Il sito ufficiale del calcio europeo

Di Natale illude l'Italia

Pubblicato: Domenica, 10 giugno 2012, 13.40CET
Spagna - Italia 1-1
Il bomber dell'Udinese, appena subentrato, porta in vantaggio una buona Italia nella gara inaugurale del Gruppo C, ma Fàbregas salva la Spagna.
di Michele Weiss
da Arena Gdansk
Di Natale illude l'Italia
Antonio Di Natale segna il gol del momentaneo vantaggio azzurro ©Getty Images

Statistiche partite

SpagnaItalia

Gol segnati1
 
1
Possesso (%)60
 
40
Tiri totali18
 
10
Tiri nello specchio9
 
6
Tiri fuori9
 
4
Tiri respinti4
 
0
Tiri contro il palo0
 
0
Calci d'angolo7
 
2
Fuorigioco2
 
3
Cartellini gialli3
 
4
Cartellini rossi0
 
0
Falli commessi12
 
19
Falli subiti19
 
12

Classifiche

Legenda:

G: Giocate   
P.ti: Punti   
Ultimo aggiornamento: 21/11/2017 14:45 CET
Pubblicato: Domenica, 10 giugno 2012, 13.40CET

Di Natale illude l'Italia

Spagna - Italia 1-1
Il bomber dell'Udinese, appena subentrato, porta in vantaggio una buona Italia nella gara inaugurale del Gruppo C, ma Fàbregas salva la Spagna.

Il bomber dell'Udinese Antonio Di Natale porta in vantaggio una buona Italia contro la Spagna a Danzica, ma Cesc Fàbregas salva i campioni d'Europa uscenti della Spagna.

Nella gara d'apertura del Gruppo C a UEFA EURO 2012 l'Italia sfida nella splendida cornice della Gdansk Arena i campioni in carica della Spagna con tanta voglia di dimostrare che la squadra c’è e per cercare di ripetere il colpaccio della Svizzera alla Coppa del Mondo FIFA 2010, capace di battere la portaerei iberica (poi vincitrice del torneo) nella sfida d'esordio.

Il Ct azzurro Cesare Prandelli opta per l'inedita difesa a tre, con Daniele De Rossi perno centrale, e per il debuttante Emanuele Giaccherini in campo per una nazionale formato Juventus (sei i giocatori bianconeri titolari), mentre nella Spagna, schierata con il solito robusto centrocampo a cinque "stelle", Cesc Fàbregas è in campo nel ruolo di "falso" centravanti.

La Spagna inizia subito con l'abituale possesso palla, ma una veemente discesa di Christian Maggio sulla destra fa capire che gli Azzurri non vogliono affatto subire l’avversario. Ritmi bassi, comunque, con gli iberici che provano a schiacciare l'Italia, ed è di David Silva il primo tiro al 9’, di poco alto, a cui risponde Mario Balotelli con un bolide deviato in corner.

Poco dopo, Antonio Cassano si guadagna una punizione dal limite battuta da Andrea Pirlo, che costringe Iker Casillas a una parata impegnativa. È un buon momento per gli uomini di Prandelli, che mettono a loro volta sotto pressione le Furie Rosse con il regista della Juventus che comincia a salire in cattedra.

Dopo una grande occasione per FantAntonio (diagonale di poco fuori) l'incontro sembra raffreddarsi, allora ci prova Andrés Iniesta a scaldarlo con un gran tiro dalla destra ben parato da Gigi Buffon. Le squadre si temono e si controllano, ma l’Italia ci crede e ancora Cassano con un tiro velenoso obbliga Casillas a respingere con qualche difficoltà. Appena prima del doppio fischio il capitano spagnolo compie un vero miracolo su un colpo di testa ravvicinato di Thiago Motta.

La ripresa comincia senza cambi, la Spagna dà segnali immediati di risveglio, con Fàbregas che impegna dal limite Buffon, che subito dopo si supera salvando sul gran diagonale del solito Iniesta da due passi: brividi azzurri, ma anche per la Roja, graziata da Balotelli che presentatosi da solo in area si lascia incredibilmente rimontare da Sergio Ramos. È il canto del cigno per l’attaccante del Manchester City FC, sostituito da Antonio Di Natale.

E appena entrato, come in una favola, è proprio il bomber dell’Udinese Calcio ad aprire le marcature al 61’ – undicesimo gol in nazionale per lui –, con un bel diagonale su lancio 'millesimato' di Pirlo. La Spagna, incornata e rabbiosa, si butta in avanti e trova il pari 3’ dopo, con Fàbregas bravo a sfruttare un taglio in area di Silva. La sfida prende fuoco, con le due squadre che si affrontano senza più tatticismi e con grande intensità.

Gli Azzurri sembrano subire il colpo e la Spagna sfiora la rete del sorpasso con un bel tiro al volo di Álvaro Arbeloa, che si spegne a lato di poco, e con Fernando Torres, su cui salva un grande Gianluigi Buffon in uscita disperata. Ma è ancora Di Natale, con una deviazione volante sottoporta, a mancare il nuovo vantaggio di un nonnulla. Poi ancora Torres, neocampione d’Europa con il Chlesea FC ha un’altra grande occasione, ma il suo pallonetto non ha fortuna e si spegne appena sopra la traversa.

Fioccano altre occasioni, ma alla fine il risultato è giusto: buon pari per gli Azzurri nella gara d'esordio dell'Europeo e anche per la grande Spagna, che temeva gli italiani mai battuti in gare ufficiali nei 90' dalle Olimpiadi del lontanissimo 1920.

Ultimo aggiornamento: 25/09/14 5.15CET

http://it.uefa.com/uefaeuro/season=2012/matches/round=15172/match=2003323/postmatch/report/index.html#di+natale+illude+litalia