UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Lipsia-Atalanta 1-1: non basta Muriel

Sfida spettacolare alla RB Arena, con i Nerazzurri che chiudono avanti il primo tempo. Nella ripresa il pareggio dei tedeschi, propiziato da una sfortunata deviazione di Zappacosta.

UEL 2021/22 - Highlight - Medium
Highlights: Leipzig 1-1 Atalanta

Termina in parità l’andata dei quarti di finale di UEFA Europa League. Nella prima frazione il vantaggio dell’Atalanta con un capolavoro di Luis Muriel, nella ripresa il pari del Lipsia con l’autorete di Davide Zappacosta. Gara ricca di emozioni, con quattro legni (due a testa) e un’infinità di occasioni da gol.

Momenti chiave

17' Luis Muriel porta l'Atalanta in vantaggio con un super gol
24' L'ex milianista André Silva colpisce il palo per il Lipsia
45' Pašalić centra il palo esterno per l'Atalanta
58' André Silva si fa parare un rigore da Musso, che sull'azione successiva è trafitto dall'autorete di Zappacosta
65' Koopmeiners colpisce il palo per l'Atalanta
82' Il colpo di testa del subentrato Szoboszlai centra la traversa

La partita in breve: il super gol di Muriel sblocca il risultato

 Peter Gulacsi, portiere unghesere del Lipsia, vanamente proteso in tuffo sul gol del vantaggio dell'Atalanta
Peter Gulacsi, portiere unghesere del Lipsia, vanamente proteso in tuffo sul gol del vantaggio dell'AtalantaAFP via Getty Images

La Dea inizia il match con la solita personalità e, dopo un primo quarto d’ora equilibrato, viene premiata da una perla di Muriel: l’attaccante colombiano, infatti, al 17’ sblocca il punteggio con un destro a giro imparabile. Il numero 9, galvanizzato dal gol, cerca il bis pochi minuti più tardi, questa volta con il mancino: il suo diagonale termina fuori di poco.

La risposta dei padroni di casa non si fa attendere e arriva al 24’ con André Silva: l’ex Milan calcia da ottima posizione, ma viene fermato dal palo. Il pericolo corso non spaventa la formazione di Gian Piero Gasperini, anzi. L’Atalanta mantiene il baricentro alto e prosegue con il suo pressing asfissiante, sfiorando il raddoppio con Mario Pašalić, che, proprio nel finale, pareggia il conto dei legni.

Ospiti pericolosi anche in avvio di ripresa, con Muriel che costringe Péter Gulácsi a una parata tutt’altro che semplice. Il Lipsia del secondo tempo, però, è tutta un’altra squadra. Un fallo di Merih Demiral su Christopher Nkunku, al 56’, regala un calcio di rigore ai tedeschi: Musso si supera su André Silva e, sulla ribattuta, sfodera un grande riflesso anche sul colpo di testa di Orbán. L’1-1, tuttavia, è solo rimandato: al 58’, infatti, una sfortunata deviazione di Zappacosta sul cross di Angeliño si trasforma nell’autogol che ristabilisce la parità.

Semifinali: 28 aprile e 5 maggio

Lipsia/Atalanta-Braga/Rangers
West Ham/Lione-Francoforte/Barcellona

La partita diventa ancora più bella. La Dea, anche grazie ai cambi, trova la forza di reagire e sfiora il nuovo vantaggio prima con Giorgio Scalvini, che, su assist di Duván Zapata, non trova la porta da posizione molto favorevole, poi con Teun Koopmeiners, che centra il palo. Dall’altra parte, Dominik Szoboszlai, di testa, fa tremare la traversa di Juan Musso, trovando il quarto legno del match. Le due squadre ci provano fino all’ultimo istante, ma alla RB Arena finisce 1-1. La qualificazione si deciderà tra una settimana esatta: il 14 aprile, a Bergamo.

Un'altra immagine dell'esultanza di Luis Muriel dopo l'1-0
Un'altra immagine dell'esultanza di Luis Muriel dopo l'1-0UEFA via Getty Images

Reazioni
Emil Forsberg, attaccante Lipsia: "E' stata una partita 'selvaggia'. Entrambe le squadre hanno avuto la possibilità di vincere questa sera, quindi l'1-1 è un risultato giusto. Abbiamo iniziato bene e avevamo un buon controllo, ma abbiamo lasciato che la gara si aprisse. Ma è tutta da giocare a Bergamo e sentiamo di avere le qualità per ottenere il risultato che ci serve".

Péter Gulácsi, portiere Lipsia: "C'è stata una fase nel secondo tempo in cui forse siamo stati un po' fortunati, ma ci siamo trovati di fronte una squadra davvero forte, siamo comunque riusciti a dimostrare la nostra qualità ed è importante che abbiamo dimostrato di saper recuperare".

 Juan Musso dell'Atalanta para il rigore di André Silva, attaccante del Lipsia ex Milan
Juan Musso dell'Atalanta para il rigore di André Silva, attaccante del Lipsia ex MilanUEFA via Getty Images

Statistiche chiave

  • Il Lipsia è imbattuto nelle ultime undici partite in tutte le competizioni (7 vittorie e 4 pareggi) e nelle ultime sei partite nelle competizioni UEFA (3 vittorie e 3 pareggi)
  • Il Lipsia ha vinto solo uno degli ultimi sei incontri casalinghi in Europa (1 vittoria 3 pareggi e 2 sconfitte) e in casa ha pareggiato le ultime quattro gare, considerando tutte le competizioni
  • L'Atalanta ha perso solo una delle ultime sette partite partite in competizioni UEFA contro avversarie tedesche (3 vittorie 3 pareggi e 1 sconfitta) e soltanto due delle ultime quindici gare in trasferta in tutte le competizioni (9 vittorie 4 pareggi e 2 sconfitte)
  • Prima di questa sera, l'Atalanta aveva vinto tutte le gare a eliminazione diretta della UEFA Europa League di questa stagione
  • La Dea ha segnato per prima nelle ultime sei trasferte europee di questa stagione

Formazioni

Lipsia: Gulácsi; Gvardiol (Halstenberg 73'), Orbán, Klostermann; Angeliño, Kampl, Laimer, Henrichs (Mukiele 87'); Olmo (Szoboszlai 73'); Nkunku (Novoa Ramos 87'), André Silva (Forsberg 62')

Atalanta: Musso; Hateboer, Demiral, Palomino, Zappacosta (Pezzella 89'); De Roon, Freuler (Miranchuk 67'), Koopmeiners; Pessina (Scalvini 62'), Pašalić (Boga 62'); Muriel (Zapata 62')

Dove si gioca la finale di Europa League 2022?

Lo stadio Ramón Sánchez-Pizjuán di Siviglia ospiterà la finale mercoledì 18 maggio.

La squadra vincitrice conquista in posto nella fase a gironi della UEFA Champions League 2022/23, se non ha ottenuto la qualificazione attraverso il suo campionato nazionale.