Il sito ufficiale del calcio europeo

Non tutto è perduto per il Mladost

Pubblicato: Venerdì, 5 luglio 2013, 12.59CET
Anche se la squadra montenegrina ha perso 2-1 contro il Videoton nel suo primo incontro assoluto di UEFA Europa League, il margine di sconfitta le permette ancora di sognare il secondo turno di qualificazione.
di Aleksandar Radović
da Podgorica
Non tutto è perduto per il Mladost
Il Mladost Podgorica in allenamento ©Vijesti
 
Pubblicato: Venerdì, 5 luglio 2013, 12.59CET

Non tutto è perduto per il Mladost

Anche se la squadra montenegrina ha perso 2-1 contro il Videoton nel suo primo incontro assoluto di UEFA Europa League, il margine di sconfitta le permette ancora di sognare il secondo turno di qualificazione.

Anche se l’FK Mladost Podgorica ha compiuto un salto nel buio affrontando il Videoton FC in Ungheria nel suo primo incontro di UEFA Europa League, la sconfitta per 2-1 è comunque un risultato da festeggiare.

A Szekesfehervar, Božo Marković ha segnato il primo gol in Europa della squadra montenegrina dopo appena 2’, e anche se le reti di Paulo Vinícius e Ádám Gyurcsó hanno ribaltato il risultato a favore della squadra di casa, l’attaccante si dice contento: "Non sapevamo cosa aspettarci perché non sapevamo se fossimo pronti per competere contro una squadra dalle grandi ambizioni. Ora sappiamo che al ritorno può succedere di tutto".

Il tecnico Nikola Rakojević aggiunge: "Nelle partite come queste l’esperienza è molto importante, perché noi eravamo all’esordio assoluto in Europa, ma abbiamo giocato con solidità. Ovviamente il Videoton era più forte e siamo stati a guardarlo per la maggior parte dell’incontro, ma devo congratularmi con i giocatori per la prestazione coraggiosa".

Il club della capitale è una vera  fucina di talenti e, quando si chiamava OFK Titograd, ha lanciato campioni come Dejan Savićević, Predrag Mijatović e Stevan Jovetić. Tuttavia, è arrivato in Europa solo quest’anno, grazie al sesto posto campionato e alla non conformità ai criteri UEFA di diverse squadre che l’hanno preceduto in classifica.

La UEFA Europa League, dunque, è stata con una sorpresa gradita. "Queste partite sono un regalo per noi - spiega il difensore Aleksandar Šofranac -.  Vogliamo rendere giustizia al calcio montenegrino e goderci l’occasione il più a lungo possibile. Sono sicuro che tutti gli ex giocatori famosi di questa squadra sarebbero orgogliosi di vederci al prossimo turno".

Qualificarsi non sarà facile, ma in attesa del ritorno di giovedì Rakojević sogna il secondo turno contro gli slovacchi dell’FK Senica. "Speravamo di fare un buon risultato all’andata e ci siamo riusciti. In 90 minuti può accadere di tutto, ma il Videoton resta favorito. Dopotutto ha segnato di più e si è già trovato in queste situazioni. Cercheremo di sorprenderlo".

Ultimo aggiornamento: 05/07/13 14.49CET

Informazioni collegate

Profili squadre

http://it.uefa.com/uefaeuropaleague/season=2014/matches/round=2000465/match=2012245/prematch/preview/index.html#non+tutto+perduto+mladost