UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Mankowski pronto all'attacco

Il Ct della Francia Pierre Mankowski si aspetta che la Spagna emuli la nazionale maggiore sfoggiando lo stesso approccio nella semifinale del Campionato Europeo UEFA Under 19 a Tallinn.

Il Ct della Francia U19 Pierre Mankowski
Il Ct della Francia U19 Pierre Mankowski ©Sportsfile

Il Ct della Francia Pierre Mankowski si aspetta che la Spagna emuli la nazionale maggiore sfoggiando lo stesso approccio nella semifinale del Campionato Europeo UEFA Under 19 a Tallinn.

I Bleuets sono stati la prima squadra a qualificarsi per la semifinale dopo le vittorie contro Serbia e Croazia ottenute nelle prime due giornate del Gruppo B, ma la sconfitta alla terza giornata contro l'Inghilterra ha fatto sì che i campioni del 2010 si qualificassero come seconda. Per questo devono affrontare in questa fase i campioni in carica, che sono usciti imbattuti dal Gruppo A chiudendo al primo posto il raggruppamento grazie alla vittoria per 2-0 contro i padroni di casa dell'Estonia.

"Possiamo sempre imparare, da ogni partita, ma ora ci interessano solo gli spagnoli", ha detto a UEFA.com Mankowski. "Per ora, a parte la sconfitta contro l'Inghilterra – in una partita dove ho lasciato metà dei titolari in panchina – abbiamo solo cose positive da dire a proposito di questo torneo e siamo di buon umore prima della nostra semifinale".

Le due squadre si sono già sfidate quest'anno, quando la Spagna ha vinto in amichevole per 2-1 a Parigi a fine febbraio. "In quella partita la Spagna ha segnato il primo gol dopo dieci secondi", ha spiegato Mankowski. "Questo ha avuto influenza sul resto dei 90 minuti dato che la mia squadra da quel momento in poi ha provato a pareggiare. La Spagna è stata la più forte quel giorno dimostrando grande forza collettiva. Giocano come la nazionale maggiore quindi questa sarà un'altra gara difficile". 

Insieme agli altri semifinalisti dell'Inghilterra, che sfidano la Grecia, i cinque volte campioni della Spagna sono imbattuti nelle sei gare U19 competitive giocate in questa stagione a partire dalla fase elite in avanti. Il loro Ct Julen Lopetegui è convinto che i suoi giocatori abbiano la stessa voglia di giocare che avevano quando hanno aperto la campagna di qualificazione con una vittoria per 2-1 contro l'Armenia il 23 maggio.

"Sono molto contento di tutti i miei giocatori", ha detto l'ex portiere della nazionale spagnola a UEFA.com. "Sono giovani, quindi al momento la stanchezza non è un vero problema. Anche se si sentissero un po' appesantiti, l'emozione di fare bene farà loro superare la cosa".

Sottolineando che la Francia, campione a questo livello nel 2005 e nel 2010, ha mostrato la sua classe nella amichevole di cinque mesi fa a Lopetegui – e che è senza il difensore Javi Manquillo (caviglia) e con in dubbio il centrale Derik Osesde (naso) – ha aggiunto di non sapere che tipo di approccio i suoi avversari terranno allo Stadio Lilleküla.

"La Francia ha già dimostrato contro di noi di avere una grande squadra", ha detto. "In termini di livello, siamo molto vicini tra di noi. Sono entrambe squadre forti tecnicamente e fisicamente. Non so che tipo di partita aspettarmi da loro".