La storia finora: Juventus

La Juventus ha riscattato l'eliminazione dello scorso anno arrivando seconda nel Gruppo A e, dopo due sconfitte consecutive, ha passato il turno con due vittorie e uno 0-0.

La fase a gironi della Juventus ©Getty Images

La Juventus ha riscattato l'eliminazione dello scorso anno arrivando seconda nell'unico girone con quattro campioni nazionali. Dopo le due sconfitte consecutive per 1-0 alla seconda e alla terza giornata, la squadra di Massimiliano Allegri ha passato il turno grazie a due vittorie e a uno 0-0.

La storia finora
La Juventus ha iniziato il GruppoA con un 2-0 casalingo sul Malmö FF, in cui Carlos Tévez ha ritrovato il gol in UEFA Champions League che mancava da aprile 2009. Quindi, i bianconeri hanno fatto visita al Club Atlético de Madrid, perdendo 1-0, e all'Olympiacos FC, arrendendosi con lo stesso risultato.

Nella gara successiva a Torino, Andrea Pirlo ha festeggiato la 100esima presenza in UEFA Champions League segnando su punizione contro i campioni di Grecia, che però si sono portati sul 2-1. La Juve ha risposto con due gol in rapida successione e ha centrato una vittoria importantissima. Le reti di Fernando Llorente e Tévez hanno poi suggellato il 2-0 a Malmö, mentre il successivo 0-0 contro l'Atlético è bastato per la qualificazione.

Centurion Pirlo's magic moments
Centurion Pirlo's magic moments

La svolta
Per la partita contro l'Olympiacos alla quarta giornata, Massimiliano Allegri ha deciso di cambiare il 3-5-2 di Antonio Conte che aveva fruttato tre scudetti con il suo tipico 4-3-1-2. I bianconeri hanno giocato bene ma si sono trovati in svantaggio per 2-1 "senza neanche accorgersene", come ha dichiarato il tecnico toscano.

La fortuna è stata d'aiuto quando un colpo di testa di Llorente si è infranto sul palo ed è carambolato sul portiere Roberto, insaccandosi in rete. Poco dopo, Paul Pogba è andato a segno trovando tre punti fondamentali.

Giocatori chiave: Carlos Tevéz 
L'argentino ha segnato tre dei sette gol della Juventus nella fase a gironi. Pedina insostituibile grazie alla sua energia, agli alti ritmi di gioco e al suo carisma, il 30enne attaccante potrebbe diventare ancora più importante ora che ha interrotto il suo digiuno nella massima competizione europea per club. "Ora inizia la vera Champions League", ha dichiarato dopo la qualificazione.

©AFP/Getty Images

Astro nascente: Paul Pogba
Pur avendo solo 21 anni, il francese è già tra i migliori centrocampisti al mondo, ma come sostengono i suoi allenatori (Massimiliano Allegri e Didier Deschamps) ha ampi margini di miglioramento. Potente, tecnico, dotato del fiuto del gol e di una personalità da veterano, il giocatore sembra non avere limiti.

Numero: 461
Chi ha effettuato il maggior numero di passaggi nella fase a gironi? Xabi Aloso? Toni Kroos? Cesc Fàbregas? No, Giorgio Chiellini! Il difensore ne ha completati 461 su 501: entrambe le cifre rappresentano un record in questa stagione. Poiché gli avversari marcano spesso Andrea Pirlo, la Juventus deve costruire le manovre dalle retrovie: se la bravura di Leonardo Bonucci con la palla al piede è ormai nota, le statistiche di Chiellini dimostrano la sua grande crescita negli ultimi anni.

Frase
"Dobbiamo imparare dall'Atlético. Non concede mai nulla ed è proprio così che bisogna fare contro le grandi squadre".
Massimilano Allegri a proposito della Juventus, che non è riuscita a segnare contro la squadra spagnola in 180 minuti.

Prossima sfida: Borussia Dortmund
(In casa: 24 febbraio, fuori casa: 18 marzo)