Le dieci osservate speciali di UEFA.com per il 2020

UEFA.com ha scelto dieci giovani campionesse che potrebbero lasciare il segno quest'anno e, perché no, nell’intero decennio.

Sophia Kleinherne, Lauren Hemp, Melvine Malard, Jamie-Lee Napier e Laia Aleixandri
Sophia Kleinherne, Lauren Hemp, Melvine Malard, Jamie-Lee Napier e Laia Aleixandri Getty Images

In tutta Europa non mancano giovani promesse che ben presto potrebbero lasciare il segno: UEFA.com ha scelto dieci esordienti di altrettante nazionalità.

Laia Aleixandri (ESP, 19 anni – Atlético Madrid)
Difensore centrale capace anche di giocare terzino destro, Aleixandri è titolare nell’Atlético che ha difeso il titolo e ha raggiunto i quarti di finale in Europa per la prima volta. Ha esordito nella Spagna U17 ad appena 14 anni e nel 2015 è stata decisiva nella vittoria di EURO WU17. A luglio 2019 Aleixandri è stata nominata nella squadra del torneo di EURO WU19 dopo aver segnato all'esordio con la nazionale maggiore contro il Camerun.

Hanna Bennison (SWE, 17 – Rosengård)
La centrocampista è diventata titolare nel Rosengård ad aprile dopo alcune presenze nel 2018. Quindi ha vinto il campionato, mentre a novembre ha esordito in nazionale maggiore nella gara persa 3-2 contro gli Stati Uniti: davanti a 20.903 spettatori, è entrata sul 3-0 per le campionesse del mondo e ha segnato il primo dei due gol svedesi del 3-2 finale, di cui uno con un pregevole pallonetto. La compagna di squadra Caroline Seger ha detto: "Non credo di aver mai visto un talento simile".

La doppietta di Bragstad contro la Francia
La doppietta di Bragstad contro la Francia

Emilie Bragstad (NOR, 18 – Rosenborg)
A luglio, a soli 17 anni, Bragstad ha segnato tre gol all’Europeo Under 19, di cui due contro le future campionesse della Francia. Anche se la stagione al Trondheims-Ørn si è conclusa prematuramente a settembre per infortunio, dopo aver firmato un nuovo contratto, l’attaccante è chiaramente un grande talento e ha tutte le potenzialità per fare altrettanto bene al rientro nel club, che nel frattempo ha cambiato nome in Rosenborg. Suo padre Bjørn Otto Bragstad ha gioco con la squadra maschile del Rosenborg.

Lauren Hemp (ENG, 19 – Manchester City)
Il 2019 è stato l’anno del grande salto per l’attaccante, che nel 2018 aveva conquistato il terzo posto con l’Inghilterra in Coppa del Mondo FIFA Under 20. Approdata dal Bristol al City poco più di un anno fa, Hemp ha spiccato il volo in primavera ed è riuscita a esordire anche in nazionale maggiore a ottobre. Un talento offensivo a tutto tondo.

Sophia Kleinherne (GER, 20 – FFC Frankfurt)
Seconda classificata a EURO WU19 del 2019 dopo il titolo Under 17 del 2016, Kleinherne gioca regolarmente in Bundesliga nella difesa del Francoforte fin dal suo arrivo nel 2017. Il 9 novembre, ha esordito nella nazionale maggiore tedesca contro l’Inghilterra ed è stata votata migliore in campo dopo un’ottima gara sulla fascia sinistra.

Anna Koivunen (FIN, 18 – HJK Helsinki)
Selezionata nella squadra ideale del torneo dopo il sorprendente terzo posto della Finlandia all’Europeo Under 17 del 2018 (e la conseguente qualificazione al Mondiale FIFA U17), Koivunen è stata acquistata dall’HJK in inverno e ha subito solo 15 gol in 20 partite nel 2019, contribuendo al 23esimo titolo della squadra di Helsinki, titolo che mancava da 14 anni. Dunque, l’estremo difensore potrebbe esordire in UEFA Women's Champions League la prossima stagione.

La Francia di Malard vince l’Europeo femminile Under 19
La Francia di Malard vince l’Europeo femminile Under 19

Melvine Malard (FRA, 19 – Lyon)
Capocannoniere e probabilmente migliore giocatrice della Francia che ha vinto l’Europeo Under 19 in Scozia, Malard ha preso parte ai trionfi del Lione in UEFA Women's Champions League 2017/18 e 2018/19. Attaccante dalla potenza e dalla tecnica straordinarie, in questa stagione consolida la sua esperienza in prestito al Fleury 91 che naviga a metà classifica.

Jamie-Lee Napier (SCO, 20 – Chelsea)
Anche se l’arrivo dell’australiana Sam Kerr al Chelsea ha fatto sensazione, quello di Napier dall’Hibernian potrebbe essere altrettanto importante. Con 22 gol in 33 gare, è stata infatti votata miglior giocatrice del campionato scozzese, mentre a luglio è stata la miglior giocatrice della Scozia padrona di casa all’Europeo Under 19. Il mese dopo ha ricevuto la prima convocazione in nazionale maggiore.

Il talento danese Sofie Svava
Il talento danese Sofie SvavaGetty Images

Sofie Svava (DEN, 19 – Rosengård)
Dotata di un sinistro sopraffino, la centrocampista ha vinto due campionati lo scorso anno, prima in Danimarca con il Brøndby e poi in Svezia con il Rosengård (dopo il trasferimento in estate). Sempre nel 2019 è approdata in nazionale maggiore, giocando con regolarità le qualificazioni a UEFA Women's EURO 2021.

Nikita Tromp (NED, 17 – Zwolle)
Vivianne Miedema si era fatta conoscere superando il record di gol con l’Olanda all’Europeo Under 17 femminile. La scorsa stagione, Tromp ha eguagliato i 18 gol stagionali di Miedema ed è arrivata a 27 marcature in carriera nella competizione, sette in più della connazionale. In questa stagione ne ha totalizzate altre otto nelle qualificazioni per l’Europeo Under 19, mentre con lo Zwolle - nel quale si è trasferita in estate dall'Ajax - è momentaneamente ferma a cinque in 12 partite.