UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Il Napoli ci crede

Contro l'FC Dnipro Dnipropetrovsk sarà la partita della svolta per l'SSC Napoli, almeno in UEFA Europa League. E sulla plancia di comando della nave azzurra ci sarà ancora Walter Mazzarri: "Ci crediamo".

Walter Mazzarri (SSC Napoli)
Walter Mazzarri (SSC Napoli) ©Getty Images

Contro l'FC Dnipro Dnipropetrovsk sarà la partita della svolta per l'SSC Napoli, almeno in UEFA Europa League. E sulla plancia di comando della nave azzurra ci sarà ancora Walter Mazzarri, nonostante i problemi cardiaci che lo hanno costretto a un check up d'emergenza in una clinica di Avellino.

Contro la Dnipro, lanciatissima in Europa, il Napoli si gioca le ultime speranze di qualificazione. Con qualche titolare in più. Per la prima volta in stagione, infatti, il tecnico toscano non cambierà la formazione iniziale per undici undicesimi pur dando ampio spazio a chi finora ha giocato di meno. Con i vari Antonio Rosati, Federico Fernández, Giandomenico Mesto e Marco Donadel, così, ci saranno anche tre titolarissimi. Su tutti Edinson Cavani, all'esordio da titolare in Europa League per una volta al fianco di Eduardo Vargas, l'attaccante oggetto misterioso finora a segno solo contro l'AIK Solna.

"Metterò in campo la squadra che secondo parametri e valutazioni credo possa garantire la migliore prestazione", assicura Mazzarri. E rilancia: "Vogliamo giocarci tutte le possibilità per passare il turno e ci crediamo". Poi si toglie qualche sassolino dalle scarpe: "Voglio precisare che non esiste un Napoli 2 com'è stato battezzato, esistono scelte che si fanno per poter dare il meglio sia in Italia che in Europa".

Nessuna crisi o crisetta: "Io non vedo nessuna crisi della mia squadra - continua Mazzarri - È solo un momento in cui tutto o quasi ci va storto. Dobbiamo insistere e aspettare che giri in maniera diversa". Non ci sono giocatori "stanchi o in fase di involuzione. Certo - osserva - se giocassero di meno o se non ci fossero gli impegni di coppa sarebbero più lucidi. Ma questo non vale solo per i
miei. Vale per tutte le squadre che giocano competizioni infrasettimanali".

Stanco o no, il Napoli dovrà interrompere la striscia di vittorie della Dnipro per sperare ancora nel passaggio del turno: "Ogni partita dobbiamo cercare di portare a casa il massimo", sentenzia Gökhan Inler, chiavi del centrocampo alla mano. "Vogliamo fare bene anche in Europa League. Chi scenderà in campo dovrà dare il massimo, chi ha giocato di meno deve sapere che siamo comunque tutti uniti per fare bene".