Metti fuorigioco il COVID-19 seguendo i cinque punti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e della FIFA per aiutare a fermare la diffusione della malattia.

1. Lavarsi le mani 2. Tossire sul gomito piegato 3. Non toccarsi il viso 4. Mantenere la distanza fisica 5. Stare a casa in caso di malessere.
Maggiori informazioni >

2009: Inka Grings

Per il secondo Europeo femminile consecutivo il capocannoniere è stato l'attaccante della Germania Inka Grings. Questo anche se ha raramente giocato a livello internazionale a cavallo tra i due tornei.

2009: Inka Grings
2009: Inka Grings ©Getty Images

Il capocannoniere a UEFA Women's EURO 2009 in Finlandia è stato lo stesso di quattro anni prima in Inghilterra – l'attaccante della Germania Inka Grings. Questo anche se ha raramente giocato a livello internazionale a cavallo tra i due tornei.

Grings ha impressionato fin da ragazzina con l'FCR Duisburg (ora FCR 2001 Duisburg) nel 1995 ed è subito diventata uno degli attaccanti più prolifici in Germania. Un anno dopo il trasferimento a Duisburg ha debuttato con la nazionale maggiore contro la Finlandia, aiutando la Germania a vincere la medaglia di bronzo alle Olimpiadi 2000.

In ogni caso, prima del 2005 Grings non aveva partecipato a nessun torneo principale chiusosi con un trionfo – inforunata durante l'EURO 2001 e il Mondiale femminile FIFA 2003. Si è rifatta in Inghilterra, avendo già segnato otto gol nelle qualificazioni. Grings ha segnato nella vittoria per 3-0 della fase a gironi contro la Francia, aggiunto una doppietta nella vittoria 4-1 contro la Finlandia in semifinale e siglando una rete nella vittoria 3-1 in finale contro la Norvegia - laureandosi capocannoniere del torneo.

Prima della fine dell'anno, però, Grings ha lasciato da parte la nazionale ma dopo aver mostrato ancora grande forma con il Duisburg was è stata richiamata nel febraio 2009 per un'amichevole contro la Cina - dove ha segnato dopo due minuti.

Con Birgit Prinz in un ruolo non più primario, Grings ha guidato il gruppo in Finlandia segnando ancora contro la Francia nella fase a gironi - vittoria della Germania per 5-1 - e ripetendosi nei 13 minuti giocati contro l'Islanda quando è subentrata nell'intervallo segnando l'1-0 prima di infortunarsi al ginocchio.

Le paure che potesse saltare i quarti contro l'Italia si sono rivelate infondate – Grings ha segnato i due gol nella vittoria 2-1. Con la Norvegia battuta in semifinale, l'Inghilterra aspettava la Germania in finale e al 62' le detentrici erano solo sul 3-2.

A quel punto Grings ha preso la partita in mano e segnato: prima di testa su cross di Kerstin Garefrekes e 11 minuti dopo battendo Anita Asante e Faye White per il raddoppio. Non contenta, Grings ha fornito a Prinz l'assist del 6-2 ma il suo score personale di sei reti è stato un record e il suo totale in carriera di dieci gol ha eguagliato il record di Heidi Mohr.

Dopo il trionfo, Grings ha detto a UEFA.com: "Non avrebbe potuto andare meglio per me e per la squadra. E' stata una partita incredibile e un sogno si è avverato questa sera dopo tutti i problemi personali degli ultimi anni". A quell'epoca aveva già aiutato il Duisburg a vincere la UEFA Women's Cup è la stagione seguente è stata capocannoniere della Frauen-Bundesliga per la sesta volta in 12 anni.

In alto