L'Italia non si pone limiti

Dopo aver conquistato il primo posto nel Girone A contro la Norvegia, Marco Capuano guarda con ottimismo alle semifinali, mentre Andrea Bertolacci promette che l'Italia "non ha paura di nessuno".

Marco Capuano soddisfatto dopo il successo contro la Norvegia
Marco Capuano soddisfatto dopo il successo contro la Norvegia ©UEFA.com

Marco Capuano, difensore Italia
Penso che sia stata una partita equilibrata. Era un peccato perdere al 90’ in questo modo. Per fortuna che abbiamo trovato il pareggio alla fine, siamo molto contenti. [Arrivare primi nel girone] è molto importante per noi anche perchè non volevamo perdere nessuna partita. Siamo contenti e ora ci prepariamo per la semifinale.

[Spagna e Olanda ] sono entrambe due grandi squadre e la Spagna è la squadra campione in carica. Chiunque ci capiterà affronteremo la partita al massimo, sperando di vincere l’Europeo. Sicuramente saranno due belle semifinali, molto equilibrate, con squadre tutte forti. Noi ci prepariamo e faremo di tutto per vincere.

Andrea Bertolacci, centrocampista Italia
La cosa più importante è che siamo riusciti a pareggiare perché non meritavamo la sconfitta. Abbiamo avuto chiare occasioni da gol e non siamo stati precisi in alcune situazioni, ma fino all’ultimo non abbiamo mai mollato sapendo che potevamo pareggiare.

Dobbiamo pensare a giocare da Italia, non abbiamo paura di nessuno. Giocheremo a viso aperto con chiunque, consapevoli delle nostre qualità. Con la determinazione e la voglia mostrate oggi possiamo raggiungere l’obiettivo finale.

Spagna e Olanda sono consapevoli che potrebbero affrontare una grande squadra. Sappiamo che contro una delle due dovremo certamente giocarci contro, ma se vogliamo vincere dobbiamo in ogni caso incrociarle.

Abbiamo messo in difficoltà una buona squadra, gioca bene, è offensiva, determinata e anche loro potranno arrivare lontano. Se giocheremo da Italia, palla a terra e con determinazione, non dovremo avere paura di nessuno.