Lautaro Martínez rilancia l’Inter, pari Napoli

Dopo tre partite i Nerazzurri ritrovano gol e vittoria in campionato: in casa del Parma finisce 1-0, decide l'attaccante argentino nel finale. Il Napoli pareggia 0-0 in casa della Fiorentina.

©Getty Images

Fiorentina-Napoli 0-0
Per la terza trasferta consecutiva in campionato, il Napoli non riesce né a vincere né a segnare. All'Artemio Franchi, l'anticipo della 23esima giornata tra la Fiorentina e la squadra di Carlo Ancelotti finisce 0-0.

La prima grande occasione è per il Napoli. Il francese Jordan Veretout perde malamente un pallone, il suo connazionale Alban Lafont si salva sulla bordata di Piotr Zieliński mentre Lorenzo Insigne fallisce clamorosamente il successivo tap-in. Il portiere Viola si salva su Dries Mertens, dall’altra parte ci prova Federico Chiesa ma la conclusione dell’azzurro è deviata.

José Callejón non trova la porta con il destro, poi Alex Meret risponde presente sul tentativo di Veretout. Lafont riesce a fermare Mertens, poi nel recupero del primo tempo è ancora Insigne a sfiorare il vantaggio. Nella ripresa la squadra di Ancelotti continua a premere, ma Lafont è di nuovo reattivo sul polacco Zieliński.

Entra Arkadiusz Milik al posto di Mertens, poi ci prova Fabián Ruiz ma lo spagnolo calcia sul fondo. Nel finale il protagonista è proprio Milik: il bomber polacco prima calcia sul fondo, poi trova sulla sua strada un Lafont superlativo. La sfida tra Fiorentina e Napoli finisce a reti inviolate.

Parma-Inter 0-1 (Lautaro Martínez 79')
Dopo tre partite senza vittoria e senza gol, l’Inter ritrova il successo in campionato. Al Tardini, la squadra di Luciano Spalletti batte 1-0 il Parma, consolida il terzo posto e rosicchia due punti al Napoli: è l’attaccante argentino Lautaro Martínez - in campo da appena due minuti - a decidere la sfida.

La squadra di casa va subito vicina al vantaggio con Juraj Kucka, poi Gervinho colpisce la traversa con il destro. Luigi Sepe compie un grande intervento su Ivan Perišić, si va all’intervallo con il risultato in equilibrio.

Ancora Sepe anticipa in uscita Radja Nainggolan a inizio ripresa, poi Mauro Icardi - tutto solo - non inquadra lo specchio della porta sul servizio di Perišić. Ancora il capitano va vicino al gol, poi al 79’ l’Inter passa: Lautaro Martínez, in campo da appena due minuti al posto di João Mário, segna con un gran tiro sotto la traversa.

Matías Vecino e Marcelo Brozović, che centra il palo, sfiorano il raddoppio: l’Inter porta comunque a casa i tre punti e festeggia la prima vittoria del 2019.


GIOVEDI' 7 FEBBRAIO

Lazio-Empoli 1-0 (Caicedo 42' su rig.)
La Lazio batte l’Empoli e vola per il momento al quarto posto davanti al Milan. All’Olimpico, nell’anticipo della 23esima giornata, i Biancocelesti collezionano il secondo 1-0 consecutivo: assente Ciro Immobile, è di nuovo Felipe Caicedo - a segno nel primo tempo su rigore - il matchwinner della sfida. 

I Biancocelesti vanno subito vicini al gol. Rômulo, schierato titolare da Simone Inzaghi, va al cross, Ivan Provedel smanaccia e Francesco Acerbi dal limite manda di poco alto. Thomas Strakosha neutralizza il tentativo sul primo palo di Francesco Caputo, poi il portiere dei toscani para la conclusione di Joaquín Correa.

Al 33’ i padroni di casa sfiorano ancora il vantaggio. Sul cross di Senad Lulić, Sergej Milinković-Savić svetta bene ma il pallone termina a lato di pochissimo. Provedel para ancora su Correa, servito da Milinković-Savić, poi i Biancocelesti sbloccano il risultato: la firma è di Caicedo, che trasforma un rigore concesso per fallo di Provedel sullo stesso attaccante.

Nella ripresa Giuseppe Iachini, tecnico degli ospiti, richiama Diego Farias e inserisce lo svizzero Dimitri Oberlin. Provedel si salva sul colpo di testa di Acerbi, poi Inzaghi toglie Milinković-Savić e getta nella mischia Danilo Cataldi. Il bosniaco Rade Krunić, dopo l’ottimo spunto di Giovanni Di Lorenzo, sfiora l’1-1, poi è ancora Correa a fallire un gol che avrebbe significato raddoppio. 

L'ultima chance è per l'Empoli. Sugli sviluppi di una punizione, Matías Silvestre svetta bene di testa ma non trova né lo specchio della porta né la correzione sul secondo palo di Oberlin. La Lazio vince 1-0 e vola momentaneamente al quarto posto, l’Empoli resta quartultimo.

In alto