Mertens non basta, il Genoa ferma il Napoli

Al San Paolo la squadra di Ancelotti non va oltre l'1-1 contro i Grifoni e scivola a -20 dalla Juventus, a un passo dall'ennesimo scudetto: sblocca l'attaccante belga, pareggia Lazović nel recupero del primo tempo.

©AFP/Getty Images

Napoli-Genoa 1-1 (Mertens 34'; Lazović 45’+3’)
Il Napoli non va oltre il pareggio contro il Genoa e la Juventus si avvicina all’ottavo Scudetto consecutivo. Al San Paolo, nel posticipo della 31esima giornata, la squadra di Carlo Ancelotti impatta 1-1 contro quella di Cesare Prandelli: succede tutto nel primo tempo, con il centrocampista serbo Darko Lazović che nel recupero risponde al vantaggio realizzato da Dries Mertens. 

L’avvio dei padroni di casa è buono. Fabián Ruiz e Arkadiusz Milik vanno subito vicini al gol, mentre dalla parte opposta è l’ex Goran Pandev a mettere i brividi al San Paolo. Orestis Karnezis ferma ancora l’attaccante macedone, poi al 28’ gli ospiti restano in dieci per l’espulsione di Stefano Sturaro, decisa dopo il controllo con il VAR.

Con l’uomo in più il Napoli sblocca il risultato. Piotr Zieliński serve Mertens, che con uno splendido destro da fuori batte Andrei Radu: per l’attaccante belga è l’undicesimo gol in campionato, il 104esimo con la maglia del Napoli. La squadra di Prandelli prima colpisce il palo con il difensore tedesco Koray Günter, poi mette i brividi a Karnezis che vola a respingere il tentativo di Davide Biraschi.

Nel recupero del primo tempo, dopo una chance sciupata da José Callejón, arriva il pareggio. Assist di Pandev e destro vincente al volo - sul palo più lontano - di Lazović.
La squadra di Ancelotti prova a vincere nella ripresa, ma non riesce a trovare il gol decisivo.

Milik manda alto di testa sul cross di Callejón, poi Radu compie due grandi interventi, sulla conclusione di Kalidou Koulibaly e su un tiro deviato di Mertens. Finisce 1-1: alla Juventus, sabato prossimo sul campo della SPAL, basterà non perdere per laurearsi campione d’Italia.



In alto