L'entusiasmante crescita del calcio femminile

Palrando durante i sorteggi, il segretario generale UEFA Gianni Infantino ha evidenziato le affluenze record e gli ottimi ascolti televisivi, che testimoniano la crescente popolarità del calcio femminile.

Gianni Infantino al sorteggio di Nyon
Gianni Infantino al sorteggio di Nyon ©UEFA.com

La popolarità del calcio femminile continua ad aumentare grazie alla UEFA Women's Champions League, competizione sempre in prima linea e all'avanguardia a livello continentale.

Al sorteggio dei sedicesimi e degli ottavi del torneo, svoltosi giovedì presso la Casa del Calcio Europeo di Nyon, il segretario generale UEFA Gianni Infantino ha evidenziato affluenze record e ottimi ascolti televisivi, che testimoniano la crescente popolarità della competizione.

"La finale del 2012 tra Olympique Lyonnais ed 1. FFC Frankfurt è stata un'ottima vetrina. Con 50.212 spettatori, è stato battuto non solo il record della competizione, ma anche quello del calcio femminile moderno. Inoltre, 3 milioni e mezzo di persone ha guardato la partita vinta dal Lione in TV".

"Il calcio femminile cresce a velocità esponenziale - ha proseguito Infantino -, come testimoniano l'affluenza e l'audience della Coppa del Mondo FIFA femminile dell'anno scorso e il torneo olimpico femminile di Londra 2012. Dobbiamo capitalizzare questo interesse continuando a giocare un calcio spettacolare e all'insegna del fair play".

A questa edizione partecipano 54 squadre provenienti da 46 federazioni. Le finaliste di UEFA Women's Champions League 2012/13 si sfideranno il 23 maggio a Londra in uno stadio ancora da destinarsi. "Il sorteggio odierno dà inizio alla quarta edizione della Champions League femminile, che permetterà alle squadre di visitare nuovi paesi, stadi e città e di conoscere nuove culture calcistiche", ha proseguito Infantino.

La grande crescita del calcio femminile in Europa è stata favorita da alcune importanti decisioni della UEFA. A livello di club, la UEFA Women's Champions League è stata inaugurata nel 2009/10. La prima competizione europea femminile per club è nata nel 2001/02 dopo l'approvazione del Comitato Esecutivo UEFA a maggio 2000.

La prima competizione europea UEFA per rappresentative nazionali è nata agli inizi degli anni '80, per diventare successivamente un Campionato Europeo a tutti gli effetti con una fase finale da disputarsi ogni quattro anni.

A livello generale è stato ideato il programma UEFA per lo sviluppo del calcio femminile (WFDP). A dicembre 2010, in occasione del meeting di Praga, il Comitato Esecutivo UEFA ha riscontrato l'enorme crescita del calcio femminile a livello continentale, sia per numero di tesserate che di partecipanti. Per questo, è stato concordato di sostenere il programma fino al 2016 attraverso il progetto di assistenza HatTrick a nome delle 53 federazioni affiliate alla UEFA.

L'ex campionessa tedesca Steffi Jones è l'ambasciatrice del programma UEFA WFDP e lavora a stretto contatto con la UEFA per sviluppare ulteriormente il calcio femminile in tutta Europa.

In alto