L'evoluzione di Bacca a Siviglia

Carlos Bacca spiega a UEFA.com quanto sia cambiato il suo stile di gioco dal passaggio al Sevilla FC, e racconta che ha ancora un debole per un'altra squadra dei quarti di finale, il Club Brugge KV.

Carlos Bacca ha trovato la rete con regolarità in queste due stagioni col Sevilla
Carlos Bacca ha trovato la rete con regolarità in queste due stagioni col Sevilla ©AFP/Getty Images

Tra i marcatori della lotteria dei rigori che ha permesso al Sevilla FC di battere l'SL Benfica in finale di UEFA Europa League della passata stagione, l'attaccante colombiano Carlos Bacca non ha affatto perso la sua fame di vittoria nella competizione – specialmente perché nel prosieguo della stagione europea potrebbe incrociare la sua ex squadra, il Club Brugge KV.

UEFA.com: com'è difendere il titolo di campioni di UEFA Europa League?

Carlos Bacca: il Siviglia l'ha vinta tre volte, c'è molto entusiasmo a giocare la competizione. Ma a dire il vero noi non vogliamo solo giocarla, noi vogliamo vincerla. Non è facile, lo sappiamo, ma l'Europa League è una competizione che il Siviglia e i suoi tifosi amano parecchio.

UEFA.com: quanto è cambiato il tuo stile di gioco con Unai Emery?

Bacca: Emery è un tecnico molto esigente, non ti lascia mai allentare la tensione e prova sempre a tirare il massimo da ognuno di noi – e questo credo si veda dalle mie prestazioni. Ci sono qualità che ho aggiunto al mio stile di gioco, come la maggiore attenzione difensiva che si ripercuote sull'intera squadra.

Nelle mie precedenti squadre, il mio ruolo era preminentemente offensivo, ma al Siviglia ho anche compiti difensivi. A volte altre squadre possono prendere il sopravvento, ma solo difendendo hai più possibilità di attaccare, e questo Emery ce l'ha dimostrato.

Oggi sono più coinvolto nel gioco; sono in una posizione più arretrata, trovo meglio gli spazi e ho più possibilità di fare gol.

UEFA.com: la tua precedente squadra, il Club Brugge, è ancora in corsa in UEFA Europa League. Come li valuti?

Bacca con il Club Brugge nel 2012
Bacca con il Club Brugge nel 2012©Getty Images

Bacca: quando giocavo a Bruges, la cosa che mancava era la mentalità. Oggi i miei ex compagni che sono ancora lì mi dicono che la mentalità è cambiata pareccho, e penso che questo abbia fatto la differenza. Non a caso in questa stagione hanno vinto la Coppa di Belgio, sono primi in campionato e ai quarti di finale di Europa League.

Intanto speriamo di passare il turno contro lo Zenit. Spero ci riesca anche il Club Brugge, così prima o poi ci affronteremo. Mi piacerebbe tornare al Jan Breydelstadion, sentire l'affetto dei tifosi e magari vincere. Sarebbe per me speciale affrontarli.

UEFA.com: la vittoria della UEFA Europa League nella passata stagione è stato il tuo primo successo importante a livello europeo. Cosa significherebbe per te vincere di nuovo?

Bacca: quando sono arrivato al Siviglia, sapevo che era un grande club desideroso di vincere. Era un progetto nuovo, ma anche i giocatori appena arrivati avevano l'enorme desiderio di fare bene e lavorare sodo per il club. I tifosi pretendono molto – questa squadra ha sempre l'obbligo di puntare al massimo. Penso che il titolo sia il risultato di un duro lavoro, di modestia, di unità della squadra e del clima familiare che si respira anche al di fuori del campo.

Spero di vincere ancora molti altri titoli con il Siviglia. Ad oggi abbiamo la possibilità di competere per la vittoria in Europa League, e questo ci rende entusiasti. C'è molto entusiasmo, ma siamo concentrati. Dobbiamo fare le cose bene e lavorare per la squadra per realizzare questo sogno.

Carlos Bacca dopo il successo in finale nella passata stagione
Carlos Bacca dopo il successo in finale nella passata stagione©Getty Images
In alto