Il Benfica spicca il volo al momento giusto

Scheda semifinalista: Dopo un inizio di stagione molto deludente le Aquile hanno cambiato marcia e sono in corsa per tre trofei, compresa la UEFA Europa League.

SL Benfica: Il cammino ©Getty Images

L'SL Benfica ha saputo far tesoro del deludente cammino in UEFA Champions League restando imbattuto in UEFA Europa League. Sempre molto solido in casa, il Benfica ha segnato almeno un gol in trasferta a partire dai sedicesimi di finale, rivelandosi un avversario formidabile.

Titoli in competizioni UEFA per club (secondo posto tra parentesi)
• Coppa dei Campioni: 1961, 1962; (1963), (1965), (1968), (1988), (1990)
• Coppa UEFA: (1983)

Titoli nazionali (tra parentesi il più recente)
• Campionati: 32 (2010)
• Coppe di Portogallo: 24 (2004)

Storia
Precedenti semifinali di Coppa UEFA/UEFA Europa League
1 (1 vittoria, 0 sconfitte)

Ranking UEFA per club
17 (il Braga, avversario di turno, è 31esimo)

Capocannoniere
Campionato: Óscar Cardozo, Javier Saviola 9
Europa: Óscar Cardozo 4 (3 in UEFA Europa League)

Punti di forza e punti deboli
La forza del Benfica risiede nel suo potenziale offensivo: giocatori del calibro di Pablo Aimar, Eduardo Salvio, Nico Gaitán e Saviola sono una spina nel fianco per le retroguardie avversarie. Molti dei pericoli derivano dalle discese dei due terzini: Fábio Coentrão a sinistra e Maxi Pereira a destra. Per contro, la difesa ha incassato sei reti in UEFA Europa League.

Momenti chiave
Il PSV Eindhoven accarezza il sogno della rimonta nel ritorno dei quarti di finale quando Jeremain Lens raccoglie un passaggio filtrante di Otman Bakkal e batte Roberto al secondo tentativo dopo un rimpallo con Javi García. In quel momento gli olandesi sono a un solo gol dal ribaltare le sorti del turno, ma ci pensa Luisão, capitano del Benfica, a ridare fiato alle Aquile agganciando una respinta di Andreas Isaksson e realizzando il 2-1 poco prima dell'intervallo. Il gol ha l'effetto di rasserenare il Benfica, che nella ripresa sigla il pareggio e certifica la qualificazione.

Eroe a sorpresa
Arrivato in sordina in estate con la formula del prestito dal Club Atlético de Madrid, il nazionale argentino Salvio si rivela decisivo in UEFA Europa League. Brilla nel 2-0 esterno contro il VfB Stuttgart segnando il primo gol. Ancora decisivo nel 4-1 al PSV nella gara d'andata, quando segna una doppietta. Tuttavia, Salvio, unico giocatore a poter ancora vincere il torneo per il secondo anno consecutivo, si è fratturato il piede destro nel ritorno contro il PSV e non sarà disponibile contro l'SC Braga.

Stato di forma
Il Benfica è stato protagonista di un pessimo inizio di stagione, perdendo la Supercoppa portoghese contro l'FC Porto e tre delle prime quattro giornate di campionato. Il 7 novembre perde 5-0 a Oporto e di fatto abdica dal titolo. Un mese più tardi dice addio alla UEFA Champions League perdendo in casa contro l'FC Schalke 04. Tuttavia, le Aquile riescono a passare in UEFA Europa League e infilano una serie record per il calcio portoghese di 18 vittorie consecutive in gare ufficiali. Anche se la serie positiva non impedisce al Porto di conquistare il titolo, il Benfica raggiunge le finali di Coppa di Lega, nonché le semifinali di UEFA Europa League.

Statistiche schiaccianti
Il Benfica è nettamente in vantaggio nei 110 scontri diretti con il Braga in campionato: 72 vittorie e 11 sconfitte. Il bilancio casalingo è ancora migliore: 43 vittorie, 11 pareggi e una sola sconfitta, nel 1954/55, nei 55 duelli in campionato. Inoltre, il Benfica ha sempre vinto nelle quattro occasioni in cui ha affrontato il Braga in casa in gare di coppa.  

L'opinione degli avversari
Leandro Salino, calciatore del Braga:
Ci aspettano due partite contro una grande squadra. Tra le due squadre c'è grande rispetto reciproco. Ci siamo già affrontati quest'anno e abbiamo dimostrato il nostro valore.