UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

La Germania dilaga ed è campione

Norvegia - Germania 1-8
La Germania di Meinert vince il suo quarto Europeo Femminile U19 UEFA dopo il successo record a Imola.

La Germania dilaga ed è campione
La Germania dilaga ed è campione ©UEFA.com

La Germania ha vinto il suo quarto Europeo Femminile Under 19 UEFA dopo aver dominato contro la Norvegia nella finale di Imola.

In vantaggio con il colpo di testa di Luisa Wensing nel primo tempo, la squadra di Maren Meinert ha messo in tasca il risultato già verso l'ora di gioco, grazie alla doppietta di Lena Lotzen e ai gol di Isabella Schmid e Romana Petzelberger - che hanno messo la Germania sulla buona strada per registrare il record della vittoria in finale con più ampio margine. Ivana Rudelic, di nuovo Schmid, e Anja Hegenauer hanno fissato il risultato sull'8-1.

Come nelle precedenti quattro partite, inclusa la vittoria all'esordio nel torneo per 3-1 contro la nazionale di Jarl Torske, il centrocampo della Germania sovrasta totalmente le avversarie, con Schmid a condurre i giochi al centro e Eunice Beckmann a giostrare in posizione più defilata. Il numero 7 della Germania crea la prima vera occasione per la sua squadra dopo aver raccolto una palla alta, e servito Petzelberger, il cui tiro viene deviato sul fondo da Ane Fimreite. Beckmann va vicino al raddoppio poco dopo.

La Norvegia si fa minacciosa solo sporadicamente soprattutto con palle lunghe e calci piazzati – Leonie Maier respinge la punizione dai 25 metri di Andrine Hegerberg sulla linea. E' la Germania, però, a far fruttare davvero un calcio da fermo: Wensing raccoglie il calcio d'angolo di Petzelberger con un bel tuffo di testa e insacca.

La Germania raddoppia poco dopo l'intervallo, con un bello scambio che vede protagoniste Carolin Simon, Lotzen e Schmid, e che culmina con la numero 8 tedesca che supera Fimreite – proprio come nella gara di apertura del torneo – dalla lunga distanza. Ora che la partita si è sbloccata il terzo gol della Germania arriva in scioltezza, dopo un altro bello scambio tra Schmid e Beckmann, che sorprende Lotzen.

La Norvegia sembra impotente e dopo 58 minuti è già sotto di quattro gol, dato che il colpo di testa di Lotzen si insacca alle spalle di Petzelberger. Poco dopo Lotzen vola più alta di tutti e devia in rete il corner battuto da Jennifer Cramer. Anche la sesta rete tedesca non si fa attendere, quando Rudelic raccoglie bene un cross della subentrata Anja Hegenauer.

Bjånesøy si consola con la sua settima rete nel torneo, realizzata sugli sviluppi del calcio d'angolo battuto da Caroline Hansen. La Germania, però, non è sazia, e trova il gol con Schmid dalla distanza prima che Hegenauer superi Fimreite dai 20 metri a due minuti dal termine.