UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Pirlo un sorriso amaro

Nonostante la sua grande prestazione, Andrea Pirlo ha descritto la vittoria per 3-1 contro il Siviglia come "la finale più triste".

Il Milan solleva il trofeo dopo la vittoria sul Siviglia
Il Milan solleva il trofeo dopo la vittoria sul Siviglia ©Getty Images

Andrea Pirlo crede che l'AC Milan abbia onorato la memoria di Antonio Puerta con una grande prestazione nel secondo tempo. I rossoneri hanno battuto per 3-1 il Sevilla FC conquistando la Supercoppa UEFA a Montecarlo.

Modestia
Il Siviglia, caricato dal desiderio di difendere questo titolo per dedicarlo al compagno di squadra scomparso, è partito molto bene allo Stade Louis II ed è andato in vantaggio con Renato al 14'. Nel secondo tempo si è però visto un altro Milan con Pirlo sublime direttore d'orchestra.  Filippo Inzaghi ha pareggiato e Kaká ha chiuso il discorso dopo lo splendido gol di Marek Jankulovski con un gran tiro al volo su splendido lancio di Pirlo. "E' stato un buon passaggio - ha detto con modestia il regista -, ma il merito del gol è tutto suo e del suo tiro".

Emozioni contrastanti
Pirlo ha ricevuto il premio Carlsberg Man of the Match oltre alla medaglia per la conquista del trofeo. Anche se non può godersi a pieno la felicità per la sua prestazione. "Probabilmente è stata la mia partita migliore in una finale - ha detto -. Però è stata anche la finale più triste. E' stato difficile gestire la situazione, ma abbiamo dimostrato che anche noi abbiamo giocato per [Puerta] e lo abbiamo fatto con il migliore spirito possibile".