Si torna a giocare: la UEFA si sta preparando per un ritorno alle sue competizioni d'elite nella massima sicurezza.

Maggiori informazioni >

Partenza lanciata per le Azzurrine

Italia - Russia 2-1
Le ragazze di Corrado Corradini partono con il piede giusto nel Gruppo A: i gol di Coppola e Alborghetti piegano la Russia nella gara d'esordio.

La festa azzurra
La festa azzurra ©FIGC

L'Italia si scrolla di dosso tutti i dubbi della vigilia e batte la Russia 2-1 allo stadio Romeo Galli di Imola nella gara di apertura del Campionato Europeo UEFA Femminile Under 19.

Arrivate al torneo sulla scia di risultati non esaltati in gare amichevoli, le Azzurrine ingranano subito la marcia giusta. Corrado Corradini schiera Marta Mason e Katia Coppola larghe in attacco con Lisa Borghetti e capitan Martina Rosucci che si alternano ad inserirsi nel corridoio centrale. A far muro davanti alla difesa si piazzano invece Claudia Mauri e Michela Franco. Più classico il 4-4-2 scelto da Alexander Shagov: le due attaccanti russe sono Anna Cholovyaga e Snezhana Kobeleva.

La strada si mette subito in discesa per le Azzurrine che passano in vantaggio dopo appena tre minuti.  Margarita Shirokova non riesce a trattenere la conclusione secca di Franco. Coppola è la più lesta di tutte ad avventarsi sul pallone e insacca senza difficoltà da due passi.

La risposta russa non si fa però attendere. Il portiere azzurro Laura Giuliani si fa soffiare il pallone da Anna Cholovyaga nei pressi della linea di fondo, la numero 10 russa mette in mezzo per Nadezhda Koltakova, che non ha difficoltà ad insaccare a porta vuota. Giuliani si riscatta alla grande poco dopo con uno splendido intervento sulla pericolosa conclusione di  Snezhana Kobeleva.

L'attaccante russa mette in mostra grandi mezzi tecnici e impegna ancora Giuliani severamente dopo aver saltato netto Roberta Filippozzi con un dribbling secco. L'Italia risponde con due tiri da fuori: quello di Coppola è controllato non senza difficoltà da Shirokova, quello di Alborghetti sfiora la traversa. L'ultimo brivido del primo tempo è però per l'Italia con la punizione dalla distanza di Koltakova che si stampa sulla traversa.

La ripresa ricomincia con Elisa Lecce al posto di Mason a destra, mentre la Russia inserisce Anastasiya Pozdeeva a centrocampo e va subito vicina al gol del 2-1: Cholovyaga si presenta a tu per tu con Giuliani ma la sua conclusione viene respinta alla grande dal portiere azzuro in uscita. Dall'altra parte è  Shirokova a dover uscire sui piedi di Rosucci, innescata da uno splendido passaggio filtrante di  Alborghetti. Poi è Elena Linari a sfiorare il gol in girata.

Il gol azzurro è solo rimandato: Mauri pesca Alborghetti in area, la numero 9 controlla e scarica un gran destro che pesca l'angolino. La Russia non si abbatte e ci vuole un altro grande intervento di Giuliani per negare il pareggio a  Kobeleva. Le russe sono stanche e il finale scorre via tranquillo per le Azzurrine con l'eccezione di una pericolosa mischia in area proprio allo scadere. Giovedì il secondo impegno contro la Svizzera, mentre la Russia cercherà di riscattarsi contro il Belgio.

In alto