UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Smerecki pronto per il test croato

Il Ct della Francia Francis Smerecki ha ammesso di aver dovuto 'studiare' un'avversaria di cui conosceva poco, ma assicura che i suoi ragazzi non metteranno "il carro davanti ai buoi". Problemi di formazione per Grnja.

Smerecki pronto per il test croato
Smerecki pronto per il test croato ©Sportsfile

Il Ct della Francia, Francis Smerecki, conta le ore che separano la sua squadra dalla semifinale dei Campionati Europei UEFA Under 19 contro la Croazia.

I ragazzi di Smerecki si sono assicurati il primo posto nel Gruppo A pareggiando 1-1 con l'Inghilterra sabato e adesso tornano a Caen – dove hanno iniziato il torneo battendo 4-1 l'Olanda davanti a oltre 11.000 spettatori – per affrontare un'avversaria poco conosciuta. "Due giorni fa sapevo poco della Croazia, ma adesso ci siamo concentrati su di loro per due giorni e ne sappiamo qualcosa di più - ha detto Smerecki a UEFA.com -. Sono un'ottima squadra, molto organizzata e solida; un gruppo unito con diversi talenti. Sarà una gara insidiosa con poche occasioni da gol".

La Francia è in semifinale per la quarta volta in sei anni ma ha vinto solo nella prima occasione – nel 2005 contro la Germania – perdendo invece nel 2007 e nel 2009. Ma per Smerecki è è più importante il fatto che in campo ci saranno dieci elementi della selezione Under 17 che due anni fa ha battuto la Turchia in semifinale a livello di Under 17. "Sarà dura ma vogliamo giocare un'altra finale. Sono sicuro che non metteremo il carro davanti ai buoi. Questa squadra pensa sempre alla prossima partita, non a quella successiva".

Il Ct croato, Ivica Grnja, ha dubbi di formazione perché il capitano Renato Kelić è stato espulso durante la vittoria per 5-0 contro il Portogallo, mentre Roberto Punčec e Anton Maglica sono fuori causa con problemi alla caviglia e Ante Vukušić potrà al massimo andare in panchina per una noia al polpaccio. "Non è importante come gioca Renato, è importante la sua presenza in campo a dirigere i compagni. E' la cosa che ci mancherà di più – la sua leadership -  Grnja ha detto a UEFA.com -. E' difficile prevedere come andrà a finire, ma crediamo in questa squadra".

La Croazia è solo alla terza semifinale in competizioni giovanili UEFA e le due precedenti sono terminate con delle sconfitte. Grnja resta però ottimista di poter sorprendere i padroni di casa. "E' già bello essere in semifinale con grandi squadre come Inghilterra, Spagna e Francia – fantastico per me e per i ragazzi. Con il sostegno dei tifosi la Francia vorrà imporre il suo gioco. Noi dovremo interrompere i rifornimenti ai loro attaccanti e marcarli bene. Sono grandi giocatori che hanno bisogno di una mezza palla-gol per segnare. Dovremo essere molto organizzati in difesa e sfruttare le occasioni che ci capiteranno".