UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Costruire il futuro

I Campionati Europei Femminili UEFA Under 19 contribuiranno agli sforzi che ci sono stati finora nel paese per diffondere e migliorare il calcio femminile in Italia.

I Campionati Europei Femminili UEFA Under 19 sono indubbiamente un avvenimento di grande rilevanza per il calcio femminile in Italia. Negli ultimi dieci anni la Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC) ha compiuto notevoli sforzi per diffondere e migliorare il calcio femminile nel paese e i risultati sono apprezzabili.

Dal 2001/02 il numero di squadre nelle prime tre divisioni femminili è raddoppiato e ora l'Italia può contare su 24.000 giocatrici tesserate. Questa cifra rappresenta meno del 10% delle 290.000 donne che giocano a calcio nel paese, e anche se i partecipanti di sesso maschile sono in netta superiorità - oltre 4,5 milioni - il numero è in costante aumento.

Ben 6,3 milioni di donne italiane hanno inoltre dichiarato di avere la passione del calcio e la FIGC si sta adoperando per sostenere questa crescita. La federazione gestisce diversi progetti educativi, tra cui il Progetto Scuole Calcio, i tornei giovanili, l'UEFA Grassroots Festival e "Calcio +".

Calcio+ è un campo estivo per ragazzi e ragazze tra i 13 e 16 anni, in cui imparano a mantenere uno stile di vita sano e a conoscere le regole del gioco e dell'anti-doping. Dal 2009, quando la FICG firmato l'UEFA Grassroots Charter, la federazione ospita un festival annuale presso il centro tecnico sportivo di Coverciano (Firenze). Il festival consiste di una serie di tornei con l'obiettivo di unire ragazzi e ragazze provenienti da realtà molto diverse.

I Campionati Europei Femminili UEFA Under 19 del 2011 saranno un evento più prestigioso, ma rientrano nella missione di rafforzare la visibilità del calcio femminile in Italia. Ma non saranno solo i giocatori a trarre vantaggio dalla partecipazione al torneo di quest’estate: anche per le allenatrici sarà un'occasione di crescita importantissima.

Attraverso il programma HatTrick, l'UEFA sostiene un'iniziativa della FIGC intitolata "Educare e allenare: un gol al femminile", rivolta ad allenatori e allenatrici della squadre di club femminili italiane. Due corsi di quattro giorni, suddivisi in avanzato e giovanile, sono in programma durante la fase finale e vedranno la partecipazione di 140 tecnici, dal campionato nazionale femminile alle squadre scolastiche e giovanili.