UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Francia e Germania pronte per la finale U17

Nella finale dell'Europeo UEFA U17 di venerdì, la Francia sfiderà la Germania per la quarta finale di entrambe le nazionali. Il capitano tedesco parla della partita come l'incontro tra "il miglior attacco e la miglior difesa".

I capitani e gli allenatori di Francia e Germania in posa a South Beach a Pomorie in vista della finale
I capitani e gli allenatori di Francia e Germania in posa a South Beach a Pomorie in vista della finale ©Sportsfile

Dopo 30 partite della fase finale del primo Europeo UEFA Under 17 allargato a 16 squadre, per la prima volta dopo il 2002, la Germania venerdì affronterà la Francia nella finale di Burgas. Non aspettatevi una partita ricca di gol, i numeri dicono il contrario.

Entrambe le squadre sono ancora imbattute nella competizione, avendo vinto quattro partite e pareggiata una in Bulgaria, ed entrambe hanno passato un turno grazie ai calci di rigore. La Francia ha segnato 11 reti e ne ha subita appena una – un colpo di testa di Rubin Seigers nella semifinale contro il Belgio poi decisa dagli undici metri – mentre la Germania ha mantenuto la porta inviolata in tutte e cinque le partite della fase finale.

In virtù di questi numeri, è difficile dissentire con il tecnico della Germania, Christian Wück, che ha dichiarato che "le migliori due squadre sono in finale". La finale, tuttavia, è sempre una partita a sé, aperta a qualsiasi risultato..

Il figlio di Zidane protagonista della vittoria della Francia dagli undici metri
Il figlio di Zidane protagonista della vittoria della Francia dagli undici metri

"La Francia è una squadra tosta", ha detto Wück ai microfoni di UEFA.com. "Li abbiamo affrontati un anno fa [vincendo 4-1]. È stata una partita molto dura, e da quel momento sono cresciuti molto. Hanno giocatori molto forti e rapidi, per cui dovremo essere in giornata per portare a casa la vittoria. È un piacere per noi essere in finale. Sarà una grande esperienza affrontare la Francia. Per ragazzi di 16-17 anni è molto importante prendere parte a una partita di questo calibro. Per la loro crescita è un'esperienza fondamentale".

Mentre il capitano della Germania, Felix Passlack, è "un po' nervoso", il tecnico della Francia, Jean-Claude Giuntini, non sembra preoccupato dell'approccio dei suoi alla gara più importante della loro carriera. "I miei giocatori sono calmi, così come lo erano prima delle altre partite. Sono concentrati e hanno recuperato dalla partita contro il Belgio, quando a fronte delle tantissime occasioni [la Francia ha tirato 20 volte in porta], siamo riusciti a segnare solamente una rete".

Passlack parla della partita come l'incontro tra "il miglior attacco e la miglior difesa". Disputare la finale ha un significato speciale per il vigoroso centrocampista del Borussia Dortmund – sei anni fa il suo "modello" Mario Götze era stato il fulcro dell'attacco tedesco nell'unica precedente vittoria della Germania in questa competizione: 2-1 maturato nei tempi supplementari ai danni dell'Olanda, nella finale di Magdeburgo, a cui hanno assistito ben 24.000 spettatori. "Sarò davvero orgoglioso dei ragazzi, che per me sono come fratelli, in campo. Faremo di tutto per vincere. Siamo come una grande famiglia".

La marcia di avvicinamento della Francia alla quarta finale U17 – i francesi hanno vinto in patria nel 2004, ma hanno perso contro la Svizzera nel 2002 e contro la Spagna nel 2008 – è stata propiziata dai messaggi di auguri di alcuni ex celebri U17 francesi come Karim Benzema e Paul Pogba. "Siamo felici di essere qui", ha detto il corrispettivo francese di Passlack, Timothé Cognat. "Speriamo di ripetere l'impresa di 11 anni fa, ma sappiamo che ogni partita e ogni competizione fa storia a sé. Dobbiamo approcciarci alla finale come una partita normale. Non dobbiamo metterci da soli pressione",

La Germania ha disputato due delle ultime quattro finali, perdendo con l'Olanda nel 2011 e 2012. Qualunque sia il risultato di venerdì, Wück lascerà la Bulgaria con un immenso senso di soddisfazione. "Sono davvero orgoglioso di far parte di tutto ciò – non mi riferisco solo ai calciatori, ma anche a tutto l'entourage dietro la squadra. Ci sono tanti professionisti e tanti esperti dietro questa finale, è stato un lavoro di squadra".

Sorridono tutti: il tecnico della Francia, Jean-Claude Giuntini, e quello della Germania, Christian Wück, discutono della finale
Sorridono tutti: il tecnico della Francia, Jean-Claude Giuntini, e quello della Germania, Christian Wück, discutono della finale©Sportsfile