Metti fuorigioco il COVID-19 seguendo i cinque punti dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e della FIFA per aiutare a fermare la diffusione della malattia.

1. Lavarsi le mani 2. Tossire sul gomito piegato 3. Non toccarsi il viso 4. Mantenere la distanza fisica 5. Stare a casa in caso di malessere.
Maggiori informazioni >

Cammino difficile per il Lione

Le campionesse in carica se la vedranno contro il Brøndby nei quarti di finale e in caso di superamento del turno potrebbero affrontare il Potsdam in semifinale. Possibile anche una finale tutta tedesca a Monaco.

Cammino difficile per il Lione
Cammino difficile per il Lione ©UEFA.com

L'Olympique Lyonnais, detentore della UEFA Women's Champions League, affronterà il Brøndby IF nei quarti di finale. Lo ha stabilito il sorteggio di Nyon, che ha anche sancito l'eventualità di una finale tutta tedesca a Monaco.

Il Lione, dunque, se la vedrà con il Brøndby nei quarti (14/15 e 21/22 marzo).  Le danesi pareggiarono 0-0 allo Stade de Gerland nel 2007/08, loro stagione d'esordio nel torneo, in una gara del secondo turno di qualificazione. La squadra affrontata dalle francesi nelle scorse due finali, l'1. FFC Turbine Potsdam, se la vedrà con l'FC Rossiyanka. In caso di vittoria, Potsdam e Lione si affronteranno in semifinale il 14/15 e 21/22 aprile.

L'1. FFC Frankfurt, tre volte vincitore del torneo, se la vedrà con le campionesse di Svezia dell'FC Malmö nella ripetizione della semifinale 2004, quando la squadra tedesca pareggiò 0-0 in trasferta e si impose 4-1 in rimonta in casa. Se il Malmö dovesse superare il turno, potrebbe affrontare le rivali in campionato ed esordienti nel torneo del Göteborg FC, impegnato nei quarti contro l'Arsenal LFC, vincitore del torneo nel 2007 e unica squadra ad aver raggiunto i quarti dieci volte.

Francoforte e Potsdam potrebbero dunque ritrovarsi di fronte nella finale di giovedì 17 maggio a Monaco, due giorni prima del corrispettivo maschile. Le due squadre si erano già affrontate in passato nell'unica finale che aveva visto protagoniste due formazioni dello stesso paese e il Francoforte si era imposto con un 7-2 complessivo nel doppio confronto.

Quarti di finale (14/15 e 21/22 marzo)
1: FC Malmö (SWE) - 1. FFC Frankfurt (GER)
2: Olympique Lyonnais (FRA, holders) - Brøndby IF (DEN)
3: 1. FFC Turbine Potsdam (GER) - FC Rossiyanka (RUS)
4: Arsenal LFC (ENG) - Göteborg FC (SWE)

Semifinali (14/15 e 21/22 aprile)
1: Lione o Brøndby - Potsdam o Rossiyanka
2: Arsenal o Göteborg - Malmö o Francoforte

Finale (17 maggio, Monaco)
Vincitrice semifinale 1 - Vincitrice semifinale 2

"Raggiungere questa fase della competizione è un privilegio non per tutti, dal momento che sono state giocate già 96 partite finora - ha spiegato il Segretario Generale UEFA Gianni Infantino, che ha condotto le operazioni di sorteggio insieme a Karen Espelund, membro del Comitato Esecutivo UEFA e presidente della Commissione UEFA Calcio Femminile -. Ora solo quattro partite ci separano dalla finale, 360 minuti che saranno ricchi di emozioni e colpi di scena".

Espelund ha dichiarato a UEFA.com: "Credo che il passaggio alla UEFA Women's Champions League sia stato decisivo. Mi sono resa conto, parlando con gli esponenti del calcio europeo, che avere una competizione femminile per club è davvero importante".

"A mio parere, la finale della scorsa stagione a Londra è stata ottima e se guardo ai quarti di finale vedo delle sfide apertissime fra squadre di alto livello. I nomi nuovi sono pochi, a dimostrazione che alcune delle squadre coinvolte fanno parte a pieno titolo dell'elite del calcio femminile europeo e che l'esperienza acquisita in UEFA Women's Champions League paga".

In alto