UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Rodrigo tiene a galla il Benfica

RSC Anderlecht - SL Benfica 2-3
Rodrigo entra dalla panchina e segna il gol della vittoria al 90', riaccendendo le speranze del Benfica nel Gruppo C di UEFA Champions League.

Rodrigo esulta dopo il gol al 90'
Rodrigo esulta dopo il gol al 90' ©AFP/Getty Images

Rodrigo entra dalla panchina e segna il gol della vittoria sull'RSC Anderlecht al 90', riaccendendo le speranze dell'SL Benfica nel Gruppo C di UEFA Champions League.

Il Benfica passa in svantaggio al 18' con Chancel Mbemba ma pareggia 16' più tardi con Nemanja Matić. Quindi, Mbemba commette un'autorete all'inizio del secondo tempo, ma Massimo Bruno firma il 2-2 al 77'. Quando sembra ormai destinato al suo secondo punto nel torneo, l'Anderlecht viene beffato da Rodrigo, in campo da soli 3'.

Il Benfica parte a spron battuto, ma l'Anderlecht cresce con il passare dei minuti e impegna Artur con un tiro di Bruno. Pochi istanti dopo, i padroni di casa firmano il primo gol allo stadio Constant Vanden Stock con il 19enne Mbemba. Su un calcio d'angolo spiovente di Fabrice N'Sakala, il centrale sbaglia il controllo, ma la palla carambola sul capitano avversario Luisão e il congolese ribadisce alle spalle di Artur.

L'Anderlecht gioca con solidità fino a 7' dall'intervallo, quando Matić insacca di testa su una punizione di Enzo Pérez con diversi giocatori del Benfica smarcati. La squadra di casa ha ancora la possibilità di andare in vantaggio, ma Cheikhou Kouyaté incorna alto su un calcio d'angolo non intercettato da Artur.

Al 7' della ripresa, Mbemba devia nella propria porta un cross di Nicolás Gaitán dopo un dribbling prodigioso dell'esterno. La gara si apre nell'ultima mezz'ora e Bruno corona una buona prestazione avventandosi su un passaggio deviato di Anthony Vanden Borre e insaccando sul primo palo. 

Ma il finale riserva altre emozioni. Dopo uno scambio con Miralem Sulejmani, Rodrigo fa partire un tiro che termina in rete nonostante un tocco di Proto. I campioni del Belgio, dunque, finiranno sicuramente in coda al girone, come nelle sei precedenti edizioni di Champions League alle quali hanno partecipato.

Per qualificarsi, il Benfica dovrà fare più punti in casa contro il Paris Saint-Germain di quelli dell'Olympiacos contro l'Anderlecht perché è in svantaggio nei confronti diretti con la squadra greca.