UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Lahm conferma, sarà una festa

Il capitano del Bayern Monaco è convinto che i Bavaresi siano cresciuti molto dopo la sconfitta in finale di UEFA Champions League del 2012 e si dice sicuro che la sfida contro il Barcellona sarà un'autentica "festa del calcio".

Philipp Lahm non vede l'ora di affrontare il Barcellona
Philipp Lahm non vede l'ora di affrontare il Barcellona ©Getty Images

Sia l'FC Bayern München che l'FC Barcelona sono state vittime del Chelsea FC in UEFA Champions League la scorsa stagione, ma in vista dello scontro in semifinale, Philipp Lahm è sicuro che i Bavaresi abbiano imparato molto dall'esperienza di un anno fa.

Il Bayern ha conosciuto un momento amarissimo lo scorso maggio, perdendo la finale in casa contro i Blues ai calci di rigore, ma in questa stagione è sembrato inarrestabile e ha già messo in cassaforte il titolo di Bundesliga oltre ad aver offerto prestazioni scintillanti in Europa. Il Barcellona, eliminato in semifinale sempre dal Chelsea lo scorso anno, sarà comunque un'avversaria difficile da superare, anche se Lahm è convinto che i Bavaresi siano maturi per sfide come questa.

"Abbiamo reagito bene alla batosta dello scorso anno - ha spiegato il terzino -. Ce la siamo lasciata alle spalle e ora non vediamo l'ora di affrontare il Barcellona".

"Abbiamo imparato molto dalla finale della scorsa stagione. Ora giochiamo con più attenzione in difesa, anche se questo non ci garantirà automaticamente il passaggio del turno. Una cosa però è sicura: nei prossimi anni avremo ancora molte chance di giocare e vincere la finale".

Lahm, in qualità di difensore, dovrebbe tirare un sospiro di sollievo in caso di assenza di Lionel Messi, ma il 29enne nazionale tedesco ha ribadito che in casa Bayern "tutti si augurano che possa scendere in campo". Anche perché, come ribadisce il capitano bavarese, il Barcellona sa essere letale a prescindere dall'argentino.

"Non dipenderà dai nostri difensori - ha spiegato Lahm -. Tutta la squadra dovrà contribuire in fase di ripiegamento. Affronteremo il Barcellona e per spuntarla non basterà affidarsi alla difesa. Anche l'attacco dovrà fare la sua parte e credo che il Bayern abbia i giocatori giusti per far male ai catalani".

Certamente, Lahm si aspetta una gara differente rispetto a quella persa 4-0 nella semifinale di andata di quattro anni fa a Barcellona. "Le cose andranno diversamente - ha ribadito il nazionale tedesco -. Siamo cresciuti molto, abbiamo fatto dei passi avanti. Sarà una sfida molto diversa rispetto a quella del 2009".

Quel che è certo, è che in campo lo spettacolo non mancherà tra la ex squadra di Josep Guardiola e quella che lo accoglierà in panchina a partire dalla prossima stagione. "Il Barcellona è con tutta probabilità la miglior squadra d'Europa, mentre noi siamo cresciuti molto nell'ultimo anno - ha aggiunto Lahm -. E negli ultimi tre anni abbiamo giocato due finali. Questa sfida sarà un'autentica festa del calcio. In molti pensano che il Bayern sia la squadra del futuro, sarà interessante confrontarsi con il Barcellona".