UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

In the Zone: analisi di Liverpool - Atlético 2-0

Gli osservatori tecnici UEFA vi raccontano come i Reds hanno raggiunto gli ottavi battendo senza difficoltà l'Atlético.

See how Liverpool's play in wide areas lead to a superb Trent Alexander-Arnold cross and their opening goal against Atlético.
La rotazione degli esterni del Liverpool

Con la vittoria contro il Club Atlético de Madrid, il Liverpool si è qualificato agli ottavi con due giornate d'anticipo. Mai prima d'ora i Reds avevano vinto le prime quattro gare della fase a gironi di UEFA Champions League, e in questa edizione ci sono riusciti grazie anche alle due vittorie sui campioni di Spagna nel Gruppo B.

La squadra degli osservatori tecnici ha analizzato la vittoria del Liverpool di mercoledì sera, soffermandosi sulla tattica e sui movimenti intelligenti della squadra di Diego Simeone.

I gol

Highlights: Liverpool - Atlético 2-0 
Highlights: Liverpool - Atlético 2-0 

1-0: Diogo Jota (13')
Trent Alexander-Arnold fa partire l'azione dalla metà campo avversaria con un passaggio verso Jordan Henderson sulla corsia destra. Il capitano scambia il pallone con Mohamed Salah vicino la linea di fondo, prima di un retropassaggio verso Alexander-Arnold che, libero da marcature, fa partire un cross preciso di prima verso il secondo palo che trova l'inserimento di Jota, abile a deviare in maniera decisiva il pallone di testa da dentro l'area piccola.

2-0: Sadio Mané (21')
Mané riceve il pallone sulla trequarti sugli sviluppi di una rimessa laterale. Circondato da tre uomini passa il pallone in orizzontale a Henderson che di prima prosegue la traiettoria verso Alexander-Arnold. L'inglese dalla stessa posizione del primo gol lascia partire un tiro/cross basso dopo un primo tocco. La sua conclusione trova in traiettoria Mané che di sinistro deposita il pallone in rete con tempismo perfetto.

Miglior giocatore: Diogo Jota

A un anno preciso dalla tripletta in UEFA Champions League in casa dell'Atalanta, Jota disputa un'altra grande partita aggiudicandosi il premio di Player of the Match. "Gioca bene tra le linee e infastidisce i centrali dell'Atlético con i suoi movimenti continui", ha scritto l'osservatore tecnico UEFA, Tim Cahill.

Analisi tattica

Liverpool

Il 4-3-3 dell Liverpool
Il 4-3-3 dell Liverpool

Il Liverpool si schiera con un 4-3-3 con Alexander-Arnold (66) e Tsimikas (21) esterni di difesa. Per consentire a Salah (11) di muoversi con più libertà in avanti, Henderson (14) arretra in difesa e Alexander-Arnold si sposta verso il centro.

Jota (20) agisce come falso nove mentre dall'altro lato Mané (10) si muove tra l'esterno e il centrale di sinistra. In fase di non possesso la squadra di Jürgen Klopp rimane con lo stesso modulo ma alza il ritmo per riconquistare il pallone e partire in contropiede.

Atlético de Madrid

Il 5-3-2 difensivo dell'Atlético
Il 5-3-2 difensivo dell'Atlético

In fase di possesso l'Atlético si schiera con un 3-4-2-1 per lanciare i tre in avanti che con movimenti rapidi si slegano per innescare gli esterni. In fase di non possesso la squadra di Simeone passa a un 5-3-2, con Joaquín Correa (7) che arretra a centrocampo che passa a tre.

Il 5-3-2 difensivo dell'Atléti è pensato per ripartire rapidamente in contropiede ma i piani degli ospiti cambiano con l'inferiorità numerica dopo l'espulsione di Felipe al 36'. Simeone passa quindi a un 4-4-1 con un centrocampo a quattro per coprire gli spazi e lanciare Luis Suárez (9) in contropiede.

L'analisi

La maggiore intensità del Liverpool è la chiave della loro superiorità. I Reds attaccano rapidamente e, quando perdono in possesso, pressano in maniera forsennata per lasciare gli avversari nella loro metà campo. Jota ha vinto il premio di Player of the Match, ma non è da sottovalutare neanche la prestazione di Alexander-Arnold, con i suoi 10° e 11° assist personali nella competizione oltre che per il suo lavoro in fase di possesso e non.

L'espulsione di Felipe dopo 36 minuti spezza in due la partita. Già sopra di due gol, il Liverpool gestisce il possesso con calma e intelligenza per il resto della gara lasciando agli ospiti solo le briciole.

Il portiere dell'Atlético, Jan Oblak ha giocato un'ottima partita
Il portiere dell'Atlético, Jan Oblak ha giocato un'ottima partitaVisionhaus/Getty Images

L'Atlético è ancora alla ricerca del primo clean sheet in trasferta della stagione, ma di sicuro non è colpa del portiere Jan Oblak che anche oggi ha ben impressionato gli osservatori UEFA.

Le parole degli allenatori

Jürgen Klopp, allenatore Liverpool: "La partita è stata quasi perfetta, come volevamo che fosse: abbiamo segnato i gol nei momenti giusti. Loro hanno giocato in maniera più offensiva rispetto all'andata in Spagna soprattutto all'inizio, ma noi ci siamo difesi bene, e poi Trent ha messo al centro due palloni incredibili".

Diego Simeone, allenatore Atlético: "Sono partiti molto bene ma noi non siamo riusciti a fare il gioco che volevamo e poi siamo rimasti con un uomo in meno. Sono stati molto cinici. Alexander-Arnold ha fatto un cross fantastico ma tutto il Liverpool ha giocato a una velocità tale che è riuscito a ottenere il massimo dalla loro prestazione".