UEFA.com funziona meglio su altri browser
Per la migliore esperienza possibile, consigliamo Chrome, Firefox or Microsoft Edge.

Xavi applaude un Barça superiore

Il nazionale spagnolo Xavi Hernández non ha dubbi sulla superiorità a tutto campo del Barcellona nella vittoria per 2-0 contro il Real Madrid, nella quale hanno brillato le due gemme "meravigliose" di Lionel Messi.

Lionel Messi e Xavi Hernández (FC Barcelona)
Lionel Messi e Xavi Hernández (FC Barcelona) ©Getty Images

Xavi Hernández ha solo parole d'elogio per quella che ritiene una prestazione superiore dell'FC Barcelona nella semifinale di andata di UEFA Champions League vinta 2-0 sul Real Madrid CF.

Nonostante la recente sconfitta in finale di Coppa del Re contro le merengues, il Barcellona ha giocato con il giusto atteggiamento al Santiago Bernabéu. Solo al 76', un quarto d'ora dopo l'espulsione di Pepe, Lionel Messi è però riuscito ad aprire le marcature deviando in rete un cross di Ibrahim Afellay. L'argentino si è ripetuto con una prodezza di pochi minuti dopo, portando la sua squadra virtualmente in finale.

"Nel complesso siamo stati superiori; siamo venuti qui per giocare il nostro calcio - commenta Xavi -. Il Real ha attaccato a malapena e ha perlopiù difeso. Abbiamo approfittato dell'espulsione di Pepe, creando più occasioni, quindi penso che il risultato sia giusto".

Nonostante l'assenza di Andrés Iniesta (che ha riportato un infortunio al polpaccio all'ultimo momento), il nazionale spagnolo ritiene che il Barça si sia comportato egregiamente: "Ovviamente ci mancava Andrés - commenta Xavi -. È un giocatore che ha la capacità di scardinare gli avversari spaziando dal centro alle fasce. Ciononostante, [Seydou] Keita ha compiuto un ottimo lavoro, sia in avanti che in fase di interdizione".

Xavi ha belle parole anche per Afellay. Entrato al posto di Pedro, l'olandese ha ispirato il primo gol di Messi. "Ha giocato benissimo e il suo assist è stato fondamentale", aggiunge Xavi.

"Il raddoppio di Messi è stato meraviglioso - prosegue -. In generale abbiamo meritato di vincere, perché siamo stati superiori in difesa, in attacco e anche nel possesso palla".

Dopo l'analisi davanti a centinaia di giornalisti, il centrocampista lancia un avvertimento ai suoi compagni in vista del ritorno di martedì: "Mancano ancora 90 minuti e giochiamo contro il Real Madrid, che in passato ha saputo rimontare in situazioni anche più difficili - conclude Xavi -. In una gara del genere tutto può accadere".