UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Ronaldo sempre più forte per Mourinho

Il tecnico del Real Madrid sottolinea il rendimento straordinario dell'asso portoghese nella qualificazione delle Merengues, mentre Leonid Slutski rimpiange qualche buona occasione mancata.

Molto da festeggiare per il Real Madrid
Molto da festeggiare per il Real Madrid ©AFP/Getty Images

José Mourinho, allenatore del Real Madrid 

[Cristiano] Ronaldo è incredibile. Sembrava impossibile che potesse migliorare i numeri della scorsa stagione, e invece si sta superando anche sul piano delle prestazioni.

Sapevo che non sarebbe stata una partita facile, come invece pensavano in molti. Ho apprezzato la prestazione e la maturità della squadra. Abbiamo controllato la gara fino al 3-0. Abbiamo fatto bene, senza strafare. Sul 3-1 è subentrato un po' di nervosismo, ma siamo riusciti a chiudere la partita. La squadra è stata molto equilibrata e si è meritata la qualificazione ai quarti di Champions League per il secondo anno consecutivo.

Non importa l'avversario che troveremo al prossimo turno. Ovviamente ci sono squadre più forti di altre, ma non facciamo distinzioni. La gente fatica a capire l'affetto che mi lega al Chelsea. Sarebbe un grande avversario nei quarti o in semifinale.  Sono contento che il Chelsea abbia passato il turno, ma preferirei affrontarlo in finale.

Leonid Slutski, allenatore del CSKA
Per superare il turno avremmo dovuto giocare una partita perfetta senza commettere errori. Abbiamo giocato nel modo giusto nel primo tempo, colpendo in contropiede, ma non siamo stati esenti da errori.

Siamo dispiaciuti per non essere riusciti a fare la partita della vita. Abbiamo avuto delle ottime occasioni sotto misura. [Seydou] Doumbia ha avuto una palla-gol limpida sullo 0-0. In partite del genere non si può pensare di avere una seconda o terza occasione. Abbiamo lasciato troppo il possesso della palla a un avversario di questa caratura.

Non voglio addossare colpe a [Sergei] Chepchugov. Merita il nostro sostegno. Ha giocato una grande partita all'andata e anche oggi ci ha salvato in diverse occasioni. Anche giocatori più esperti hanno commesso errori oggi. Ho inserito [Pavel] Mamaev perché avevamo bisogno di attaccare e di segnare. Non ho schierato Keisuke Honda perché spero che sia pronto per la prossima partita di campionato contro lo Spartak Moskva.