UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Le sfide classiche della prima giornata di UEFA Champions League

Si avvicina rapidamente l'inizio della fase a gironi della UEFA Champions League, e UEFA.com ripropone alcune delle gare più belle mai giocate alla prima giornata della massima competizione europea a livello di club.

L'esultanza di Erling Haaland dopo il primo gol nella vittoria del Salzburg contro il Genk nel 2019
L'esultanza di Erling Haaland dopo il primo gol nella vittoria del Salzburg contro il Genk nel 2019 AFP via Getty Images

Dopo un'estate d'attesa, ogni stagione la prima giornata della fase a gironi è aspettata con trepidazione per lo spettacolo che puntualmente regala da 30 anni a questa parte.

UEFA.com sfoglia gli archivi e vi racconta le partite più emozionanti della prima giornata della fase a gironi.

Rangers - Olympique de Marseille 2-2 (1992/93)

I rangers alla prima giornata della nuova UEFA Champions League ospitano il Marsiglia nello stadio di Ibrox. Le reti di Alen Bokšić e Rudi Völler - quest'ultimo che approfitta di un errore difensivo dei padroni di casa - regalano il doppio vantaggio ai campioni di Francia a Glasgow. Il colpo di testa di Gary McSwegan e il gol di Walter Smith ristabiliscono la parità, mentre sul finale il salvataggio nella linea di porta di Mark Hateley consente agli scozzesi di ottenere un pareggio combattuto e meritato

Newcastle United - Barcelona 3-2 (1997/98)

L'esultanza di Faustino Asprilla nella vittoria del New Castle contro il Barcellona
L'esultanza di Faustino Asprilla nella vittoria del New Castle contro il Barcellona Getty Images


Il Newcastle United, al debutto assoluto nella competizione, ottiene una vittoria memorabile contro gli uomini di Louis van Gaal. L'attaccante colombiano Faustino Asprilla, autore di una tripletta, è l'eroe della serata: prima segna su rigore e poi realizza due gol di testa. I guizzi di Luis Enrique e Luís Figo riportano sotto gli ospiti, ma alla fine il Newcastle resiste e porta a casa i tre punti.

Manchester United - Barcelona 3-3 (1998/99)

L'esultanza del Manchester United dopo un gol al Barcellona all'Old Trafford
L'esultanza del Manchester United dopo un gol al Barcellona all'Old TraffordGetty Images

Il Barcellona fa subito visita all'Old Trafford in una stagione di Champions League in seguito dominata dal Manchester United, che in finale batterà in modo emozionante l'FC Bayern München. I Red Devils iniziano alla grande, schiacciando i Blaugrana e portandosi sul 2-0 con le reti di Ryan Giggs e Paul Scholes al 16esimo e al 24esimo minuto. I due brasiliani Sonny Anderson e Giovanni ristabiliscono la parità, ma David Beckham riporta avanti i padroni di casa. I catalani però hanno un ulteriore sussulto d'orgoglio, e dopo il fallo di mano di Nicky Butt è Luis Enrique a trasformare dal dischetto per il 3-3 definitivo.

Galatasaray - Monaco FC 3-2 (2000/01)
I tifosi accorsi all'Ali Sami Yen Stadyumu assistono a una partita spettacolare, che alla prima giornata della stagione 2000/01 termina con la vittoria del Galatasaray contro il Monaco. Jardel porta in vantaggio i padroni di casa, poi ci pensa Gheorghe Hagi a segnare il 2-0 con un siluro all'incrocio dei pali della porta difesa da Stéphane Porato. I Rouge et Blanc non mollano e riacciuffano i turchi con i gol di Bruno Irles e Marco Simone. La gara si accende ed entrambe le compagini rimangono in dieci uomini: quando il pareggio sembra la soluzione più logica, un traversone teso dalla sinistra trova Capone libero in area di rigore, e l'attaccante del Galatasaray segna con un prepotente colpo di testa la rete del definitivo 3-2.

I gol classici della prima giornata di Champions League

Hamburg - Juventus 4-4 (2000/01)

Vincitore del titolo europeo nel 1983, l'Amburgo torna in UEFA Champions League dopo 17 anni. Igor Tudor e Anthony Yeboah fanno i primi gol per le rispettive squadre, poi Filippo Inzaghi regala il vantaggio alla Vecchia Signora con due conclusioni di puro istinto. L'HSV, che sembrava ormai spacciato, riesce a rimontare con Mehdi Mahdavikia, ma soprattutto col portiere Jörg Butt che segna dal dischetto il 3-3. L'Amburgo sembra sull'orlo di una sorprendente vittoria quando Niko Kovač insacca da distanza ravvicinata, ma Inzaghi ha altre idee e completa la sua tripletta con un rigore in extremis.

Juventus - Celtic 3-2 (2001/02)
Sono due rigori nel finale a decidere la sfida tra Juventus e Celtic alla prima giornata della stagione 2001/02. Al minuto 55, allo Stadio Delle Alpi i campioni del 1996 sono già sul 2-0, frutto di una doppietta di David Trezeguet. Si svegliano però i Bhoys, che prima accorciano con Stiliyan Petrov e poi pareggiano con Henrik Larsson su calcio di rigore a quattro minuti dal termine. Ma quando la squadra di Martin O'Neill sembra certa del punticino, è il fresco entrato Nicola Amoruso a guadagnarsi e a trasformare un rigore al 90esimo che regala la vittoria ai padroni di casa.

Bayern München - Deportivo La Coruña 2-3 (2002/03)

Roy Makaay ha segnato una tripletta col Deportivo iin casa del Bayern
Roy Makaay ha segnato una tripletta col Deportivo iin casa del BayernBongarts/Getty Images


Il Bayern, vincitore dell'edizione 2000/01, subisce una batosta interna dal Depor di Roy Makaay alla prima giornata di quella 2002/03, terminata poi senza alcuna vittoria durante l'intera fase a gironi. Gli spagnoli volano sul 2-0 nel primo tempo grazie a due conclusioni chirurgiche dell'olandese, ma i bavaresi si riprendono e trovano il pareggio coi gol di Hasan Salihamidžić e Giovane Elber. Ma è la serata di Makaay, che cala il tris e supera ancora Oliver Kahn. La prova dell'attaccante è talmente convincente che l'estate successiva il Bayern decide di acquistarlo, facendo di lui il trasferimento più caro (fino a quel momento) nella storia del club.

Olympique Lyonnais - Real Madrid 2-0 (2006/07)
Ad un anno dalla sconfitta per 3-0 allo Stade de Gerland nella prima giornata di UEFA Champions League, la storia si ripete per il Real di Fabio Capello. Dopo aver raggiunto per tre volte consecutive i quarti di finale, il Lione non è più solo un outsider, e lo dimostra nuovamente contro i nove volte campioni d'Europa. Dopo appena 11 minuti, Fred supera con un elegante pallonetto Iker Casillas, battuto nuovamente prima dell'intervallo da Tiago.

Barcelona - AC Milan 2-2 (2011/12)

Pato porta in vantaggio il Milan al Camp Nou
Pato porta in vantaggio il Milan al Camp Nou©Getty Images


I campioni in carica del Barcellona capiscono subito che non sarebbe stato facile mantenere il titolo quando Pato segna il gol più veloce di sempre della prima giornata. Se l'inizio è al cardiopalmo, lo è anche il finale: dopo che Pedro Rodríguez e David Villa portano in vantaggio i padroni di casa, Thiago Silva appare al 92° minuto in area regalando il pari nel primo dei quattro incontri tra le due big di quella stagione.

Real Madrid - Manchester City 3-2 (2012/13)
Nonostante la successiva eliminazione per mano del Borussia Dortmund in semifinale, ciò che accade nella prima giornata della stagione 2012/13 sembra essere l'auspicio migliore per il Real all'inseguimento del decimo titolo di campione d'Europa. All'85', la rete di Aleksandar Kolarov sembra consentire ai campioni d'Inghilterra di espugnare Madrid, maa il Real, spinto dal pubblico, ribalta incredibilmente il risultato coi gol di Karim Benzema prima e di Cristiano Ronaldo al 90esimo.

Chelsea - Basel 1-2 (2013/14)

Highlights: Chelsea - Basel 1-2

Tutto sembrava andare per il verso giusto per i Blues dopo la splendida rete di Oscar prima dell'intervallo. Ma prima Mohamed Salah al 71' e Marco Streller più tardi regalano il successo in rimonta al Basilea. Salah si sarebbe trasferito a Stamford Bridge a gennaio 2014.

Valencia - Zenit 2-3 (2015/16)

Highlights: Valencia - Zenit 2-3

Axel Witsel segna il gol della vittoria e lo Zenit chiude in bellezza la sua striscia di nove partite senza vittorie contro avversari spagnoli. Due gol di Hulk nel primo tempo danno agli ospiti un comodo vantaggio nel primo tempo, ma João Cancelo accorcia le distanze prima che André Gomes completi la rimonta a poco più di un quarto d'ora dalla fine. Lo Zenit, però, ha la meglio con Witsel che con un tiro dal limite dell'area regala la vittoria ai russi.

Liverpool - Paris 3-2 (2018/19)

Highlights: Liverpool - Paris 3-2

Battuto in finale nella stagione precedente, il Liverpool supera il Paris ad Anfield solo nei minuti di recupero. I gol di Daniel Sturridge e James Milner portano in vantaggio i padroni di casa, ma Thomas Meunier ridà speranza ai campioni della Ligue 1 prima dell'intervallo. Kylian Mbappé segna la rete del pari per la formazione di Thomas Tuchel che sembra ormai certa di portarsi un punto a casa. Nei convulsi minuti finali, Roberto Firmino ripristina il vantaggio del Liverpool con una rasoiata precisa.

Salzburg - Genk 6-2 (2019/20) 

Highlights: Salzburg - Genk 6-2

Tra i i debutti in Champions League, quello di Erling Haaland è sicuramente uno dei più spettacolari. Il norvegese segna la sua prima rete nella competizione dopo soli due minuti e completa la sua tripletta entro l'intervallo, con le ulteriori reti di Hee-Chan Hwang e Dominik Szoboszlai che danno alla squadra austriaca un vantaggio di 5-1 a metà tempo. Ally Mbwana Samatta partecipa al festival del gol insieme a Jhon Lucumí nel primo tempo regalando una piccola speranza al Genk, ma Andreas Ulmer mette fine alle velleità di rimonta degli ospiti.

Manchester City - Leipzig 6-3 (2020/21)

Highlights: Man. City - Leipzig 6-3

Una splendida tripletta di Christopher Nkunku non basta ai vice campioni della Bundesliga 2019/20 che vengono travolti dalla formazione di Pep Guardiola. Nathan Aké apre le marcature, prima che un autogol di Nordi Mukiele e un rigore di Riyad Mahrez portassero il risultato sul 3-1 all'intervallo. Nkunku riporta per due volte gli ospiti a un solo gol di distanza dal City, ma un tiro al volo di Jack Grealish, al suo debutto in Champions League, e le reti di João Cancelo e Gabriel Jesus regalano i tre punti alla formazione inglese. 

Napoli - Liverpool 4-1 (2022/23)

Highlights: Napoli 4-1 Liverpool

Finalista solo pochi mesi prima, il Liverpool è stato colto alla sprovvista da un Napoli che avrebbe poi entusiasmato nella competizione e vinto il campionato italiano. All'intervallo i Partenopei sono in vantaggio di tre gol grazie al rigore di Piotr Zieliński (anche Victor Osimhen aveva sbagliato un rigore sull'1-0), alla bella conclusione di André-Frank Zambo Anguissa e al tap-in di Giovanni Simeone. Zieliński completa il poker subito dopo l'intervallo, e Luis Díaz segna quella che è la rete della bandiera per la squadra di Jürgen Klopp.