Metti fuorigioco il COVID-19 seguendo i cinque punti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e della FIFA per aiutare a fermare la diffusione della malattia.

1. Lavarsi le mani 2. Tossire sul gomito piegato 3. Non toccarsi il viso 4. Mantenere la distanza fisica 5. Stare a casa in caso di malessere.
Maggiori informazioni >

Delneri esalta il collettivo Juve

Il tecnico bianconero è soddisfatto per l'1-0 sullo Shamrock, ottenuto su un campo difficile e arrivato grazie a un gol di Alessandro Del Piero, partito dalla panchina: "Non contano i singoli, ma la forza del gruppo".

Delneri esalta il collettivo Juve
Delneri esalta il collettivo Juve ©Getty Images

Alla fine è servito un gol su punizione di Alessandro Del Piero - partito dalla panchina -  per domare lo Shamrock Rovers FC nella gara di ritorno del terzo turno preliminare di UEFA Europa League, ma il tecnico della Juventus Luigi Delneri, al di là della qualificazione già ipotecata con il successo 2-0 dell'andata, ha espresso soddisfazione per lo spirito mostrato in campo dai Bianconeri. "In questa squadra tutti possono essere determinanti", ha spiegato.

Il gol firmato al 74' da Del Piero con un magistrale calcio da fermo ha spezzato gli equilibri di una sfida condizionata dal maltempo e dalle condizioni del terreno di gioco, che aveva visto i Bianconeri più volte vicini al gol, ma mai in grado di piazzare il colpo vincente. Un particolare che non è sfuggito a Delneri. "Stasera ci è mancato un pizzico di cinismo in avanti - ha ammesso il 59enne -. In questa fase della stagione i giocatori lavorano duramente nel corso della settimana ed è naturale che emerga un po' di stanchezza. La cosa più importante, però, è che abbiamo creato molto, anche nel primo tempo, senza concedere praticamente nulla ai nostri avversari".

Più che sulle prestazioni dei singoli, il tecnico bianconero si è soffermato sullo spirito che anima la Juve e sulla voglia di tutti di contribuire alla causa comune. "Sono soddisfatto, perché questa squadra è già un gruppo, non un insieme di individualità - ha spiegato -. Tutti possono essere determinanti, sia chi gioca dall'inizio, che chi subentra a partita in corso. Tutti stanno dando il massimo perché la Juventus ottenga risultati importanti".

Le difficili condizioni del terreno di gioco non hanno permesso ai Bianconeri di esprimere al meglio il proprio tasso tecnico e a pagarne le spese è stato Diego, uno dei giocatori di maggior classe. Dalla sostituzione del brasiliano, tuttavia, è scaturita la staffetta con Del Piero, autore del gol-partita. "Diego ha avuto delle difficoltà a causa del terreno di gioco allentato dalla pioggia e ha speso molto, per questo l'ho sostituito - ha concluso Delneri -. Naturalmente sono contento anche per Del Piero, che ha dimostrato di essere un grande professionista. Ho sempre saputo di poter contare su di lui".    

In alto