L'Italia vuole l'epilogo perfetto

Centrato l'obiettivo delle semifinali, l'Italia punta ora al primo posto nel Gruppo A: "La Norvegia è una squadra tosta e vogliamo concludere la fase a gironi nel miglior modo possibile", ha detto Francesco Bardi.

Il portiere dell'Under 21 Francesco Bardi
Il portiere dell'Under 21 Francesco Bardi ©Sportsfile

E’ la mentalità che conta oltre alle qualità, gli Azzurrini ancora una volta hanno saputo dimostrarlo interpretando contro Israele una gara tatticamente impeccabile. Nonostante una partenza scattante dei padroni di casa, l’Italia ha ben presto dettato legge al Bloomfield Stadium regalando sprazzi di bel gioco, divertimento e soprattutto tanti gol.

L’approdo anticipato in semifinale è l’ennesima riconferma di un gruppo che non vuole fermarsi e che fa del collettivo la sua arma vincente. “Abbiamo dato tutto in queste due partite e i risultati sono sotto gli occhi di tutti - ammette il No1 Francesco Bardi, mai battuto nel corso del torneo -. In queste due partite abbiamo saputo soffrire tutti insieme e attaccare tutti insieme. La forza della squadra è il gruppo”.

Sei punti in due partite, la qualificazione è stata raggiunta meritatamente dai ragazzi di Devis Mangia, ma l’obiettivo prima di concentrarsi sulle semifinali è quello di centrare il primo posto nel Gruppo A. E il prossimo ostacolo si chiama Norvegia, al secondo posto con 4 punti: “Siamo molto contenti, contro Israele è stato un risultato molto importante per noi, ma ora pensiamo solo alla Norvegia.

“La Norvegia è una squadra tosta e vogliamo concludere la fase a gironi nel migliore dei modi possibili – ha aggiunto l’estremo difensoreche ha collezionato sei presenze nelle gare di qualificazioni-. Poi penseremo alle semifinali. Non importa chi incroceremo perchè manterremo lo spirito giusto”.

A fare eco alle parole delll'estremo difensore azzurro, ci pensa il capitano Luca Caldirola, che prima analizza il successo contro Israele: “Nei primi 10 minuti abbiamo fatto un po’ di fatica, ma con il gol ci siamo sbloccati. L’espulsione ci ha avvantaggiati. Contro la Norvegia vogliamo vincere per rimanere primi nel girone che è importante, poi dopo ci giocheremo la nostra semifinale”.