'o 18')
Il 35esimo gol di Samuel Eto'o in 43 presenze tra club e nazionale in questa stagione non è stato sufficiente all'Inter in una serata da dimenticare per Iván Córdoba, subentrato nella ripresa. Un errore del difensore ha permesso ad Andrea Caracciolo di pareggiare. Córdoba è stato poi espulso dopo aver commesso un fallo da rigore. Júlio César ha però parato il tiro dal dischetto di Caracciolo.

Lo sapevi?
Il Bayern si è qualificato nelle 20 sfide in competizioni UEFA nelle quali aveva vinto l'andata in trasferta, incluse le cinque volte in cui la gara di andata si è conclusa sull'1-0. I trionfi più recenti dei bavaresi dopo un 1-0 all'andata in trasferta sono arrivati nella UEFA Champions League 2000/01 quando il Bayern ha battuto il Manchester United FC (quarti di finale) e il Real Madrid CF (semifinale), entrambi 2-1 in casa, prima di aggiudicarsi il trofeo.

Leggi la storia della partita per ulteriori informazioni.