UEFA.com funziona meglio su altri browser
Dal 25 gennaio, UEFA.com non supporterà più Internet Explorer.
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox o Microsoft Edge.

Nulla è deciso tra Ajax e Lione

I Lancieri si presentano in Francia dopo aver vinto la semifinale di andata di UEFA Europa League per 4-1. Una formalità? Non per Derek Brookman di UEFA.com, che ci spiega perché il Lione può ancora sperare.

Alexandre Lacazette esulta dopo un gol con il Lione
Alexandre Lacazette esulta dopo un gol con il Lione ©AFP/Getty Images

Dopo una semifinale di andata vinta di tre gol, tutti i pronostici sono favorevoli all'Ajax, ma il Lione potrebbe ancora avere qualche motivo per crederci.

Prima le brutte notizie per la squadra francese: l'Ajax ha tirato a rete e nello specchio più di qualsiasi altra partecipante a questa UEFA Europa League. In 13 partite ha segnato 12 gol, rimanendo a bocca asciutta solo in casa del Legia Warszawa (0-0). L'attaccante Bertrand Traoré, che ad Amsterdam ne ha firmati due e ne ha ispirato un altro pur non essendo al 100%, sarà ancora più in forma giovedì, mentre i difensori titolari Nick Viergever e Joël Veltman rientreranno da una squalifica.

Highlights: l'Ajax batte il Lione
Highlights: l'Ajax batte il Lione

Partenza convincente ad Amsterdam
Detto questo, la partita allo Stade de Lyon non sarà una causa persa per i padroni di casa, che all'andata non sono stati surclassati come si potrebbe pensare. Alla Amsterdam ArenA, la squadra ha esibito un piano di gioco inizialmente solido, chiudendo gli spazi e le linee di passaggio dell'Ajax e  avanzando con determinazione. In effetti, se Andre Onana non avesse fermato fortuitamente un tiro di Maxwel Cornet con il punteggio ancora sullo 0-0, la gara avrebbe preso una direzione completamente diversa.

Il fattore Lacazette
Un altro fattore è la possibile partenza da titolare di Alexandre Lacazette. Il 25enne attaccante ha partecipato a 35 dei 71 gol stagionali segnati dal Lione, segnandone 31 e servendo quattro assist. Particolarmente importanti sono stati i suoi scambi con Corentin Tolisso: se i due giocatori dovessero essere in forma, Onana e la sua difesa potrebbero avere molti grattacapi.

Guarda alcuni gol memorabili di Lacazette
Guarda alcuni gol memorabili di Lacazette

La pazienza
Il Lione sa anche che l'Ajax ha surclassato lo Schalke all'andata dei quarti, ma al ritorno ha faticato non poco. A un certo punto, i lancieri erano addirittura in svantaggio per 3-0, proprio il punteggio che porterebbe il Lione a Stoccolma. La squadra francese deve avere soprattutto pazienza. Lanciarsi a testa bassa in attacco o rischiare troppo per segnare subito la lascerebbe vulnerabile ai contropiedi: un gol ogni mezz'ora può andar bene, purché non subisca gol.

Una cosa è certa: se la semifinale di ritorno dovesse essere aperta come quella di andata, prepariamoci a un grande spettacolo. Come ha commentato il tecnico Peter Bosz la scorsa settimana, la gara poteva finire anche 9-4 o 12-6. Raramente si vedono così tante occasioni a questo turno di una competizione europea: con il Lione obbligato a segnare almeno tre gol e l'Ajax più che capace di farne uno o due, neanche il più bravo degli indovini si azzarderebbe a fare pronostici.