UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Un mare giallo a Stoccolma per la Svezia

Migliaia di tifosi si sono radunati a Stoccolma per accogliere i giocatori della Svezia, trionfatrice ai Campionati Europei UEFA Under 21 2015 in Repubblica ceca.

I giocatori della Svezia sono stati accolti da eroi al rientro a Stoccolma
I giocatori della Svezia sono stati accolti da eroi al rientro a Stoccolma ©AFP/Getty Images

La Svezia, trionfatrice ai Campionati Europei UEFA Under 21, è stata accolta trionfalmente a Stoccolma da migliaia di tifosi al rientro dalla Repubblica ceca. "E assolutamente incredibile", ha dichiarato a UEFA.com Patrik Carlgren, autore martedì di due parate nella serie di rigori finale contro il Portogallo.

Quando il volo che trasportava la squadra è entrato nello spazio aereo svedese, è stato scortato da due caccia da combattimento fino all'Aeroporto Bromma di Stoccolma. Dopo una breve sosta in albergo, la squadra è salita su un pullman scoperto e ha percorso la città in parata fino a Kungsträdgården, dove secondo fonti della polizia si sono radunati circa 20.000 tifosi, compreso il Primo Ministro Stefan Löfven.

Una volta saliti sul palco, i giocatori, come un sol uomo, si sono messi a fotografare la folla con i rispettivi telefoni. "Volevo catturare quegli istanti dal mio punto di vista - ha spiegato il centrocampista Robin Quaison -. Saranno immagini che riguarderò con piacere". Il giocatore del Palermo, uno dei sei membri della squadra originari di Stoccolma, ha apprezzato il caldo abbraccio dei tifosi: "Ricevere un'accoglienza del genere nella mia città natale è straordinario", ha aggiunto. 

La gioia di Carlgren per il trionfo svedese
La gioia di Carlgren per il trionfo svedese

Un altro giocatore nativo di Stoccolma, John Guidetti, ha partecipato ai cori dei tifosi e ha intonato con loro l'inno nazionale, prima di eseguire un rap su 'Nya Sverige', il motivo composto da Dani M per la squadra prima del torneo. Alcuni estratti del testo recitavano: "Patrik [Carlgren] ci guarda le spalle", "Ludde [Ludwig Augustinsson] è il miglior terzino sinistro" e "abbiamo scritto la storia insieme". Un fatto, quest'ultimo, che nessuno può negare. Guidetti ha poi ceduto il microfono a Måns Zelmerlöw, vincitore a maggio del concorso canoro Eurovision, che ha intonato 'Heroes'.

Guarda il trionfo della Svezia ai rigori
Guarda il trionfo della Svezia ai rigori

Mentre il resto della squadra ha lasciato Kungsträdgården con l'intento di fsteggiare per l'intera notte, Carlgren sapeva in anticipo che avrebbe dovuto interrompere i festeggiamenti nell'immediato dopocena. Il portiere dell'AIK volerà in Finlandia giovedì mattina per prendere parte alla sfida del primo turno preliminare di UEFA Europa League contro il VPS Vaasa. "Non mi pesa, io amo giocare a calcio", ha dichiarato l'estremo difensore.