UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Domínguez vuole chiudere i conti

Eroe dell'Olympiacos, Alejandro Domínguez non ha potuto contenere la gioia per una "notte storica per il club", dopo la vittoria per 2-0 nell'andata degli ottavi di finale di UEFA Champions League contro il Manchester United.

Domínguez vuole chiudere i conti
Domínguez vuole chiudere i conti ©AFP/Getty Images

Eroe dell'Olympiacos FC, Alejandro Domínguez non ha potuto contenere la gioia per una "notte storica per il club", dopo la vittoria per 2-0 nell'andata degli ottavi di finale di UEFA Champions League contro il Manchester United FC.

Il centrocampista argentino si è lasciato andare alle emozioni dopo il successo di martedì sera, e ha detto a UEFA.com: "Sono così felice. Sono molto soddisfatto per il lavoro della squadra e per la vittoria che abbiamo ottenuto. Credo che abbiamo fatto un grosso passo avanti - un gigantesco passo avanti. La sfida non è chiusa però, dobbiamo giocare la gara di ritorno, ma è giusto gioire per il risultato di oggi. Per me questa è una notte storica per il club e ne siamo felicissimi".

Il 32enne ha portato in vantaggio la squadra di Míchel e ha festeggiato con un dito in bocca in onore del figlio, Tiziano, nato venerdì. L'attaccante costaricano Joel Campbell – in prestito dall'Arsenal FC – ha poi segnato il 2-0 al 55' minuto. "Lo staff tecnico ha preparato la partita nel dettaglio e oggi tutto è andato esattamente come avevamo pianificato", ha detto Domínguez. "Eravamo al massimo. Tutto è andato perfettamente, abbiamo fatto una grande partita e un grande passo avanti verso la qualificazione".

La squadra di David Moyes non attraversa un buon momento, ma rimane comunque un'avversaria ostica. "Il Manchester United non è un avversario facile", ha insistito Domínguez, che in passato ha vestito anche le maglie di FC Rubin Kazan, FC Zenit e Valencia CF. "Conoscono questa competizione e meritano rispetto. In ogni caso noi abbiamo le nostre armi sul campo, abbiamo dato tutto quello che avevamo e abbiamo ottenuto un risultato molto importante".

L'Olympiacos sa bene che nulla è ancora deciso e che la gara di ritorno in programma il 19 marzo sarà decisiva. Domínguez, in ogni caso, è ottimista. "Siamo qui per cambiare la storia", ha detto. "Abbiamo fiducia nelle nostre capacità di cambiare le statistiche, e di fare un'altra grande partita come quella di questa sera per ottenere la qualificazione".

Lo United, invece, si lecca le ferite. "E' una serata deludente", ha detto il centrocampista Michael Carrick. "Siamo venuti qui sperando di vincere e non ce l'abbiamo fatta. Non abbiamo reagito nel secondo tempo fino a quando non è stato troppo tardi. Abbiamo avuto un buon possesso nel primo tempo, abbiamo controllato la partita senza permettere loro di affondare. Il gol [di Domínguez] è come arrivato dal nulla".

Contenuti attinenti