La Roma sbatte sul Cagliari, il Bologna ferma la Lazio

La squadra di Fonseca non va oltre l’1 a 1 in casa contro il Cagliari, mentre la Lazio spreca il rigore della vittoria con Correa e pareggia per 2 a 2 al Dall’Ara.

©Getty Images

Roma - Cagliari 1-1 (João Pedro 26' rig; Ceppitelli 31' aut)

Pareggio deludente per la Roma, che nonostante una gara generosa non riesce ad andare oltre l’1 a 1 contro la squadra di Rolando Maran. All’Olimpico è la squadra di casa a partire meglio sfiorando il gol prima con Nicolò Zaniolo e poi con Amadou Diawara (uscito in barella per un problema al ginocchio alla mezz’ora), in entrambi i casi è bravo l’ex Robin Olsen a rispondere. Nel momento migliore dei Giallorossi, il Cagliari trova il gol con il rigore concesso da Massa grazie all’ausilio del VAR per un mani di Gianluca Mancini, a realizzare dal dischetto è João Pedro. La risposta dei capitolini arriva al 31’ quando sul cross dalla destra di Justin Kluivert è Luca Ceppitelli ad infilare nella propria porta nel tentativo di anticipare Edin Džeko.

Nella ripresa la squadra di Paulo Fonseca continua a spingere e ancora una volta è Zaniolo ad avere sul sinistro la palla del vantaggio, ma spedisce a lato da buona posizione. Il numero 22 giallorosso è sempre il più pericoloso, ma al 75’ trova ancora Olsen a rispondergli con i piedi, ancora il portiere svedese risponde all’83’ su Zaniolo con una parata d’istinto, la Roma spinge fortissimo e al 90’ arriva il gol del neo-entrato Nikola Kalinić, ma Massa tra le proteste del pubblico annulla per un fallo del croato su Pisacane. Così i Giallorossi devono accontentarsi di un solo punto restando al quarto posto in classifica.

Bologna - Lazio 2-2 (Krejčí 21', Palacio 31'; Immobile 23', 39')

Partita intensa al Dall’Ara con la Lazio che viene fermata dal Bologna, decisivo nel finale l’errore dal dischetto di Joaquin Correa. 

Primo tempo pirotecnico al Dall’Ara che riaccoglie Siniša Mihajlović in panchina, ad aprire le danze è a sorpresa Ladislav Krejčí, che al 21’ colpisce di testa da pochi passi sul perfetto cross dentro l’area piccola di Riccardo Orsolini. Dopo solo due minuti i Biancocelesti trovano il pari grazie a Immobile che, servito sulla sinistra dell’area da Senad Lulić, sorprende un colpevole Łukasz Skorupski sul suo palo.

Al 31’ vanno ancora avanti i Felsinei, con Mattias Svanberg che lascia partire un gran destro che colpisce in pieno il palo, sulla respinta Rodrigo Palacio è il più lesto di tutti nel ribadire in rete in due tempi. E’ ancora però uno scatenato Immobile a riprendere i Rossoblu ancora una volta inserendosi sulla sinistra e realizzando il proprio settimo gol in campionato con un diagonale sul secondo palo.

Nella ripresa Lucas Leiva riceve due gialli in 10 minuti e la Lazio al 60’ resta in dieci, ma dopo dieci minuti anche i padroni di casa subiscono il rosso diretto per Gary Medel, che ferma Correa proprio quando l’argentino si stava lanciando verso la porta. Nel finale prima Orsolini non arriva sulla sfera a un passo dalla porta, poi Skorupski salva sul tiro da fuori di Luis Alberto. Correa ha sui piedi l’occasione per regalare la vittoria alla Lazio, ma all’86’ dal dischetto coglie la traversa.

In alto