UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Decide Supermario: Italia, che esordio!

Inghilterra-Italia1-2
Gli Azzurri superano di misura l'Inghilterra e partono alla grande, agganciando in vetta al girone Costa Rica: Balotelli matchwinner, dopo il botta e risposta tra Marchisio e Sturridge.

Inghilterra - Italia 1-2: la partita in foto ©AFP/Getty Images

Inizia come meglio non potrebbe la Coppa del Mondo FIFA dell’Italia. All’Arena Amazonia di Manaus, gli Azzurri superano 2-1 l’Inghilterra e raggiungono il Costa Rica in vetta al Gruppo D: è un gol di Mario Balotelli a regalare i tre punti alla nazionale di Cesare Prandelli, dopo il botta e risposta nel primo tempo tra Claudio Marchisio e Daniel Sturridge.

Una prestazione incoraggiante quella dell’Italia, brava a soffrire quando i Leoni di Roy Hodgson premevano e letale nel punire gli avversari nelle occasioni costruite. Gli Azzurri si confermano un “incubo” per l’Inghilterra, già sconfitta (ai rigori) nei quarti di UEFA EURO 2012.

Prandelli deve rinunciare agli infortunati Gianluigi Buffon e Mattia De Sciglio, sostituiti da Salvatore Sirigu e dall’ottimo Matteo Darmian: in difesa i centrali sono Gabriel Paletta e Andrea Barzagli, con Giorgio Chiellini dirottato a sinistra, mentre a centrocampo confermato il doppio regista con Andrea Pirlo e Marco Verratti; in attacco gioca il solo Balotelli, supportato da Antonio Candreva e Marchisio. Hodgson, che recupera Danny Welbeck, opta per uno schieramento più offensivo del previsto preferendo Raheem Sterling ad Adam Lallana; il modulo dei Leoni è il 4-2-3-1.

La prima occasione è degli inglesi e la crea proprio Sterling, con un bolide di destro da fuori area che finisce sull’esterno della rete dando l’illusione ottica del gol; si rende pericoloso anche Jordan Henderson, con un destro su cui Sirigu si distende e para in tuffo. Gli Azzurri si affacciano in area con un sinistro di Chiellini, ma una leggerezza di Paletta permette agli inglesi di battere a rete ancora una volta, anche se Welbeck spedisce a lato dal limite.

La nazionale di Prandelli pian piano esce dal guscio, Balotelli al 23’ riceve palla da Marchisio e calcia con rapidità, ma la mira lascia a desiderare. Un minuto dopo i giocatori di Hodgson vanno vicinissimi al gol. Welbeck aggira alla grande Paletta e cerca sul secondo palo Sturridge, Barzagli rimedia con un intervento prodigioso. I vice campioni d’Europa reagiscono con Balotelli, che fallisce la correzione vincente sull’ottimo spunto di Darmian, imbeccato da De Rossi.

A dieci minuti dall’intervallo l’Italia passa. Sugli sviluppi di un corner, la finta di Pirlo invita Marchisio alla conclusione, il numero 8 Azzurro non si fa pregare e con un gran destro trova l’angolino, superando Joe Hart. Il vantaggio regge meno di due minuti. Rooney affonda sulla sinistra e serve il più invitante degli assist a Sturridge, che da due passi deve solo spingere il pallone in rete.

Un brutto colpo, ma la nazionale di Prandelli chiude in crescendo il primo tempo. Nel recupero, infatti, prima Balotelli costringe con una gran giocata Phil Jagielka al salvataggio sulla linea, poi Candreva centra un clamoroso palo. Dopo l’intervallo, Sturridge impegna dalla distanza Sirigu, ma al 50' l’Italia torna davanti. Candreva, sulla destra, rientra e pennella un cross al bacio per Balotelli, che schiaccia di testa e insacca il 2-1.

I due tecnici ridisegnano le squadre. Thiago Motta rileva Verratti negli Azzurri, Ross Barkley prende il posto di Welbeck nei Leoni. Le occasioni non mancano: Rooney due volte, Sturridge e proprio Barkley vanno tutti vicini al gol, mentre Darmian in proiezione offensiva è fermato sul più bello da Gary Cahill.

Ci provano dalla distanza Candreva da una parte e Glen Johnson dall’altra, ma l’esito è lo stesso: pallone sul fondo. Entrano anche Ciro Immobile, che rimpiazza Balotelli, e Jack Wilshere, gettato nella mischia al posto di Henderson. Leighton Baines impegna Sirigu su punizione, poi arrivano le ultime sostituzioni. Marco Parolo entra per Candreva, dalla parte opposta Lallana rimpiazza un acciaccato Sturridge.

Un calcio piazzato di Steven Gerrard e una conclusione di Rooney non impensieriscono l’Italia, che sfiora invece il tris con una punizione di Pirlo che si infrange sulla traversa. Finisce 2-1, dopo 5' di recupero: gli Azzurri conquistano una vittoria preziosa e importante.