UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Finale Europa Conference League: storia di Roma - Feyenoord

Roma e Feyenoord, due squadre partite dalla fase di qualificazione, si affrontano a Tirana per l'atto conclusivo dell'edizione inaugurale della UEFA Europa Conference League.

UEFA via Getty Images

La Roma di José Mourinho e il Feyenoord di Arne Slot, ovvero due squadre che hanno iniziato la UEFA Europa Conference League nella fase di qualificazione sotto la guida di due nuovi allenatori, e che hanno vinto il rispettivo girone prima di superare tre turni della fase a eliminazione diretta, si affrontano a Tirana per sollevare il trofeo dell'edizione inaugurale della competizione.

• La Roma è alla ricerca della sua prima vittoria in una finale UEFA dopo le sconfitte in Coppa dei Campioni nel 1984 contro il Liverpool e in Coppa UEFA nel 1991 contro l'Inter. Il Feyenoord invece punta alla quarta coppa europea su quattro finali UEFA giocate dopo le vittorie in Coppa dei Campioni nel 1970 (contro il Celtic), in Coppa UEFA nel 1974 (contro il Tottenham Hotspur) e 2002 (contro Borussia Dortmund).

• Mentre la Roma ha perso due partite in questa edizione di UEFA Europa Conference League – entrambe in trasferta contro i norvegesi del Bodø/Glimt – il Feyenoord è ancora imbattuto dall'inizio della fase a gironi.

• Le due finaliste vantano anche il miglior attacco del torneo (dalla fase a gironi), col Feyenoord che ha segnato 28 reti in 12 partite, un gol più della Roma. Le due squadre si contendono anche lo scettro di capocannoniere, con Cyriel Dessers del Feyenoord a quota dieci gol, uno più di Tammy Abraham della Roma.

• Nonostante un solo punto conquistato contro il Bodø/Glimt nella fase a gironi, con una clamorosa sconfitta per 6-1 in trasferta e un 2-2 in casa, la Roma è arrivata prima nel Gruppo C di UEFA Europa Conference League segnando 18 gol (totale più alto nella fase a gironi) e ha poi eliminato il Vitesse agli ottavi (1-0 t, 1-1 c). Sorteggiata nuovamente contro il Bodø/Glimt ai quarti, la squadra di José Mourinho ha perso di nuovo in Norvegia (2-1) ma ha vinto 4-0 a Roma, con gol di Tammy Abraham e spettacolare tripletta di Nicolò Zaniolo. In semifinale è arrivata la vittoria sul Leicester City, battuto 1-0 in casa dopo l'1-1 in trasferta.

• Il Feyenoord ha vinto il Gruppo E con sei punti di vantaggio sul secondo posto dello Slavia Praha e ha chiuso il girone da imbattuto qualificandosi direttamente agli ottavi dove si è sbarazzato senza difficoltà del Partizan (5-2 t, 3-1 c). La squadra di Slot ai quarti ha affrontanto nuovamente i campioni della Repubblica Ceca che ha battuto 6-4 complessivamente (3-3 c, 3-1 t). In semifinale ha avuto la meglio sul Marseille battendolo 3-2 in casa e pareggiando 0-0 in trasferta.

Roma vs Feyenoord: The latest from the match

Precedenti
• Le due squadre si sono affrontate una sola volta in competizioni UEFA. Nei sedicesimi di UEFA Europa League 2014/15, i giallorossi hanno vinto complessivamente 3-2 in virtù di un 1-1 all'Olimpico e una vittoria per 2-1 a Rotterdam nel ritorno che ha visto tre calciatori espulsi (uno del Feyenoord di Fred Rutten e due della Roma di Rudi Garcia).

• Il bilancio della Roma contro avversari olandesi in competizioni UEFA è V4 P4 S2. I giallorossi hanno superato il turno nelle ultime quattro sfide a eliminazione diretta contro club di Eredivisie, di cui l'ultimo contro il Vitesse agli ottavi di questa edizione. La Roma non perde contro squadre olandesi da sette gare: quattro pareggi in casa e tre vittorie in trasferta.

• Il Feyenoord ha affrontato avversari italiani 14 volte in competizioni UEFA (V5 P4 S5). L'eliminazione contro la Roma di sette anni fa è stata l'unica in una fase a eliminazione diretta contro club italiani dato che nelle altre due occasioni ha superato il turno, tra cui spicca la vittoria contro l'Inter (1-0 t, 2-2 c) nella semifinale della Coppa UEFA 2001/02, poi vinta proprio dagli olandesi.

Stato di forma
Roma

Il cammino della Roma in Conference League
Il cammino della Roma in Conference League

• La Roma è arrivata settima in Serie A la scorsa stagione, a 29 punti dall'Inter capolista, ed è diventata la prima rappresentante italiana in UEFA Europa Conference League. Dopo il primo posto nel girone di UEFA Europa League 2020/21 davanti a Young Boys, CFR Cluj e CSKA Sofia, l'undici di Paulo Fonseca ha eliminato Braga, Shakhtar Donetsk e Ajax nella fase a eliminazione diretta, ma si è arreso al Manchester United in semifinale.

• Guidata da un altro portoghese, Mourinho, la Roma ha vinto entrambe le gare degli spareggi di UEFA Europa Conference League contro il Trabzonspor e ha superato il Gruppo C al primo posto per un solo punto, nonostante la sconfitta e il pari col Bodø/Glimt, vincendo le rimanenti partite contro CSKA-Sofia (5-1 c, 3-2 t) e Zorya Luhansk (3-0 t, 4-0 c). Abraham ha segnato il gol decisivo contro Vitesse e Leicester nonché il primo gol del ritorno dei quarti in casa contro il Bodø/Glimt, partita nella quale Nicolò Zaniolo ha messo a segno una tripletta. Il bilancio della Roma dalla fase a gironi è V7 P3 S2.

• Mentre per la Roma è la terza finale UEFA e la prima dopo 31 anni, per Mourinho è la quinta in carriera. Il Portoghese ha vinto in tutte e quattro le finali giocate: col Porto in Coppa UEFA del 2003 e UEFA Champions League del 2004, con l'Inter in UEFA Champions League del 2010 e col Manchester United in UEFA Europa League 2017. Il tecnico portoghese ha però perso due Supercoppe UEFA.

• Nonostante i sei gol subiti contro Manchester United e Bodø/Glimt nelle recenti trasferte, la Roma va in gol da 14 partite europee fuori dalla capitale (V9 P1 S4). L'ultima partita europea nella quale è rimasta a secco di gol è stata nell'ultima partita in campo neutro, quando ha perso 2-0 col Siviglia a Duisburg (in Germania), negli ottavi della UEFA Europa League 2019/20.

• Per la Roma questa è la prima partita UEFA in Albania.

Feyenoord

Highlights: Marseille - Feyenoord 0-0 
Highlights: Marseille - Feyenoord 0-0 

• Arrivato al quinto posto nella passata Eredivisie a 29 punti dall'Ajax capolista, il Feyenoord si è qualificato a una fase a gironi UEFA per la quinta volta in sei stagioni superando tre turni di qualificazione di UEFA Europa Conference League ai danni di Drita, Luzern ed Elfsborg.

• Il club di Rotterdam non superava una fase a gironi in Europa da quattro partecipazioniù. L'ultima eliminazione a una fase a gironi è stata la passata stagione in UEFA Europa League dove è arrivato al terzo posto sotto la guida di Dick Advocaat. In questa edizione, con Slot in panchina, gli olandesi hanno superato senza difficoltà il Gruppo E di UEFA Europa Conference League raccogliendo quattro punti contro Slavia (2-1 c, 2-2 t) e Maccabi Haifa (0-0 t, 2-1 c) e sei contro l'Union Berlin (3-1 c, 2-1 t). Nella fase a eliminazione diretta ha segnato 17 gol complessivi a Partizan, Slavia e Marseille. Il Feyenoord è imbattuto dalla fase a gironi con otto vittorie e quattro pareggi.

• Per il Feyenoord è la prima finale europea dalla seconda vittoria in Coppa UEFA risalente a 20 anni fa, quando ha battuto 3-2 il Dortmund a Rotterdam nel proprio stadio grazie alle reti di Pierre van Hooijdonk (due) e Jon Dahl Tomasson. L'altra unica finale UEFA giocata in campo neutro è stata la vittoria per 2-1 contro il Celtic nel 1970, sebbene nel 2002 abbia perso la Supercoppa UEFA per 3-1 contro il Real Madrid a Montecarlo.

• Il bilancio complessivo del Feyenoord in UEFA Europa Conference League è V5 P3 S1, con l'unica sconfitta per 1-3 in casa dell'Elfsborg che è stata ininfluente dato il 5-0 dell'andata a Rotterdam negli spareggi di qualificazione.

• Il club olandese ha giocato una volta in Albania in competizioni UEFA pareggiando 0-0 contro il Partizani al Qemal Stafa Stadium di Tirana – impianto poi demolito per fare posto alla National Arena – nell'andata del primo turno di Coppa delle Coppe 1991/92. Il Feyenoord ha poi vinto il ritorno per 1-0 a Rotterdam.

Finali UEFA

Highlights: Roma - Leicester 1-0
Highlights: Roma - Leicester 1-0

Roma (V0 S2)
1984 Coppa dei Campioni 1-1 contro Liverpool (dts; 3-4 dcr)
1991 Coppa UEFA 1-2 tot. contro Inter

Feyenoord (V4 S1)
1970 Coppa dei Campioni 2-1 contro Celtic (dts)
1970 Coppa Intercontinentale 3-2 tot. contro Estudiantes
1974 Coppa UEFA 4-2 tot. contro Tottenham Hotspur
2002 Coppa UEFA 3-2 contro Borussia Dortmund
2002 Supercoppa UEFA 1-3 contro Real Madrid

Collegamenti e curiosità
• Il terzino destro olandese della Roma, Rick Karsdorp, ha giocato col Feyenoord dal 2014 al 2017 prima di trasferirsi in Italia, ma nel 2019/20 è tornato in prestito al club di Rotterdam. In queste due parentesi col club olandese, ha giocato 123 partite in tutte le competizioni segnando tre gol.

• Ainsley Maitland-Niles della Roma e Reiss Nelson del Feyenoord sono entrambi in prestito dall'Arsenal.

• Nelson e Abraham sono stati compagni nell'Under 21 inglese; Nelson inoltre ha giocato con Henrikh Mkhitaryan della Roma ai tempi dell'Arsenal nella seconda metà della stagione 2017/18.

• Il difensore della Roma, Marash Kumbulla, ha giocato due volte con l'Albania alla National Arena di Tirana: contro la Polonia (0-1) a ottobre 2021 nelle qualificazioni al Mondiale 2022, e in amichevole contro la Georgia (0-0) a marzo di quest'anno.

• Sebbene la Roma non abbia mai vinto una competizione UEFA, può fregiarsi della vittoria nella Coppa delle Fiere del 1961 quando ha battuto il Birmingham City 4-2 complessivamente in finale (2-0 c, 2-2 t).

• Dessers e Abraham hanno segnato sempre almeno un gol contro gli avversari affrontati dall'inizio della fase a gironi.

Bilancio ai calci di rigore
• Il bilancio della Roma ai rigori in competizioni UEFA è V1 S3:
4-2 contro Norrköping, secondo turno Coppa UEFA 1982/83
3-4 contro Liverpool, finale Coppa dei Campioni 1983/84
3-4 contro Real Zaragoza, primo turno Coppa delle Coppe 1986/87
6-7 contro Arsenal, ottavi UEFA Champions League 2008/09

• Il bilancio del Feyenoord ai rigori in competizioni UEFA è V2 S0:
5-3 contro Sion, secondo turno Coppa dei Campioni 1991/92
5-4 contro PSV Eindhoven, quarti di finale Coppa UEFA 2001/02