Ultimo aggiornamento 28/02/2020 05:16CET
UEFA EURO: Italia - Armenia Cartelle stampa

Qualificazioni europee - Stagione 2019/20Cartelle stampa

ItaliaItaliaRenzo Barbera - Palermolunedì, 18 novembre 2019
20.45CET (20.45 ora locale)
Gruppo J - Giornata 10
ArmeniaArmenia
StampaX
Stampa tutte le sezioni
Seleziona una sezione
SPONSOR UFFICIALI QUALIFICAZIONI EUROPEE
  • Alipay
  • Booking.com
  • Hisense
  • Volkswagen
/insideuefa/mediaservices/presskits/european-qualifiers/season=2020/round=2001086/day=10/session=2/match=2026006/library/_sidebar.html
?chapters=3

Allenatori Solo questa sezione

Roberto Mancini

Data di nascita: 27 novembre 1964
Nazionalità: Italiana
Carriera giocatore: Bologna, Sampdoria, Lazio, Leicester (prestito)
Carriera allenatore: Fiorentina, Lazio, Inter (due volte), Manchester City, Galatasaray, Zenit, Italia

• Trascorre gran parte della carriera da calciatore in Italia, conquistando lo Scudetto e la Coppa delle Coppe UEFA sia con la Sampdoria che con la Lazio, oltre a sei edizioni della Coppa Italia (quattro con la Sampdoria e due con la Lazio). Con la nazionale (36 presenze) centra il terzo posto alla Coppa del Mondo FIFA del 1990.

• Comincia la carriera da allenatore come vice di Sven-Göran Eriksson alla Lazio, quindi nel 2001 sostituisce Fatih Terim alla guida della Fiorentina. Dopo aver conquistato la Coppa Italia torna alla Lazio e vince nuovamente il trofeo, portando i Biancocelesti in UEFA Champions League e in semifinale di Coppa UEFA nel 2002/03.

• Nel luglio 2004 diventa l'allenatore dell'Inter sostituendo Alberto Zaccheroni e nella sua prima stagione conquista la Coppa Italia, primo trofeo nerazzurro in campo nazionale dallo Scudetto del 1989. Dopo le penalizzazioni di Juventus e AC Milan nella stagione 2005/06 l'Inter conquista d'ufficio lo Scudetto e si ripete anche nel 2006/07 sempre con Mancini in panchina.

• Lascia l'Inter nel maggio 2008 nonostante la vittoria di un altro campionato, poi sostituisce Mark Hughes alla guida del Manchester City a metà della stagione 2009/10. Il City conclude il primo campionato sotto Mancini al quinto posto, il secondo al terzo posto - vincendo anche la FA Cup - e il terzo con la conquista di un titolo atteso da 44 anni all'ultima giornata di campionato.

• Il City finisce secondo la stagione successiva ma Mancini è esonerato due giorni dopo la sconfitta contro il Wigan Athletic FC nella finale di FA Cup del 2013. Mancini rimpiazza poi Terim per la seconda volta in carriera, in questa occasione al Galatasaray, vincendo la Coppa turca nel 2014; torna all'Inter per due stagioni dal 2014 prima di trasferirisi ai russi dello Zenit nel 2017. Lascia il club l'anno successivo per allenare l'Italia.

https://it.uefa.com/news/newsid=382814.html#roberto+mancini

2019-11-19T11:07:22:702

Abraham Khashmanyan

Data di nascita: 11 novembre 1967
Nazionalità: Armena
Carriera da giocatore: Ararat, Kotayk, Shirak, Homenetmen Beirut, Yerevan, Erebuni, Mika
Carriera da allenatore: Kilikia, Gandzasar, Ararat (due volte), Armenia U19, Armenia U21, Alashkert (tre volte)

• Abile centrocampista dal tiro potente, Khashmanyan fa il suo debutto nel campionato sovietico all'età di 17 anni per l'Ararat, poi si trasferisce al Kotayk nel 1991; passa allo Shirak per la prima stagione della Premier League armena indipendente nel 1992.

• Continua a giocare fino al 2001, chiudendo la carriera con i successi in Coppa d'Armenia nel 2000 e 2001 con il Mika, di cui è stato un capitano simbolo.

• A partire dal 2003, è vice allenatore al Mika con Suren Barseghyan, ricopre incarichi simili con Ararat, Gandzasar e Kilikia, dove gli viene dato il suo primo incarico da primo allenatore nella stagione 2009.

• Dopo le esperienze da allenatore Under 19 e Under 21, Khashmanyan guida l'Alashkert alla conquista dei titolo 2015/16 e 2016/17 ed è sulla strada per conquistarne un terzo prima di lasciare nel marzo 2018.

• Dopo aver guidato l'Ararat da ottobre 2018 ad aprile 2019, torna all'Alashkert per il primo successo in Coppa d'Armenia nel 2018/19; diventa Ct dell'Armenia nel novembre 2019, dopo l'addio di Armen Gyulbudaghyants. 

https://it.uefa.com/news/newsid=2632971.html#abraham+khashmanyan

2019-11-19T11:07:22:702

Legenda

:: Precedenti

Reti fatte/gol subiti: i gol totali includono i risultati di eventuali decisioni disciplinari (es. 3-0 a tavolino) ma non quelli segnati ai calci di rigore dopo un pareggio ai tempi regolamentari e/o supplementari.

:: Rosa squadra

Qual.: Totale presenze/gol nelle Qualificazioni Europee solo per UEFA EURO 2016.
FF: Totale  presenze/gol a UEFA EURO 2016, solo fase finale
Nato: data di nascita
Età: In base alla data di pubblicazione della cartella stampa
D: situazione disciplinare (*: diffidato, S: squalificato)

Fasi finali EURO: il Campionato Europeo UEFA è stato a quattro squadre nel 1960, 1964, 1968, 1972 e 1976 (quando la fase preliminare e i quarti di finale erano considerati qualificazioni).

Dal 1980, la fase finale è stata allargata a otto squadre e ha mantenuto lo stesso formato nel 1984, 1988 e 1992 fino al 1996, quando vi hanno partecipato 16 squadre. UEFA EURO 2016 è il primo torneo con una fase finale a 24 squadre.

Dati delle nazioni non più attive
Diverse federazioni affiliate alla UEFA sono state disgregate o suddivise in più federazioni. A fini statistici, i dati delle nazioni non più attive sono stati conteggiati in altre nazioni: pertanto, tutte le partite dell'Unione Sovietica sono state assegnate alla Russia; tutte le partite della Germania Ovest, ma non della Germania Est, sono assegnate alla Germania; tutte le partite della Jugoslavia e della Serbia-Montenegro sono state assegnate alla Serbia; tutte le partite della Cecoslovacchia sono state assegnate sia alla Repubblica Ceca che alla Slovacchia.

Partite sospese/decise a tavolino
Solo ai fini statistici, se una partita è iniziata ma è stata sospesa e quindi decisa a tavolino, viene conteggiato il risultato in campo al momento della sospensione. Le partite mai iniziate e annullate o decise a tavolino non sono incluse nelle statistiche generali.

Competizioni

Altre abbreviazioni

  • (dts): Dopo tempi supplementari
  • rig: Rigori
  • No.: Numero
  • ag: Autogol
  • gt: Qualificazione decisa dai gol in trasferta
  • R: Rigore
  • tot: Risultato complessivo
  • G: Partite giocate
  • Pr: Presenze
  • Pos.: Posizione
  • Comp.: Competizione
  • P.ti: Punti
  • P: Pareggi
  • R: Espulsione (cartellino rosso diretto)
  • Nato: Data di nascita
  • Ris: Risultato
  • Supp.: Supplementari
  • sg: Partita decisa al "Silver Gol"
  • GS: Gol subiti
  • lm: Partita decisa dal lancio della monetina
  • RF: Reti fatte
  • V: Vittorie
  • gg: Partita decisa al golden gol
  • G: Ammonizione (cartellino giallo)
  • S: Sconfitte
  • G/R: Espulsione (per doppia ammonizione)
  • Naz.: Nazionalità
  • N/A: Non applicabile
  • Rinuncia di responsabilità: La UEFA, pur avendo preso ogni precauzione affinché le informazioni contenute in questo documento siano esatte al momento della pubblicazione, non si assume responsabilità (compresa verso terzi) dichiarate o implicite riguardo all’esattezza, precisione e completezza del documento. La UEFA non si assume alcuna responsabilità riguardo all’utilizzo e all’interpretazione delle informazioni contenute in questo documento. Ulteriori informazioni sono disponibili consultando il regolamento su UEFA.com.