Alla Svizzera basta il pari

Russia - Svizzera 0-0
Le elvetiche ottengono il punto necessario per approdare in semifinale - dove affronteranno la Germania - per la seconda volta in tre anni.

Alla Svizzera basta il pari
Alla Svizzera basta il pari ©UEFA.com

La Svizzera si qualifica per le semifinali dei Campionati Europei UEFA Under 19 Femminili per la seconda volta in tre anni pareggiando a reti bianche contro la Russia, che conclude così il suo cammino nel torneo.

La formazione di Aleksandr Shagov, che necessita di una vittoria per proseguire il suo cammino, parte forte e si rende pericolosa con lanci lunghi e calci di punizione. Su uno di questi, Tatiana Ananyeva chiama alla respinta di pugno Pascale Küffer. Dopo 6', Anna Cholovyaga devia sulla traversa un cross dalla sinistra di Kristina Mashkova.

Cholovyaga fallisce un'altra chance a metà primo tempo, quando addomestica un cross dalla destra di Ilona Vlasenko, ma calcia fuori misura. A dispetto delle molte occasioni russe, la Svizzera non sfigura, pur gicando dal 14' minuto senza il capitano Chantal Fimian, uscita in barella per infortunio. 

Al 24' Probst serve un bel pallone filtrante a Cinzia Jörg, ma il suo tiro dalla distanza è troppo debole per impensierire Margarita Shirokova. La centrocampista aggiusta la mira poco più tardi con un gran tiro dai 30 metri, che batte il portiere russo, ma si stampa sulla traversa.

La squadra di Yannick Schwery comanda le operazioni e sfiora nuovamente il gol con un'altra conclusione dalla distanza di Lia Wälti. Nel frattempo anche la Russia perde il proprio capitano, Ananyeva, per infortunio.

Tocca poi a Küffer salire in cattedra per negare il gol prima a Cholovyaga, ben innescata da Karina Blynskaya, quindi a Valentina Orlova, che stacca più in alto di tutti su azione di corner.

L'estremo difensore elvetico non si lascia sorprendere nemmeno dalle conclusioni dalla distanza di Ksenia Veselukha - l'ultima in pieno recupero - e mette così la propria firma sulla qualificazione alle semifinali: avversaria di mercoledì sarà la Germania.