Si torna a giocare: la UEFA si sta preparando per un ritorno alle sue competizioni d'elite nella massima sicurezza.

Maggiori informazioni >

Dnipro - Napoli: storia della partita

Dopo il pareggio dell'andata per 1-1, il Dnipro può sognare la sua prima grande finale europea, ma il Napoli arriverà a Kiev sapendo che la semifinale di UEFA Europa League non è ancora un discorso chiuso.

Dnipro - Napoli: storia della partita
Dnipro - Napoli: storia della partita ©AFP/Getty Images

Dopo il pareggio dell'andata per 1-1, l'FC Dnipro Dnipropetrovsk può sognare la sua prima grande finale europea, ma l'SSC Napoli arriverà a Kiev sapendo che la semifinale di UEFA Europa League non è ancora un discorso chiuso.

Precedenti
• Le due squadre si sono affrontate nella fase a gironi 2012/13 di UEFA Europa League; il Dnipro di Juande Ramos ha vinto 3-1 all'andata (Fedetskiy 2', Matheus 42', Giuliano 64'; Cavani 75'rig) ma il Napoli di Walter Mazzarri's Napoli si è imposto 4-2 al ritorno (Cavani 7', 77', 88', 90'+3'; Fedetskiy 34', Zozulya 52'). Edinson Cavani ha realizzato quattro gol in quella partita, cinque complessivamente contro il Dnipro.  

• Le squadre scese in campo in Ucraina il 25 ottobre 2012: 
Dnipro: Laštůvka*, Mazuch*, Mandziuk, Giuliano, Cheberyachko*, Strinić, Zozulya* (Kankava* 37'), Seleznyov* (Kalinić* 59'), Rotan*, Fedetskiy* (Denisov 82'), Matheus*.
Napoli: Rosati, Donadel, Aronica, Dossena (Pandev 52'), Vargas (Cavani 52'), Mesto*, Zúñiga*, Dzemaili, Fernández, Insigne*, Gamberini (Inler* 82').
*può giocare in questa edizione della UEFA Europa League.

• Il terzino sinistro croatoIvan Strinić (in campo in quella gara per il Dnipro) ha lasciato il club per il Napoli a dicembre, avendo collezionato quattro presenze nella fase a gironi di questa stagione. Il 27enne è diventato l'acquisto più costoso nella storia del Dnipro quando è arrivato dall'HNK Hajduk Slit nel 2011. Il calciatore non può scendere in campo con il Napoli nella competizione in questa stagione.

• Tra i calciatori delle rose attuali, Yevhen Konoplyanka del Dnipro e Miguel Britos e Marek Hamšik del Napoli hanno giocato per le rispettive squadre la gara di ritorno.

Statistiche
• Il pareggio del Dnipro per 1-1 a Napoli ha messo fine a una striscia di cinque sconfitte consecutive contro squadre italiane, anche se il suo bottino in nove sfide contro avversarie della Serie A rimane piuttosto deludente: 1 vittoria, 2 pareddi e 6 sconfitte (1 vittoria, 1 pareggio e 2 sconfitte in casa).

• Il Dnipro è l'unica squadra ucraina affrontata dal Napoli.

• Il Dnipro ha vinto le sue ultime quattro partite europee casalinghe senza subire gol. Il Napoli è invece imbattuto nelle sue ultime quattro trasferte continentali (2 vittorie e 2 pareggi), avendo segnato quattro reti nelle due vittorie registrate in questa serie.

• Il più grande traguardo del Dnipro in Europa è stato raggiungere i quarti di finale di Coppa dei Campioni nel 1984/85 e 1989/90.

• Il Napoli non raggiunge le semifinali di una grande competizione UEFA da quando ha vinto la Coppa UEFA nel 1988/89, battendo il VfB Stuttgart nella finale giocata in andata e ritorno.

• Delle quattro semifinaliste, Sevilla FC e Napoli hanno perso il minor numero di partite dall'inizio della fase a gironi (una ciascuna); la ACF Fiorentina ne ha perse due e il Dnipro quattro.

• Il Napoli è la squadra che ha segnato più gol in questa stagione di UEFA Europa League (26 reti) dall'inizio della fase a gironi, con una media di due gol a partita. E' anche la squadra - tra le quattro rimaste - ad aver subito meno gol (otto), mentre Fiorentina e Dnipro ne hanno subiti 10, e il Siviglia 12.

• Il Dnipro ha segnato solo 12 gol dall'inizio della fase a gironi - una media inferiore al gol per partita.

Curiosità e approfondimenti
Gonzalo Higuaín del Napoli è il miglior marcatore della competizione rimasto in gara con sette centri - Romelu Lukaku dell'Everton FC e l'ex attaccante dell'FC Salzburg Alan hanno realizzato otto gol prima di essere eliminati con i rispettivi club. Ha anche fornito tre assist, ed è quindi stato decisivo per dieci gol.

• Yevhen Konoplyanka del Dnipro resta il giocatore che ha subito più falli nel torneo: 43 complessivi, 17 in più di qualsiasi altro giocatore nella competizione.

• Il difensore centrale ceco del Dnipro Ondřej Mazuch ha indossato la maglia dell'ACF Fiorentina, altra semifinalista di UEFA Europa League, da 2007 al 2009.  

• Lorenzo Insigne ha colpito il palo nella gara di andata, e il Napoli ha quindi colpito in totale dieci legni durante questa edizione della competizione.

• Marek Hamšík del Napoli giocherà la sua 50esima partita in competizioni UEFA per club nel caso in cui scendesse in campo contro il Dnipro.

• Il Napoli è una delle due ex vincitrici della Coppa UEFA/UEFA Europa League ancora in corsa, insieme ai campioni in carica del Sevilla FC (2006, 2007, 2014).

• Il Dnipro ha iniziato il cammino europeo 2014/15 dal terzo turno preliminare di UEFA Champions League, il percorso più lungo (17 partite) per arrivare in semifinale. Il Napoli ha iniziato dagli spareggi di UEFA Champions League, disputando complessivamente 15 partite fino alle semifinali.

• Il Dnipro, alla sua prima semifinale, ha commesso (226) e subito (214) il maggior numero di falli in questa edizione del torneo. Ha anche ricevuto il maggior numero di cartellini gialli: 45, 12 più di qualsiasi altra squadra e 15 più di qualsiasi altra semifinalista. 

• Le squadre italiane hanno vinto nove volte la Coppa UEFA/UEFA Europa League – più di qualsiasi altro paese, anche se l'ultimo successo risale al 1998/99 (Parma FC). Tuttavia, la Spagna sta recuperando, avendo vinto complessivamente otto volte il trofeo - sei trionfi negli ultimi 11 anni. 

• Con l'eliminazione dello Zenit ai quarti – per la prima volta dall'avvento della fase a gironi di Coppa UEFA dal 2004/05 –, nessuna delle squadre passate dalla UEFA Champions League alla fine della fase a gironi sono approdate in semifinale.  

Gli allenatori
• Allenatore del Dnipro da maggio 2014, Myron Markevych è stato centrocampista dell'FC Karpaty Lviv. Anche se da giocatore non ha avuto grande successo, ha allenato il Karpaty per quattro stagioni e poi si è trasferito all'FC Metalist Kharkiv, guadagnandosi una buona reputazione grazie al suo calcio offensivo. Nel 2010, inoltre, ha allenato l'Ucraina per un breve periodo.

• Allenatore del Napoli dal maggio 2013, Rafael Benítez ha vinto due titoli in Liga e la Coppa UEFA 2003/04 con il Valencia CF, la UEFA Champions League 2004/05 con il Liverpool FC e la UEFA Europa League 2012/13 con il Chelsea FC. Lo spagnolo ha vinto la Coppa Italia alla prima stagione sulla panchina del Napoli e potrebbe diventare il secondo tecnico dopo Giovanni Trapattoni a vincere Coppa UEFA/UEFA Europa League per la terza volta.

• Benítez (Chelsea, 2013) e Unai Emery del Siviglia (nel 2014) hanno vinto in precedenza la UEFA Europa League. Benítez è l'unico allenatore delle semifinali a essersi aggiudicato la UEFA Champions League.

Rigori
• Il Dnipro nelle gare di competizioni UEFA concluse ai rigori ha registrato zero vittorie e una sconfitta (una sconfitta in casa):
3-5 - FC Girondins de Bordeaux (C), quarti Coppa dei Campioni 1984/85

• Il Napoli nelle gare di competizioni UEFA concluse ai rigori ha registrato una vittoria e due sconfitte (due sconfitte in trasferta):
3-4 - Toulouse FC (T), primo turno Coppa UEFA 1986/87
4-3 - Sporting Clube de Portugal (C), primo turno Coppa UEFA 1989/90
3-5 - FC Spartak Moskva (T), secondo turno Coppa dei Campioni 1990/91

In alto