UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Cristiano Ronaldo incrocia le dita

In attesa della finale di sabato, Cristiano Ronaldo parla della Juventus, degli oltre 100 gol segnati in UEFA Champions League e dell'ottimo lavoro di Zinédine Zidane.

Cristiano Ronaldo incrocia le dita
Cristiano Ronaldo incrocia le dita ©Getty Images

UEFA.com: com'è stata la tua 14esima stagione in UEFA Champions League? Come ti prepari alla terza finale in quattro anni?

Cristiano Ronaldo: è sempre speciale giocare una finale di Champions League. Ho avuto la possibilità di giocarla quattro volte e questa sarà la quinta, quindi sarà un'occasione molto particolare. Affronteremo una grande squadra. Sappiamo che sarà una partita molto difficile, ma siamo il Real Madrid ed è per questo che abbiamo buone probabilità di vincere. Ovviamente speriamo di riuscirci, sarebbe straordinario. 

UEFA.com: quali sono le qualità principali della Juventus? 

Highlights: Ronaldo contro Buffon
Highlights: Ronaldo contro Buffon

Ronaldo: è un'ottima squadra e non è in finale per caso. Sarà sicuramente un'avversaria difficile, così come lo sarà la partita. In finale le possibilità sono sempre sul 50 e 50.

A loro piace stare addosso agli avversari, come l'Atlético Madrid. La difesa è forte, ma per quanto siano forti i difensori c'è sempre un punto debole. Dobbiamo cercare di individuarlo, sfruttare gli spazi e segnare.

Sarà molto simile alle ultime due finali contro l'Atlético. Entrambe le squadre cercheranno di approfittare degli errori dell'altra. Quella che ne commetterà di meno probabilmente vincerà, e spero che sia il Real Madrid. 

UEFA.com: quanto ti diverti in questa fase della tua carriera?

Ronaldo: cerco di divertirmi più che posso e di stare bene. Ovviamente la squadra mi ha aiutato molto.

Penso che il mio ruolo rimarrà lo stesso. Quello che mi piace di più è avere più libertà e Zinédine Zidane mi ha dato questa opportunità schierandomi centravanti. Gioco sulle fasce, al centro, ovunque pensi che serva.

Negli ultimi due anni sono arrivato molto stanco all'ultima fase del campionato e della Champions League, quindi quest'anno ho saltato un paio di partite, ma sono sempre quello con più minuti in squadra. Ho giocato tanto, ma naturalmente mi sento molto meglio in questa finale che in quelle scorse. 

UEFA.com: il Real Madrid ha avuto 20 o 21 titolari in questa stagione. È stato un fattore decisivo??

Ronaldo: secondo me sì. Credo che Zidane abbia gestito la squadra con molta intelligenza. Non è facile, perché tutti vogliono giocare, ma lui è riuscito a usare tutti i giocatori lasciando a riposo diversi titolari.

L'anno scorso, quando Zidane è arrivato, abbiamo limitato un po' le aspettative. Nessuno lo metteva sotto pressione perché in campionato eravamo staccati di molto. Quest'anno ha iniziato da zero e ci ha fatto vedere che sta diventando un bravissimo allenatore.

L'ho sempre ammirato da giocatore e lo ammiro ancora di più da allenatore, perché è una persona positiva, che lavora molto e rispetta i giocatori. Non ho dubbi che il nostro successo sia dovuto a Zidane e al suo ottimo lavoro. Tutti i giocatori sono soddisfatti di lui.

UEFA.com: significa molto per te essere diventato il primo giocatore a segnare 100 gol in UEFA Champions League?

Ronaldo ama infrangere i record
Ronaldo ama infrangere i record©Getty Images

Ronaldo: sì. Era un traguardo che volevo raggiungere. Ho sempre pensato che sarei stato il primo a segnare 100 gol nella storia della UEFA Champions League e ce l'ho fatta. Era un obiettivo che mi ero posto all'inizio della stagione e grazie a Dio l'ho raggiunto.

Sono consapevole del fatto che quello che ho fatto nel calcio ha già lasciato e continuerà a lasciare il segno. Non ho infranto così tanti record per caso. Per me non è un'ossessione, ma mi piace superarli, esistono apposta. Mi motivano ad allenarmi e a giocare sempre meglio. Ho l'ambizione di migliorare sempre e giocare al più alto livello possibile.

UEFA.com: il Real potrebbe diventare la prima squadra a difendere il titolo in UEFA Champions League. Ti esalta l'idea? 

Ronaldo: è un traguardo che ogni giocatore del Real Madrid vuole raggiungere. Vogliamo entrare nella storia e sappiamo che se vinciamo la Champions League saremo la prima squadra a conservare il trofeo da quando esiste il nuovo formato. Per noi è un altro obiettivo, un'ambizione ma anche un sogno. Incrociamo le dita!