Analisi del sangue nelle competizioni UEFA

Dalla stagione 2013/14, la UEFA condurrà analisi del sangue in tutte le competizioni. Nel frattempo sono stati pubblicati i risultati dei controlli antidoping in UEFA Champions League e UEFA Europa League 2012/13, con nessun caso positivo.

La UEFA eseguirà i controlli antidoping in tutte le competizioni
La UEFA eseguirà i controlli antidoping in tutte le competizioni ©Sportsfile

Come annunciato a maggio in seguito a una decisione del Comitato Esecutivo UEFA, dall'inizio della stagione 2013/14 la UEFA inizierà a condurre analisi del sangue in tutte le competizioni.

Finora, la UEFA aveva condotto le analisi del sangue solo a UEFA EURO 2008 e UEFA EURO 2012. Le analisi si svolgeranno sia in gara che fuori gara, mentre ai giocatori potrebbe essere richiesti solo campioni d'urina, di sangue o entrambi. Le federazioni affiliate alla UEFA e i club che partecipano alle competizioni europee sono stati informati delle variazioni attraverso la circolare 2013/027 e sono tenuti a informare i giocatori e il personale.

Normative antidoping
Le normative antidoping 2013 della UEFA sono entrate in vigore il 1° luglio 2013 e sono state aggiornate per la stagione 2013-2014. La variazione principale riguarda una clausola che descrive la procedura di controllo dei singoli giocatori fuori gara, lontano alle attività di squadra. Questi controlli si svolgono quando i giocatori e/o le squadre hanno commesso diverse violazioni e hanno raggiunto una condizione che giustifichi i test sui singoli giocatori. La procedura di prelievo è identica a quella descritta dalle normative antidoping della FIFA. Le altre variazioni sono minori, con la riformulazione di alcune clausole per aumentare la chiarezza o favorire una maggiore armonia tra le normative UEFA e FIFA. Non sussistono variazioni relative alle violazioni o alle responsabilità delle federazioni e dei club.

Programma di controllo - Stagione 2012/13
Nella stagione 2012/13 sono stati condotti 1374 controlli antidoping nelle principali competizioni per club europee (UEFA Champions League e UEFA Europa League) e non sono stati riscontrati casi positivi. Nelle altre competizioni, la UEFA ha condotto un totale di 407 controlli, anche se la stagione non è ancora terminata. Un programma completo di esami antidoping si svolgerà durante la fase finale di UEFA Women’s EURO 2013 in Svezia e ai tre tornei giovanili di quest'estate (Under 19, Under 19 femminile e Under 17 femminile).

UEFA Champions League 2012/13
In UEFA Champions League, la UEFA ha eseguito controlli antidoping in gara e fuori gara. In totale, durante la stagione 2012/13, sono stati prelevati 813 campioni: su oltre il 67% è stato effettuato il controllo dell'EPO, sostanza che aumenta la forza e la resistenza fisica. Nel corso della stagione, alcuni giocatori sono stati controllati fino a sei volte.

Controlli in gara
Le attività antidoping della UEFA si basano su un'attenta analisi dei rischi e su un dettagliato programma di distribuzione dei controlli. Le analisi sono state svolte in tutte le partite degli spareggi di UEFA Champions League e ogni squadra della fase a gironi è stata controllata almeno una volta. Durante la stagione, 30 giocatori delle due squadre finaliste sono stati controllati almeno tre volte.

Controlli fuori gara
Circa il 60% dei controlli antidoping in UEFA Champions League è stato condotto fuori gara presso i campi di allenamento dei club. Su oltre l'80% dei campioni prelevati è stato effettuato il controllo dell'EPO. Nel corso della stagione, le due finaliste sono state controllate fuori gara cinque volte ciascuna.

UEFA Europa League 2012/13
Nella stagione 2012/13 della UEFA Europa League, sono stati prelevati 560 campioni. Come per la UEFA Champions League, i controlli antidoping in Europa League sono pianificati secondo un'attenta valutazione dei rischi. Dopo aver controllato ogni squadra partecipante agli spareggi, sono state eseguite analisi antidoping in oltre il 50% degli incontri, con controlli in ogni partita dagli ottavi di finale in avanti.

Studio del profilo steroideo
In collaborazione con il laboratorio accreditato WADA di Losanna, la UEFA presenterà uno studio che analizza i profili steroidei di quasi 900 giocatori controllati almeno tre volte nelle competizioni UEFA dal 2008. L'obiettivo è identificare la potenziale prevalenza dell'uso di steroidi nel calcio europeo utilizzando dati da precedenti controlli antidoping. Lo studio sarà anonimo e i risultati non comporteranno violazioni delle regole antidoping da parte dei giocatori.