Il sito ufficiale del calcio europeo

Ottavi di finale, sfide storiche

Pubblicato: Martedì, 17 dicembre 2013, 11.00CET
Dalla corsa di José Mourinho verso la bandierina all'impresa dell'APOEL, UEFA.com offre una rassegna di sfide memorabili delle precedenti dieci edizioni in cui si sono disputati gli ottavi di finale.

rate galleryrate photo
1/0
counter
  • loading...
 
 
 
Pubblicato: Martedì, 17 dicembre 2013, 11.00CET

Ottavi di finale, sfide storiche

Dalla corsa di José Mourinho verso la bandierina all'impresa dell'APOEL, UEFA.com offre una rassegna di sfide memorabili delle precedenti dieci edizioni in cui si sono disputati gli ottavi di finale.

La UEFA Champions League 2013/14 coincide con la undicesima edizione in cui si disputano gli ottavi di finale. Per l'occasione, UEFA.com ha selezionato una sfida storica di ciascuna delle precedenti dieci edizioni. I risultati indicati sono quelli complessivi (andata e ritorno).

Manchester United FC - FC Porto 2-3, 2003/04
Una sfida scolpita nella memoria, il primo passo del Porto verso la conquista del torneo. Una doppietta di Benni McCarthy consente al Porto di vincere 2-1 la gara d'andata, ma è la sfida all'Old Trafford a catapultare José Mourinho nel panorama calcistico mondiale. Sotto di un gol e virtualmente eliminato, il Porto si qualifica grazie a un gol di Costinha al 90', che scatena l'esultanza di Mourinho che corre fino alla linea di fondo.

Chelsea FC - FC Barcelona 5-4, 2004/05
Per sfrontatezza ed esecuzione, il secondo gol di Ronaldinho a Stamford Bridge è uno dei più belli nella storia della UEFA Champions League. Tuttavia, quel gol sarà ininfluente ai fini della qualificazione. Per nulla scosso dalla sconfitta per 2-1 e dall'espulsione di Didier Drogba al Camp Nou, il Chelsea segna tre gol nei primi 19 minuti al ritorno. La doppietta di Ronaldinho rischia di far deragliare i Blues, ma ci pensa il capitano John Terry a rimetterli in carreggiata con un suo inimitabile colpo di testa.

Juventus - SV Werder Bremen 4-4 (vittoria della Juventus grazie ai gol in trasferta), 2005/06 

Una sfida di andata con pochi guizzi, almeno fino all'82': 1-1 e molto equilibrio. Poi David Trezeguet raddoppia per i bianconeri. Un gol pesante, forse decisivo, ma il Werder reagisce e ribalta il risultato con le reti di Tim Borowski e Johan Micoud. Lo stesso Micoud va ancora a segno al ritorno al Delle Alpi, ma la Juventus restituisce il favore dell'andata segnando le reti decisive con Trezeguet e Emerson.

FC Bayern München - Real Madrid CF 4-4 (vittoria del Bayern grazie ai gol in trasferta), 2006/07
Due gol in quattro minuti - a 1500km e a due settimane di distanza – ribaltano le sorti della sfida. Il Real Madrid conduce 3-1 in casa grazie a Raúl González e a Ruud van Nistelrooy, ma la rete di Mark van Bommel all'88' dà speranza ai bavaresi in vista del ritorno a Monaco. Roy Makaay riequilibra il risultato complessivo segnando il gol più veloce del torneo e Lúcio certifica la qualificazione. Qualche brivido nel finale per il gol di Van Nistelrooy.

Sevilla FC - Fenerbahçe SK 5-5 (vittoria del Fenerbahçe per 3-2 ai calci di rigore), 2007/08
E' indicativo che il Siviglia venga eliminato pur passando in vantaggio due volte. I ragazzi di Zico passano in vantaggio due volte con Mateja Kežman e Diego Lugano a Istanbul, ma si fanno rimontare in entrambe le occasioni. Nonostante il gol del vantaggio di Semih Şentürk all'andata, il Siviglia va all'attacco in casa ed è a 11 minuti dalla vittoria quando vede la sfida allungarsi ai supplementari. Nessuna delle due squadre riesce a trovare il colpo di grazie e tocca allora a Volkan Demirel diventare l'eroe parando tre calci di rigore nella serie finale.

FC Bayern München - Sporting Clube de Portugal 12-1, 2008/09
E' la sfida con il punteggio complessivo più ampio nella storia della UEFA Champions League. Non c'è quasi più partita fin dal momento in cui Franck Ribéry porta in vantaggio il Bayern a Lisbona poco prima dell'intervallo. L'andata finisce 5-0. Il turno è deciso, ma il Bayern non è sazio. Al ritorno, sei calciatori diversi contribuiscono a eguagliare la vittoria più ampia in una singola gara della fase a eliminazione diretta. Allo Sporting non resta che leccarsi le (profonde) ferite.

Manchester United FC - AC Milan 7-2, 2009/10
Sebbene lo United non riesca a eguagliare i sette gol realizzati contro l'AS Roma tre stagioni prima, la squadra di Sir Alex Ferguson offre un'altra prestazione travolgente. Wayne Rooney firma una doppietta nel successo per 3-2 all'andata a San Siro, ma il capolavoro si compie al ritorno. Rooney firma un'altra doppietta nel memorabile poker dello United a Old Trafford.

FC Bayern München - FC Internazionale Milano 3-3 (vittoria dell'Inter grazie ai gol in trasferta), 2010/11
La riedizione della finale del 2010 promette spettacolo, e le attese non vengono deluse. Una buona prestazione del portiere bavarese Thomas Kraft consente al Bayern di vincere 1-0 all'andata a Milano grazie a un gol di Mario Gomez. L'Inter, tuttavia, non ha intenzione di lasciare il trofeo senza lottare. Samuel Eto'o pareggia la sfida alla Fußball Arena München, ma il Bayern è avanti 3-1 al 31'. L'Inter conquista una qualificazione insperata grazie alle reti di Wesley Sneijder e di Goran Pandev, quest'ultima a due minuti dalla fine.

APOEL FC - Olympique Lyonnais 1-1 (vittoria dell'APOEL per 4-3 ai calci di rigore), 2011/12
Prima squadra cipriota a raggiungere la fase a eliminazione diretta, l'APOEL deve ribaltare l'1-0 dell'andata a Lione. La squadra di Ivan Jovanović, rivelazione del torneo, allunga la sfida ai supplementari grazie a un gol in avvio di Gustavo Manduca a Nicosia. Neppure l'espulsione dello stesso giocatore al 115' frena la corsa dell'APOEL, che deve ringraziare il portiere Dionisios Chiotis nella serie finale dal dischetto.

FC Bayern München - Arsenal FC 3-3 (vittoria del Bayern grazie ai gol in trasferta), 2012/13
La squadra di Jupp Heynckes parte fortissimo a Londra e nel giro di 21' è già avanti 2-0 grazie ai gol di Toni Kroos e Thomas Müller. Lukas Podolski, grande ex della sfida, accorcia le distanze per i Gunners, ma il tris bavarese di Mario Mandžukić rende proibitiva l'impresa che attende al ritorno i lindinesi. Ciononostante, Olivier Giroud porta subito in vantaggio e il raddoppio di Laurent Koscielny rende tesi i minuti finali, ma il Bayern tiene. I bavaresi torneranno a Londra a maggio, laureandosi campioni a Wembley.

Ultimo aggiornamento: 17/02/14 19.24CET

Informazioni collegate

Profili squadre

http://it.uefa.com/uefachampionsleague/news/newsid=1917135.html#ottavi+finale+sfide+storiche

  • © 1998-2014 UEFA. Tutti i diritti riservati.
  • Le parole CHAMPIONS LEAGUE e UEFA CHAMPIONS LEAGUE, il logo e il trofeo della UEFA Champions League e i loghi della Finale di UEFA Champions League sono marchi registrati e/o copyright della UEFA. Tali marchi non possono essere utilizzati in nessun modo per scopi commerciali. L'utilizzo di UEFA.com sta a significare l'accettazione dei Termini e Condizioni e delle Norme sulla Privacy.