UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Il Siviglia «mata» la Fiorentina

Sevilla FC-ACF Fiorentina3-0
I detentori del trofeo battono nettamente i Viola e ipotecano la finale di Varsavia: il protagonista è Vidal, che firma una doppietta e serve a Gameiro l'assist per il tris.

Siviglia-Fiorentina 3-0: la partita in foto ©Getty Images

I detentori del Siviglia battono 3-0 la Fiorentina nella semifinale di andata e si avvicinano alla seconda finale consecutiva di UEFA Europa League 
Il primo gol europeo di Aleix Vidal porta avanti gli andalusi dopo 17 minuti
Mario Gomez, Matías Fernández e Mohamed Salah sciupano tre ghiotte opportunità per i Viola nel primo tempo
Vidal si ripete nel secondo tempo, poi il 25enne serve a Kévin Gameiro - entrato dalla panchina - l'assist per il tris
La sfida di ritorno allo Stadio Artemi Franchi è in programma giovedì prossimo

Servirà un’impresa all’ACF Fiorentina per conquistare la finale di UEFA Europa League. All’Estadio Ramón Sánchez Pizjuán, il Sevilla FC supera con un netto 3-0 i Viola e “vede” Varsavia: è Aleix Vidal, autore di due gol e dell’assist per il tris di Kévin Gameiro, il grande protagonista del successo dei detentori del trofeo.

La squadra guidata da Vincenzo Montella non ha sfigurato nel primo tempo, dove però ha peccato di concretezza fallendo almeno tre nitide occasioni da gol. Gli andalusi di di Unai Emery, alla nona vittoria consecutiva in casa nelle competizioni UEFA, non hanno invece fatto sconti, dominando la ripresa e confermandosi una grandissima squadra. Al Franchi, giovedì prossimo, i Viola dovranno imporsi con quattro reti di scarto per conquistare la finale.

La Fiorentina inizia senza timori reverenziali e dopo cinque minuti ha una grandissima occasione. Joaquín, fischiatissimo per i suoi trascorsi nel Real Betis Balompié, serve con un grande assist Mario Gomez, che controlla bene e si porta il pallone sul sinistro, ma calcia alto di sinistro.

Scampato il pericolo, il Siviglia si riorganizza e - trascinato da Carlos Bacca - inizia a macinare gioco. E al 17’ passa. Proprio l’attaccante colombiano riceve da Vitolo, protegge il pallone e lo serve a Vidal, che con un preciso piatto destro lascia “impietrito” Neto e firma l’1-0.

Il gol non butta a terra la squadra di Montella, che ha immediatamente una reazione. Joaquín è di nuovo bravissimo e “sfonda” a sinistra, il pallone servito a Matías Fernández sembra solo da spingere in rete ma il cileno incredibilmente sbaglia da posizione favorevolissima. Al 25’ ha una buona chance anche Mohamed Salah, che riesce a concludere di sinistro sul cross basso di Nenad Tomović ma trova l’opposizione di Sergio Rico.

La ripresa si apre con Micah Richards al posto proprio di Tomović, con il chiaro intento di Montella di aumentare la spinta sulla fascia destra. Matí Fernández ha una buona chance su punizione, ma non trova lo specchio della porta andalusa. Il Siviglia invece non perdona e dopo sette minuti della ripresa raddoppia.

Milan Badelj perde banalmente un pallone, Vitolo innesca ancora Vidal che con un altro tocco di destro beffa Neto, che ingenuamente si tuffa con eccessivo anticipo. Se dopo il primo gol la Fiorentina aveva reagito, il 2-0 sembra mettere alle corde la squadra di Montella. Che prova invano ad aumentare la creatività della squadra inserendo Pizarro al posto di Badelj.

Emery invece richiama l’infortunato Stéphane Mbia e Bacca per inserire Vicente Iborra e Gameiro. E nemmeno un minuto dopo il suo ingresso in campo, l’attaccante francese ex Paris Saint-Germain lascia subito il segno, correggendo in rete di piatto destro il tiro del solito Vidal sull’assist di Benoît Trémoulinas. Nei Viola entra anche Josip Iličić, al posto di uno spento Gomez, ma è una partita stregata: per conquistare la finale di Varsavia servirà un’impresa giovedì prossimo al Franchi. Per il Siviglia, invece, è una serata trionfale.