UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

L'ostacolo più grande per gli Azzurrini

Il Ct dell'Under 21 Luigi Di Biagio chiede all'Italia aggressività, concentrazione e leggerezza per superare la Serbia e continuare a sognare. Belotti: "Per vincere serviranno testa e cuore".

L'Italia cerca tre punti preziosi contro la Serbia
L'Italia cerca tre punti preziosi contro la Serbia ©Getty Images

Servirà un'Italia più che mai compatta e aggressiva per superare la temibile Serbia - al comando del Gruppo 9 - venerdì sera a Pescara. Una partita da dentro o fuori, in cui gli Azzurrini di Luigi Di Biagio si giocano praticamente tutto: la qualificazione agli spareggi del Campionato Europeo UEFA Under 21 e alle Olimpiadi.

Il Ct non ha dubbi sull'importanza del match: "E' una gara che può farci salire il primo gradino per arrivare poi a quelli che saranno gli obiettivi finali. La stiamo preparando come le altre sfide già giocate. A differenza delle amichevoli in questo caso bisogna fare il contrario, ovvero preparare il match come se fosse un'amichevole".

Di Biagio responsabilizza i suoi, ma alleggerisce la pressione in vista di quella che "resta pur sempre una partita di calcio" spiegando che "solo con la concentrazione e la leggerezza giusta possiamo dimostrare quanto valiamo e fare bene". Poi arriva la ricetta: "Dovremo essere molto aggressivi, loro sono dotati di ottima tecnica e hanno una cultura calcistica che punta molto sulla velocità".

Rispetto all'andata - sconfitta per 1-0 - potrebbe propettarsi una gara diversa, considerando che diversi giocatori balcanici sono stati convocati dalla rappresentativa maggiore: “Sembrerebbe un vantaggio – afferma il tecnico azzurro -, ma in realtà non è così. Quando si pensa che la gara sia semplice, e ci si trova davanti giocatori meno esperti, si può andare incontro a prestazioni non positive".

Sarà la 'gara della vita', secondo l'attaccante dell'US Città di Palermo Andrea Belotti, "ma per vincere serviranno testa e cuore. Dobbiamo indossare questa maglia con orgoglio e ringraziare mister Di Biagio con una vittoria".

In testa al Gruppo 9 ci sono Serbia e Belgio con 13 punti, ma i Diavoli Rossi hanno giocato una partita in più anche rispetto agli Azzurrini (12) che con una vittoria balzerebbero in testa al girone in vista dell'ultima sfida contro Cipro.

"Abbiamo solo un risultato a disposizione - aggiunge il 20enne, 8 presenze e 3 gol con l'Under 21 -. la Serbia è un'ottima squadra, ma aiutandoci l'uno con l'altro possiamo conquistare la vittoria. Negli allenamenti stiamo dando tutti il massimo e stiamo studiando i nostri avversari per capire bene come avere la meglio"