Anteprima Napoli-Wolfsburg

Il Napoli ha già ipotecato la semifinale, ma il tecnico Rafael Benítez tiene alta la tensione: "Dobbiamo ripetere la prestazione dell’andata, il Wolfsburg è una squadra pericolosa".

Anteprima Napoli-Wolfsburg
Anteprima Napoli-Wolfsburg ©AFP/Getty Images

• Rafael Benítez avvisa e chiede di stare attenti al Wolfsburg
• Il Napoli ha vinto l'andata 4-1 
• Dieter Hecking: "Credo nel miracolo ma dobbiamo essere perfetti 
• André Schürrle e Kevin De Bruyne indisponibili per gli ospiti 

Formazioni probabili 
Napoli : Andujar; Maggio, Albiol, Britos, Ghoulam; López, Inler; Gabbiadini, De Guzman, Mertens; Zapata. 
• Indisponibili : Zúñiga (ginocchio), Michu (ginocchio), Maggio (influenza)

Wolfsburg : Benaglio; Träsch, Knoche, Naldo, Rodriguez; Guilavogui, Luiz Gustavo; Caliguri, Arnold, Perišić; Dost. 
• Indisponibili : Schürrle (spalla), De Bruyne (piede), Hunt (ginocchio), Vieirinha (indisposizione)

Più che al VfL Wolfsburg, Rafael Benítez guarda al futuro. Complice il risultato dell’andata, infatti, nella conferenza stampa della vigilia dei quarti di finale di UEFA Europa League il tecnico del SSC Napoli parla anche e soprattutto del ritiro punitivo di Castelvolturno e dei suoi progetti per il futuro.

“Io non cambio idea - avverte Benítez -. Lo scorso anno la squadra vinceva e giocava bene senza ritiro, non credo che ne abbiamo bisogno. Il Barcellona ieri è arrivato direttamente al Camp Nou per la partita, il Cagliari è andato in ritiro e ha perso. Tante squadre vanno in ritiro e retrocedono lo stesso”.

Pillole di saggezza, una dopo l’altra: “Noi dopo il ritiro estivo siamo usciti dalla UEFA Champions League. Abbiamo sempre fatto ritiro prima di una partita in trasferta e non fa male, ma vedere la famiglia è più importante che vedere un compagno tutti i giorni dato che la squadra si conosce. Dopo qualche giorno i calciatori vogliono tornare a casa. Non c'è bisogno dei metodi degli anni Settanta”.

C’è spazio anche per un pubblico eloquio: “La mediazione di ieri è stata del direttore sportivo Riccardo Bigon: ha messo tutti d'accordo e voglio pubblicamente fargli i complimenti”.

E il futuro? Dove allenerà Benítez l’anno prossimo? Riuscirà Bigon a convincerlo a restare a Napoli? “Dopo Wolfsburg - rivela l’allenatore spagnolo - ho sentito il presidente Aurelio De Laurentiis via sms, dopo Cagliari ci saremmo dovuti vedere ma eravamo entrambi impegnati. Ci incontreremo la prossima settimana, quanto prima ci vediamo meglio è. Sono aperto a ogni discorso. Non ho ancora detto no al Napoli perché non conosco il business plan, parlerò con la mia famiglia e deciderò”.

La strada, però, sembra già tracciata: “Dobbiamo fare il prossimo passaggio, quello che manca per avvicinarci alle grandi d'Europa avendo ogni anno la possibilità di vincere qualcosa. Non ho firmato con il Manchester City, che comunque mi piace perché so quali sono le squadre che in Premier Legue lavorano bene. Io farò il professionista fino alla fine proprio come ho fatto con il Chelsea. Voglio lasciare il Napoli più in alto possibile, la squadra è un patrimonio della città e dei tifosi che vogliono i titoli. L'Europa League può essere una strada per tornare in Champions e per aumentare gli investimenti in prospettiva futura. In campionato, invece, dobbiamo ancora raggiungere Roma e Lazio, ma possiamo ridurre il gap dai biancocelesti a tre punti avendo lo scontro diretto in casa all'ultima giornata”.

Il futuro sembra sempre più lontano da Napoli, il presente si chiama Wolfsburg. Poche parole, giusto un monito alla squadra: “Sappiamo che il Wolfsburg ha fatto quattro reti al Bayern Monaco e che è una squadra pericolosa, ma noi dobbiamo ripetere la prestazione dell’andata”.

Formazioni probabili:
Napoli:
Andujar; Henrique, Albiol, Britos, Ghoulam; López, Inler; Gabbiadini, Hamšík, Mertens; Zapata. • Indisponibili : Zúñiga (knee), Michu (knee), Maggio (flu)

Wolfsburg: Benaglio; Träsch, Knoche, Naldo, Rodriguez; Guilavogui, Luiz Gustavo; Vieirinha, Arnold, Perišić; Dost. • Indisponibili : Schürrle (shoulder), De Bruyne (foot)