UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Spagna, rimonta e titolo Under 19

Repubblica ceca - Spagna 2-3 (dts)
Due volte in svantaggio, la squadra di Ginés Meléndez la spunta in rimonta con due gol del subentrato Paco Alcácer nel secondo tempo supplementare.

Spagna, rimonta e titolo Under 19
Spagna, rimonta e titolo Under 19 ©UEFA.com

Il subentrato Paco Alcácer va a bersaglio due volte nei 12 minuti finali dei tempi supplementari regalando alla Spagna il successo in rimonta sulla Repubblica ceca che vale il quinto trionfo complessivo ai Campionati Europei UEFA Under 19.

Dopo un primo tempo avaro di emozioni, la Repubblica ceca passa in vantaggio al 7' della ripresa grazie a un rasoterra di Ladislav Krejčí. La Spagna, sconfitta in finale nel 2010 e alla ricerca del quinto acuto continentale, trova il pareggio all'85' con una zampata di puro opportunismo di Jon Aurtenetxe. Il subentrato Patrik Lácha riporta avanti i cechi al 7' del primo tempo supplementare, ma è un altro giocatore partito dalla panchina, Paco Alcácer, a regalare il successo agli iberici andando a bersaglio al 108' e al 115'.

La Repubblica ceca prova a pungere per prima con un tiro-cross di Krejčí che si spegne oltre il palo lungo. La Spagna replica mostrando sprazzi del suo calcio manovrato: Pablo Sarabia è una spina nel fianco per gli avversari sulla fascia destra, con Álvaro Morata e Rubén Pardo pronti a sfruttare il benché minimo spiraglio.

I cechi sfruttano bene le palle inattive. In apertura di ripresa Jakub Brabec sfiora il vantaggio di testa sugli sviluppi di un corner, ma il gol arriva su azione: Il subentrato Martin Sladký ruba palla nella metà campo spagnola e serve Krejčí, che dopo essersi liberato di tre difensori batte Edgar Badia con un sinistro rasoterra che si insacca sul secondo palo.

Il Ct spagnolo Ginés Meléndez getta nella mischia Alcácer, capocannoniere delle fasi finali Under 17 dello scorso anno, e l'attaccante sfiora subito il pareggio con un gran tiro che impegna Koubek sul primo palo. A seguire il No11  non sfrutta un pregevole cross dalla sinistra di Sarabia, quindi costringe nuovamente Koubek all'intervento. Il pareggio iberico arriva comunque all'85', quando il terzino sinistro Aurtenetxe devia in rete da distanza ravvicinata una conclusione di Pardo.

Si va così ai supplementari ed è ancora la Repubblica ceca a portarsi avanti, al 7'. Krejčí semina lo scompiglio nella retroguardia spagnola e dopo essere entrato in area scarica all'indietro per Lácha, che fulmina Badia.

La Spagna anche questa volta ha il merito di non darsi per vinta e a 12' dal fischio finale trova il 2-2 con Alcácer dopo una spizzata di testa di Morata. Passano altri sette minuti e l'attaccante del Valencia CF completa l'opera battendo Koubek con un sinistro da manuale e regalando il titolo europeo agli iberici.